Posts tagged ‘malattie respiratorie’

giugno 16, 2011

Malpensa: un disastro ecologico.

“Disastro ecologico nell’area adiacente Malpensa, nel pieno Parco del Ticino, dovuto al sorvolo degli aeromobili in decollo”. Una riga di un documento del ministero dell’Ambiente del 7 ottobre 2010 che ha il peso di un macigno per chi vive sotto le rotte dello scalo, per i progetti di espansione dell’aeroporto che vuol diventare il grande hub padano e per la quotazione del gestore Sea che il Comune di Milano ha pianificato in autunno. Grazie a documenti esclusivi raccolti da ilfattoquotidiano.it si scopre che l’aeroporto della salvezza in realtà è una condanna per l’ambiente e per le popolazioni che vivono entro un’area di 100 chilometri quadrati, una minaccia per la salute di 250mila cittadini (video di Franz Baraggino e Thomas Mackinson). Uno studio dell’Asl di Varese ha analizzato i dati clinici di 12 anni (1997-2009) e ha registrato un aumento della mortalità per malattie respiratorie del 54,1% e un balzo nei ricoveri ospedalieri pari al 23,8%, contro medie per tutta la provincia del 14 e del 7,8%. Nonostante questi dati, il dossier del ministero è rimasto nel cassetto, forse per non danneggiare l’imminente collocamento in borsa del titolo del gestore Sea che dovrebbe portare al Comune di Milano 160 milioni di euro, già scritti a bilancio dalla giunta Moratti. Intanto il progetto di costruire la “terza pista” va avanti. Con un piano di investimenti da 1,3 miliardi (articolo di Thomas Mackinson)

febbraio 24, 2011

Bambini milanesi malati di smog

Lo smog continua ad appestare l’aria di Milano e i bambini milanesi iniziano a subirne le conseguenze. Secondo Susanna Esposito, direttore della Clinica pediatrica I dell’università Statale di Milano, e Maria Francesca Patria dell’Ambulatorio di pneumologia pediatrica, la differenza tra la frequenza delle malattie respiratorie nei bambini di Milano e quelli del centro-sud è enorme: 30-35% in più. Secondo la Esposito

I bimbi milanesi contraggono patologie respiratorie in media 6-7 volte nei primi 3 anni di vita, e altre 4-5 negli anni successivi. Tonsilliti, bronchiti e otiti sono spesso frutto della combinazione inquinamento-allergie, e nei giorni di livelli alti di smog gli accessi di casi gravi al pronto soccorso aumentano di un 4-5%

Questi problemi di salute sono acuiti dalla tendenza dei genitori ad esagerare con gli antibiotici:

L’ansia dei genitori nel cercare di anticipare il più possibile la guarigione li spinge a ricorrere all’antibiotico prima del tempo o addirittura quando non serve, sia facendo pressione sul pediatra sia ricorrendo al fai-da-te. Nel 60% dei casi (e nel 70% al di sotto dei 3 anni) l’infezione non è batterica, bensì virale, quindi l’antibiotico è del tutto inefficace e l’uso eccessivo o scorretto degli antibiotici favorisce la diffusione di batteri resistenti