Posts tagged ‘Massimo troisi’

giugno 4, 2012

18 anni senza Massimo.

18 anni senza Massimo, la “smorfia” che stenta a diventare sorriso.

Era il 4 Giugno del 1994 quando Massimo Troisi ci ha lasciato, spegnendosi nel sonno nella casa di Ostia di sua sorella Annamaria. E’ morto 12 ore dopo aver dato alla luce il film “Il Postino”, il suo “testamento morale” come lo hanno definito in molti. La decisione di girarlo in condizioni di salute decisamente poco favorevoli derivò dalla volontà di dare a questa pellicola i suoi ultimi battiti, di recitare con il suo cuore piuttosto che con quello di un altro. Il cuore, organo che ha caratterizzato tutta la sua vita, motore di tutta la sua carriera e fine inesorabile della sua breve esistenza.

aprile 16, 2012

Bruno Cesario l’ho inventato io!

A San Giorgio a Cremano (Napoli) c’è un politico che sognava di essere ricordato per aver salvato Silvio Berlusconi e invece passerà alla storia per aver cancellato il Pdl dalla città di Massimo Troisi. Si chiama Bruno Cesario, è un deputato eletto nel Pd e poi migrato nel centrodestra berlusconiano tramite i Responsabili. Il commissario regionale del Pdl Francesco Nitto Palma lo aveva nominato coordinatore elettorale del partito sangiorgese per le amministrative. In poche settimane Cesario è riuscito nella titanica impresa di non far presentare la lista Pdl in un comune dove in un recentissimo passato gli azzurri hanno sfiorato il 30%. Chissà se in premio otterrà la ricandidatura alle politiche. Il sindaco uscente, il Pd Domenico Giorgiano, sentitamente ringrazia.

Questa potrebbe essere un’ottima strategia per fregare Belrusconi e il PDL.

ottobre 8, 2011

Io voglio il mare. ….a prescindere.

Napoli: Il porto, c.so garibaldi, il San Ferdinando di Eduardo, Mergellina porta Capuana, il mercato del pesce alle mura, il centro storico, Fuorigrotta i malinconici campi flegrei, il Natale che a Napoli e’ il piu bello del mondo.

Napoli: Una bella signora con i capelli spettinati, i denti cariati e i vestiti consunti, ma con un fascino che ti emoziona ogni volta che la incontri.

febbraio 4, 2011

Grazie Patrizia.

Patrizia mi ha scritto per rimproverarmi garbatamente perchè quando uso le battute prese dal blog di Daniele Luttazzi, non uso citarla.

E’ vero, ha ragione, ma la scelta di non citare la fonte anche se apparentemente non corretta, dipende dal fatto che per me un blog deve rimanere anonimo. Per scelta non firmo nemmeno i post scritti da me. Prendo dalla blogsfera e restituisco alla blogsfera e lo faccio in buona fede e senza nessun tornaconto. In buona sostanza restituisco tutto quello che rubo, magari mettendoci un pò di mio.

Però Patrizia come tutti gli altri che compaiono su Luttazzi ed anche Spinoza hanno ragione.

Se il mio blog è seguito è anche e soprattutto merito loro.

Ringrazio Patrizia e  tutti gli altri amici che mi danno l’opportunità di far sorridere un pò chi viaggiando in internet si imbatte in “Quaderni socialisti”.

ottobre 2, 2010

Soffrire per mestiere.

Un Troisi da non perdere.

maggio 7, 2010

Il mare: quello del Postino!

Riscopriamo la democrazia.

aprile 11, 2010

Quando non c’era Caldoro.

Massimo Troisi raccontò in un’intervista che Pino Daniele lo aveva chiamato al telefono “e m’ha ritt’: sient’ Massimo agg’ fatt’ na canzone: pe’ piacere me vuò fà nu’ film?” Il bello è che Troisi il film lo fece davvero: si trattava di “Pensavo fosse amore invece era un calesse.” Che bei tempi!