Posts tagged ‘medicinali’

agosto 22, 2012

Antibiotici prima dei 6 mesi di vita e obesità: allo studio un possibile collegamento,

antibiotici

01:09 pm | Trattare i bambini molto piccoli con gli antibiotici li può predisporre al sovrappeso più in là nell’infanzia, secondo uno studio condotto su più di 10.000 baby-pazienti da ricercatori…

22 agosto 2012 / Leggi tutto »

dicembre 18, 2011

Mappare genoma piante officinali per sviluppo nuovi farmaci.

I ricercatori del Medicinal Plant Consortium (MPC) hanno svelato le caratteristiche che conferiscono alle le loro proprieta’ .

I dati raccolti derivano dalla mappatura genetica e biochimica di 14 specie vegetali che producono composti di interesse farmaceutico. ”l nostro obiettivo principale – spiega Joe Chappell, coordinatore dell’MPC – e’ stato catturare l’impronta genetica delle per migliorare l’identificazione e lo sviluppo dei farmaci”.

gennaio 20, 2011

L’apsartame è cancerogeno.

L’aspartame è un dolcificante molto usato nei prodotti light, merendine, bevande e anche nei medicinali. Ha in vantaggio di dolcificare senza passare calorie. Insomma, se in una bevanda o una merendina se c’è aspartame si è sicuri di non assumere zuccheri e non si inficia la curva glicemica.

Il punto è che forse l’aspartame non è così innocuo come sembra. Secondo lo studio Aspartame administered in feed, beginning prenatally through life span, induces cancers of the liver and lung in male Swiss mice condotto da scienziati dell’Istituto Ramazzini e pubblicato sul American Journal of Industrial Medicine emerge una correlazione tra sviluppo di cancro ai polmoni e fegato e uso di aspartame.

L’Efsa, dal canto suo promette che ci penserà su e deciderà se autorizzare ulteriori ricerche:

L’Istituto Ramazzini ha pubblicato un articolo sull’aspartame nell’edizione di dicembre dell’American Journal of Industrial Medicine. Il gruppo di esperti scientifici dell’EFSA sugli additivi alimentari e le fonti di nutrienti aggiunti agli alimenti (gruppo ANS) discuterà dello studio alla sua prossima riunione dell’1-3 febbraio 2011, dove valuterà la necessità o meno di lavori scientifici supplementari.