Posts tagged ‘libero’

marzo 28, 2014

Diffamò Carlo Giuliani: Sallusti sarà processato.

Il diretto del Giornale, Alessandro Sallusti“Carlo Giuliani era un criminale, con una spranga e un estintore voleva spaccare la testa a un carabiniere. Hanno fatto bene a sparargli, hanno fatto bene”. E’ questa la frase, ripetuta più volte nel corso di un programma televisivo, che ha fatto incriminare Alessandro Sallusti per diffamazione. Il direttore del Giornale è stato rinviato a giudizio dal gip Nicoletta Bolelli del tribunale di Genova dopo la denuncia presentata dai familiari del giovane ucciso durante il G8 del 2001, a Genova.

Durante una puntata di Matrix, il giornalista aveva più volte contestato la figura di Carlo Giuliani fino alle frasi che hanno convinto i suoi genitori a sporgere denuncia attraverso l’avvocato Gilberto Pagani. Il pm Biagio Mazzeo aveva chiesto l’ archiviazione ma il gip Adriana Petri ha disposto l’imputazione coatta di Sallusti aggravata dall’ampia pubblicità garantita dal mezzo televisivo. La prima udienza si terrà il 19 giugno prossimo a Genova.

luglio 12, 2013

Il cetriolo e l’ortolano.

Libero, in questo istante.

luglio 6, 2013

Il PD vieta la gnocca. Poveri noi!

Libero, 6 luglio 2013.

giugno 29, 2013

Che schifo!

Sul sito di Libero, in questo momento. Tutto finito.

 

maggio 29, 2013

L’esercito di Masaniello.

No, non è uno scherzo. Mettetevi seduti, e lasciate perdere ciò che stavate facendo. Ne scrivono anche su Libero di oggi. Nasce “L’esercito della Libertà“. L’Esercito di Silvio. Avete capito bene. Con tanto di moduolo di iscrizione. “Dichiaro di volermi arruolare nell’Esercito di Silvio per difendere il presidente Berlusconi e combattere al suo fianco la Guerra dei Vent’anni“. Puoi pure “diventare comandante di un reggimento territoriale“. Basta “che mandi una tua foto ed una breve motivazione del perché ami Silvio“. Perché questa è “una persecuzione giudiziaria senza eguali nella storia“, e “noi grideremo al mondo che milioni di italiani si riconoscono in lui“. “Non lo sconfiggeranno mai” – continua Simone Furlan, ideatore dell’iniziativa – “perché noi saremo sempre al suo fianco“.
maggio 7, 2013

Un uomo, una leggenda!

Finalmente riesco a mostrarvi il post di Emilio Paradiso, consigliere comunale a Prato per la Lega Nord. Lo ha pubblicato su facebook la scorsa notte, per poi farlo sparire dopo poche ore.

 

[“Il Bianco-fiore si è dovuta piegare ai finocchi, e il nero di seppia (il ministro di origine congolese Kyenge) la lasciano lì?]

aprile 28, 2013

Libero: ovvero lezioni di razzismo.

Libero di oggi, pagina 10, sul nuovo ministro dell’Integrazione, Cécile Kyenge (Pd).

 

 

febbraio 21, 2013

Il romanzo di un giovane povero.

Oscar Giannino è un giovane povero proveniente dalla banlieu torinese ed ha fatto una brutta fine proprio come l’eroe di Feuillet magistralmente interpretato da un giovane  Paolo Carlini quando di canali televisivi ce n’erano solo due e la televisione era in bianco e nero. Fino a pochi giorni fa era un estremista di destra travestito da economista. Mi piacerebbe sentire al proposito i commenti di Cesaratto, che l’economista lo fa sul serio. Da meridionale ricordo quando con la rabbia di un leghista della prima ora affermava solennemente che i problemi di Napoli deve risolverli il Vesuvio.

Oscar Giannino è certamente un personaggio discutibile e non certamente per il suo bizzarro abbigliamento, però non credo che il suo sodale, il famoso, ma per me famigerato, Chicago Boy Luigi Zingales sia tanto migliore di lui. Non so se qualcuno si sia reso conto quanto strana sia la circostanza che questo economista dal piglio Amerikano abbia scoperto, soltanto a cinque giorni prima del voto, di non potersi più accompagnare con un personaggio con il quale andava a cena da anni. Ancora più strana la circostanze è se si pensa che la lista di Giannino stava diventando un problema per Berlusconi, soprattutto in Lombardia e Veneto.

Non è un caso che la scoperta di Zingales  sia diventata il piatto forte per  il Giornale e Libero, che si sono tuffati sul caso come ai bei tempi della casa di Montecarlo e del caso Boffo.

E’ bello vedere come due giornali spazzatura,  che hanno fatto credere al popolo beato che Ruby fosse la nipote di Moubarak e hanno difeso perfino il Trota Bossi per la sua laurea taroccata in Albania, ora si scandalizzino per un master millantato, così come non rende più decente un economista per il quale il modello pensionistico ideale sarebbe quello instaurato in Cile da Pinochet. No riesco ad essere solidale con Giannino ma nessuno mi leva dalla testa che questo piatto era già pronto ed è stato servito al momento giusto. Col Pornonano non si scherza lui è un maestro in queste cose e sa fare molto male se si impegna. Anche per questo io spero che la Lombardia venga governata da una persona pulita come Ambrosoli.

gennaio 6, 2013

L’Obama Italiano.

Lui è l’Obama italiano“, “ha lo spirito del 18enne anche se ha 77 anni“, “gli porto la cagnetta per vincere le elezioni“. Michaela Biancofiore, onorevole Pdl, su Libero. Intervista del giorno, davvero.

novembre 4, 2012

Il nemico pubblico.

Giornale su Beppe Grillo. Prime pagine degli ultimi tre giorni.
1 novembre:

2 novembre:

3 novembre: