Posts tagged ‘Magdi Allam’

marzo 7, 2010

Elezioni regionali 2010 Previsioni regione Basilicata.

Candidati Presidente
(var. rispetto al 23 febbraio 2010)
(*: lista/candidato non presente in tutte le province)
De Filippo (CSX+UDC): 57,5% (+0,5%)
Pagliuca (CDX): 37,5% (-0,5%)
Magdi Allam (Io amo la Lucania): 4,0% (+0,5%)
Altri: 1,5% (-0,5%)

Il commento: Cambia poco. Resta una regione tra le piu’ rosse d’Italia, anche grazie ad una vasta coalizione a sostegno di De Filippo. Pagliuca sotto il 40%, Magdi Allam al 4%. Per fortuna  i compagni tengono duro.
febbraio 2, 2010

Elezioni regionali 2010- Previsioni elettorali Basilicata

Magdi Allam attacca Silvio Berlusconi accusandolo di aver ceduto alle pressioni dei finiani che, contro la candidatura in Basilicata di Magdi Cristiano Allam «hanno utilizzato motivazioni abiette e modalità riprovevoli». Contemporaneamente presenta la sua candidatura a Presidente della Regione Basilicata da indipendente, a capo della lista «Io amo la Lucania» Pronta la risposta del coordinatore regionale del Pdl, il senatore Guido Viceconte, che si è detto «sconcertato dalle affermazioni fatte da Magdi Allam». Contemporaneamente l’UDC ’ufficializza l’appoggio al candidato della coalizione del centrosinistra, il governatore uscente Vito de Filippo. Da questo quadro emerge che il centrodestra non riuscirà a mettere nelk suo carniere la regione Basilicata, che rimane saldamente ancorata al centrosinistra.

Corsa con Centro Autonomo 

Candidati Presidente
De Filippo (CSX): 48,0%
Martorano (CDX) 37,0%

Cand. Centrista (CEN): 10,0%
Cand. Comunista (COM): 4,0%
Cand. Radicale (RAD): 1,0%

Corsa con centrosinistra +UDC

Candidati Presidente

De Filippo (CSX+UDC): 58,0%
Allam(?) (CDX) 34,0%

Cand. Comunista (COM): 4,0%
Cand. Radicale (RAD): 1,0%

novembre 15, 2009

Un presepe al posto della croce.

Ci sono persone con cui una persona perbene non prenderebbe neanche un caffè. Una di queste, per esempio, è Mario Borghezio, europarlamentare leghista. Per intenderci: quello che sale sui treni dove viaggiano delle nigeriane e comincia a spruzzare detersivo su vetri e sedili (e anche sulle nigeriane); quello che è stato condannato per l’incendio di un giaciglio di paglia in cui dormivano degli immigrati durante una ronda leghista; quello che tiene strettissimi rapporti con i movimenti più razzisti d’Europa. Per stare solo ai fatti, senza riferire le galanterie che Borghezio ci propina su immigrati e non solo a ogni festa leghista. Dunque, con un personaggio del genere neanche un caffè.

David Sassoli, neo eurodeputato Pd, invece, ci firma insieme una mozione al parlamento europeo contro la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo sulla presenza del crocifisso nelle aule scolastiche. Erano insieme, allo stesso tavolo, alla conferenza stampa di presentazione della mozione. Con loro Mario Mauro e Sergio Silvestris del Pdl, Gianni Pittella del Pd, Carlo Casini e Magdi Cristiano Allam dell’Udc. Un bel parterre, non c’è che dire. Tutti insieme in nome della Croce. Con Sassoli che, per smarcarsi un minimo dal razista e xenofobo Borghezio (ma anche dall’integralista Allam) spiega imbarazzato: «Noi vogliamo aggiungere, non togliere».