Posts tagged ‘Marc Ouellet’

marzo 14, 2013

Un gesuita e l’Argentina sul trono di Pietro: una grande novità.

Dal pantano della politica italiana incapace di rinnovarsi, di cambiare uomini e cose, attenta solo a sopravvivere, all’aria fresca di piazza San Pietro. La Chiesa Cattolica sorprende tutti ed elegge un pontefice fuori dagli schemi tradizionali ed in forte discontinuità con il passato recente. Francesco I° dovrà rinnovare la Chiesa, ma non aspettiamoci cambiamenti radicali. La chiesa di Roma ha venti secoli ed il dogma riveste un ruolo fondamentale. Certamente inciderà il  bubbone purulento della Curia Romana e prenderà provvedimenti che non ha osato o non ha avuto la forza di fare Benedetto XVI°. Ricordiamo che il motto dei Gesuiti è  ‘Ad maoirem gloriam Dei  e questo rende abbastanza imprevedibile il modo in cui Francesco I° affronterà la sua missione. Con piacere constatiamo che il nuovo Papa ha salutato Benedetto XVI° chiamandolo “Vescovo Emerito di Roma” e non “Papa Emerito” come aveva decisio di chiamarsi Benedetto XVI° e questo è significativo in un ambiente in cui le parole hanno un peso. In ogni caso un gesuita e l’Argentina sul trono di Pietro è una grande novità.

marzo 2, 2013

Che significa Conclave?

Conclave è un termine che deriva dal latino cum clave, cioè “(chiuso) con la chiave”. Usualmente indica sia la sala in cui si riuniscono i cardinali per eleggere il nuovo papa, sia la riunione vera e propria.

L’evento storico che diede il nome di Conclave all’elezione dei Pontefici, risale al 1270, quando gli abitanti di Viterbo, allora sede papale, stanchi di anni di indecisioni dei cardinali, li chiusero a chiave nella sala grande del palazzo papale e ne scoperchiarono parte del tetto, in modo da metterli in condizioni di decidere al più presto chi eleggere a nuovo pontefice, che fu papa Gregorio X.

Tuttavia il primo Pontefice eletto cum clave fu papa Gelasio II, eletto il 24 gennaio 1118 all’unanimità dei cardinali riuniti nel Monastero di San Sebastano sul Palatino, luogo segreto e chiuso al pubblico scelto appositamente per evitare interferenze esterne sulla scelta del successore di Pietro (si era in piena lotta per le investiture).