Posts tagged ‘messina’

dicembre 2, 2011

Alluvione Messina: un “deja-vu” che vale altre quattro vite.

saponara

Sono 4 le vittime accertate, tra cui Luca Vinci, un bambino di 10 anni. Le vittime sono state travolte dal fango, quando a Saponara (ME), una frana ha travolto alcune abitazione della frazione di Scarcelli. I vigili del fuoco hanno dovuto scavare con le mani per recuperare i corpi. Tre delle vittime abitavano nella stessa palazzina. Ancora oggi la zona colpita dalla frana è raggiungibile solo a piedi visto che i mezzi intervenuti sul posto non sono ancora riusciti a ripristinare la viabilità. Le strade sono infatti interrotte da fango e detriti e si cercano ancora altri dispersi. Cosa ha fatto il governo Monti per fronteggiare la calamità di Messina? Niente e sicuramente pco meno o poco più di quello che avrebbe fatto il suo egregio predecessore? Fino a quando gli italiani sopporteranno tutto questo senza ribellarsi? senza dire basta?

Alla prossima alluvione quanti altri morti dovremo contare?

 

marzo 24, 2011

Il ponte sullo stretto di Messina.

1. Ciucci: “Il Ponte sullo Stretto farebbe da barriera protettiva contro un già non ipotizzabile tsunami”
2. Ciucci: “Il Ponte sullo Stretto in realtà è una diga”

settembre 13, 2010

Precari, un «Ponte» per la scuola La protesta: «Invadiamo lo stretto» .

Sono incazzati e disperati. Partono al mattino presto da tutta la Sicilia.Partono all’alba anche dalla Puglia, da Bari, da Foggia. In 7mila pre protestare contro i tagli del governo che li riducono alla “povertà”. È una manifestazione “meridionale” quella che oggi a Messina ha bloccato lo Stretto. Le navi pubbliche, quelle delle ferrovie dello Stato, sono stato il teatro della protesta dei precari della Scuola. In sit-in insegnanti e collaboratori, di ruolo e non. Perché oggi a Messina a sostenere la protesta ci sono tutti, c’è la Scuola italiana. Contro i tagli della Gelmini ci sono pure gli insegnanti di ruolo che vedranno le classi aumentare, gonfiarsi fino a ridurli a “badanti”. Ci sono soprattutto storie di disagio e disperazione. Antonella Trupia, arriva da Palermo, per dare i numeri: “164 punti in graduatoria, 15 anni di precariato, 5 concorsi pubblici superati: 0 prospettive per il futuro. I miei sono numeri veri, reali, non quelli dati dalla Gelmini”. C’è Grazia Casella, sesta in graduatoria a Palermo, quest’anno senza incarico. C’è Roberto Vinciguerra, collaboratore scolastico. Tira per la la giacca, parla di corsa, ha paura di non essere ascoltato, solo quando calma l’ansia riesce a spiegarsi: “A 19 anni, cioè 24 anni fa, ho iniziato. E ora sono senza lavoro : non so che fare. Non ho più niente.

giugno 2, 2010

Sono stato in vacanza.

Mi sono assentato per tre giorni. Sono stato in Sicilia. Bellissima in questo periodo. Forse sempre. Arrivato a Messina ho pernottato a Rometta, delizioso paese a pochi chilomentri da Messina. Ho dormito in un albergo dove con cento euro abbiamo cenato io e mia moglie, dormito e prima colazione. Poi tre giorni a Castellammare del Golfo cittadina di mare molto particolare. Se capitate da quelle parti, vi consiglio l’Hotel Al Madarig nella piazza principale della città con un personale educatissimo. Ho mangiato da zio Andrea. Pranzo di pesce ventidue euro e di carne venti. Alla faccia della crisi. Se poi volete mangiare raffinato vi consiglio “La Cambusa”, sul porto. da non perdere la visita alla Tonnara Di Scopello e la riserva dello Zingaro. Che ve lo dico a fare. Ieri invece sono andato a San Vito Lo Capo, che sembra una succursale del Paradiso. Ho mangiato il cous cous alla polpa di riccio.Da sballo. Insomma quest’estate tuti in Sicilia. Anzi no! Non rovinatela.