Posts tagged ‘leucemie’

luglio 6, 2013

Tumori, scienziato italiano scopre come cancro al seno diventa maligno.

Due studi pubblicati su Cell coordinati da Per Paolo Pandolfi. Il microRna, materiale genetico considerato fino a poco tempo fa ‘rumore di fondo’ del Dna, può invece scatenare cancro al seno e leucemie

 

ROMA – E’ stato svelato un nuovo meccanismo, a causa del quale insorgono sia tumori di tipo diverso, che le metastasi, e che coinvolge le staminali tumorali. E’ il microRna, materiale genetico considerato fino a poco tempo fa inutile, un ‘rumore di fondò del Dna, può invece scatenare cancro al seno e leucemie. Lo affermano due studi del Beth Israel Deaconess Medical Center di Harvard diretto dall’italiano Pier Paolo Pandolfi pubblicati da Cell.

Staminali cancerose.
Il meccanismo genetico scoperto agisce sulle staminali cancerose, favorendo il loro rinnovo, moltiplicazione e distacco dal tumore con entrata in circolo a avvio di metastasi, che sono quelle che rendono, di fatto, il cancro incurabile. In pratica lo studio ha dimostrato, su topi in cui sono stati impiantati geni tumorali umani, che questo particolare microRna è in grado di provocare il cancro. “Quello che rende mirR22 impressionante è che causa tumore e pure metastasi – spiega Pandolfi – Nello specifico, miR22 causa anche la leucemia e potrebbe causare pure altri tipi di tumore. Ci stiamo lavorando ora. Bisogna tenere a mente che abbiamo scoperto da poco come ci siano non meno di 2000 microRNAs, di molti dei quali non sappiamo assolutamente nulla. Abbiamo dunque molto da scoprire e molti altri saranno importanti”.

giugno 25, 2013

Cellule staminali cordonali per curare alcune malattie del sangue.

 

Le ricavate dal del donato dopo il parto salvano le vite di pazienti affetti da gravi malattie del , quali , , talassemie, malattie del sistema immunitario, difetti metabolici, e potrebbero presto guarire anche le piaghe da decubito. cordonale 300x200 Cellule staminali cordonali per curare alcune malattie del sangueLo hanno ricordato gli esperti riuniti a Milano per il convegno “Una vita che nasce rigenera la vita” promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini.
Durante l’evento e’ stato presentato un nuovo progetto destinato a quelle donazioni che non risultano idonee ai trapianti: “Si sta avviando un progetto nazionale, che partira’ nei prossimi mesi – spiega Paolo Rebulla, ematologo e responsabile della Milano Cord Blood Bank – per produrre il gel piastrinico dalle donazioni che non hanno cellule sufficienti per il trapianto, in modo tale che anche queste donazioni non vadano perse. Stiamo testando la preparazione di un gel dalle piastrine presenti nel , che puo’ essere utilizzato per riparare le ulcere e le piaghe da decubito. Il suo impiego terapeutico potra’ aiutare molti pazienti con problemi di ulcere inguaribili, per esempio tanti pazienti anziani per i quali non e’ possibile prepararlo a partire dal proprio , ma anche neonati sfortunati con epidermolisi bollosa, malattia della pelle di matrice genetica”.

febbraio 28, 2011

Elettrosmog, Radio Vaticana prescritta ma dovrà risarcire le vittime.

Elettrosmog, Radio Vaticana prescritta ma dovrÃ�  risarcire le vittimeIl processo per elettrosmog contro Radio Vaticana è finito: reato prescritto. La radio era accusata di “lancio di cose pericolose”, per le onde elettromagnetiche provenienti dalle antenne di Santa Maria di Galera. Le parti civili, però, verranno risarcite perché la Cassazione ha confermato, oltre alla prescrizione del reato già dichiarata nel 2009, anche l’indennizzo alle vittime.

In primo grado, tra l’altro, Radio Vaticana era stata condannata ma in appello la sentenza è stata rovesciata perché il fatto non costituisce reato. O meglio: non esiste una legge che preveda il reato tanto è vero che si suppone che da quelle antenne siano state “lanciate cose pericolose”.

Ed è proprio questo il problema e la questione da chiarire. C’è chi dice che le onde elettromagnetiche facciano malissimo, chi dice che sono totalmente innocue. Certo è solo che siamo circondati da emissioni elettromagnetiche di ogni tipo e frequenza e non sappiamo realmente se siano pericolose. Radio Vaticana, nel frattempo, è sotto accusa anche in un altro processo: quello per il sospetto aumento delle leucemie nel comune di Cesano, vicino Roma. Anche in questo caso a creare il danno sarebbero state le antenne.

settembre 22, 2010

A caccia di virus che provocano il cancro.

Dal cancro alla prostata alle leucemie, al collo dell’utero, la lista dei tumori provocati o favoriti dai virus e’ destinata ad allungarsi nei prossimi anni. Ne sono convinti gli esperti riuniti a Venezia per la conferenza sul Futuro della Scienza, organizzata dalle fondazioni Veronesi, Tronchetti Provera e Cini, che hanno discusso delle ultime ricerche in questo campo durante una sessione organizzata con il contributo dell’Airc. Secondo i dati presentati i virus oncogeni gia’ conosciuti sono responsabili del 20% dei nuovi casi di tumore nel mondo. I ‘big ones’ sono il Papillomavirus, che copre il 20% del totale e colpisce soprattutto nei paesi in via di sviluppo, e i virus dell’epatite B e C, responsabili di un altro 15% dei casi: “Ci saranno delle sorprese – spiega Robin Weiss, dell’University College di Londra – ci sono molti virus ‘candidati’ ad essere oncogenici, come il gammaretrovirus che potrebbe essere responsabile del cancro alla prostata, ma la cosa piu’ probabile e’ che si scoprira’ che comuni virus sono una concausa di molti tumori insieme ad altri fattori”.