Posts tagged ‘legittimo impedimento’

marzo 15, 2011

Legittimo impedimento.

gennaio 14, 2011

Un sogno che si avvera!

gennaio 14, 2011

Prima di Annozero 13 01 2011 Tutti uguali?



gennaio 13, 2011

legittimo impedimento: sentenza pilatesca.

Con una decisione che in parte boccia e in parte interpreta alcune norme sul ‘legittimo impedimento’, la Corte Costituzionale – apprende l’ANSA da fonte qualificata – avrebbe posto diversi paletti alla legge nata per mettere temporaneamente al riparo il premier Berlusconi dalla ripresa dei suoi tre processi (Mills, Mediaset e Mediatrade). In particolare, la Consulta avrebbe bocciato la certificazione di Palazzo Chigi sull’impedimento e l’obbligo per il giudice di rinviare l’udienza fino a sei mesi, dichiarando illegittimo il comma 4 dell’art.1 della legge 51 del 2010. E avrebbe bocciato in parte il comma 3, affidando al giudice la valutazione del ‘legittimo impedimento’. La Consulta – apprende l’ANSA – avrebbe inoltre fornito una interpretazione del comma 1, ritenendolo legittimo solo se, nell’ambito dell’elenco di attività indicate come impedimento per premier e ministri, il giudice possa valutare l’indifferibilità della concomitanza dell’impegno con l’udienza, nell’ottica di un ragionevole bilanciamento tra esigenze della giurisdizione, esercizio del diritto di difesa e tutela della funzione di governo, oltre che secondo un principio di leale collaborazione tra poteri.

dicembre 24, 2010

Neanche a Natale ci lascia in pace!

Oltre due ore di conferenza stampa, 39 domande da parte dei giornalisti. E solo una meritevole di doppia risposta: la prima da Berlusconi in diretta tv; la seconda dall’ufficio del portavoce del premier dopo alcune ore, studiata a tavolino, per correggere il tiro. Il tutto avviene al minuto 128 della conferenza stampa di fine anno, quando interviene il giornalista de Il Fatto Luca Telese. Che alza il tiro sulla nuova politica del “sistemare” inaugurata dal governo del Cavaliere. Nel resto della conferenza stampa Silvio Berlusconi torna all’antico e attacca a testa bassa i giudici. Liquida i processi a suo carico come “esilaranti”, sostiene di non aver mai proposto leggi ad personam e annuncia l’intenzione di dar vita a una “commissione d’inchiesta per verificare che non esistano associazioni a delinquere a fini eversivi all’interno della magistratura”. Quindi lancia una sorta di ricatto: se la Corte costituzionale boccerà il legittimo impedimento facendo così ripartire il processo Mills in cui è imputato di corruzione giudiziaria, lui sposterà la partita in Parlamento. In ogni caso la priorità del Governo (se riuscirà a stare in piedi) resta quella di sempre: riformare la giustizia, anche perché “senza Fini nel Pdl sarà più facile farlo”. E questa mattina nuovo intervento telefonico in tv: “Casini poteva sostituire i deputati di Fli con i suoi. Spero si ravveda”

settembre 24, 2010

Annozero:MARCO TRAVAGLIO : “Scacco al Premier”

Finalmento una boccata di ossigeno.

luglio 9, 2010

Legittimo impedimento.

Legittimo impedimento

Legittimo impedimento

febbraio 4, 2010

Il boss è salvo.

La Camera ha dato il via libera al disegno di legge sul legittimo impedimento, che ora passa al Senato.

Il testo è stato approvato con 316 voti a favore, 239 voti contrari. Gli astenuti sono stati 40. Alla votazione ha partecipato il governo al gran completo: i posti si sono esauriti e i ministri Tremonti e Meloni hanno dovuto votare dagli scranni dei deputati.

il segretario del Pd Pier Luigi Bersani ha dichiarato che  Il provvedimento sul legittimo impedimento e composto da ‘tante norme non semplici, ma la gente capisce una cosa semplice: c’é di mezzo Berlusconi, un premier che non vuole farsi giudicare e tiene ferma l’Italia su questo punto in una folle guerra tra politica e giustizia”. Antonio Di Pietro leader dell’Idv, ha ribadito  il suo ‘no’ al provvedimento sul legittimo impedimento all’esame della Camera. “Oggi è in corso un omicidio della legalità – spiega – Alcune persone hanno occupato le istituzioni e seguendo un modello piduista le stanno trasformando in loro dipendenze”. Sprezzante il commento di Bossi che ha detto”E’ andata. C’é sempre qualche moralista ma andava fatta e l’abbiamo fatta. Questa è la dimostrazione che la maggioranza è molto forte”.

febbraio 3, 2010

Della serie: noi amiamo Silvio.

Nel pomeriggio di ieri sono stato presso lo studio di un commercialista per motivi di lavoro. Nel corso della seduta nei momenti di pausa il discorso è caduto sulla politica. Ne è venuta fuori una conversazione surreale, che però fa capire quanto un certo tipo di discorsi faccia ormai parte del  sentire comune.

Prima chicca: ovviamente i magistrati fanno politica. Ho chiesto perche dovrebbero fare politica, la risposta è perché sono politicizzati. Mah? Ma Berlusconi perché non si fa processare? Risposta: Perché i magistrati si sino accaniti contro di lui, che è di destra e i magistrati tutti comunisti vogliono fargliela pagare. Peraltro non è vero che i soldi per fare Milano 2  glieli ha dati la mafia, perché lui sa per certo che i soldi glieli ha dati la Massoneria, che, ovviamente, è una cosa seria. E il legittimo impedimento? Mica può perdere tempo con tutto quello che ha da fare. E il processo breve? I magistrati sono i funzionari, fra quelli europei, i più pagati dallo stato e non fanno un cazzo dalla mattina alla sera. Mi sono permesso di obbiettare che anche personaggi della sinistra sono stati processati. “Vedi sono tutti corrotti, aveva ragione Craxi!”Non è mancata una stoccata alla Fiat che ha un presidente ricchione e cocainomane e che viene a chiedere ai soldi ai contribuenti per continuare a drogarsi. Quando poi mi sono accomiatato dicendo che era tardi e non volevo perdermi la puntata di Ballarò, il mio interlocutore mi ha licenziato affermando che noi comunisti senza indottrinamento non contiamo un cazzo. Per la cronaca i cazzi nella discussione si sono sprecati. Inutile la precisazione che io sono socialista, tanto noi di sinistra siamo tutti comunisti e in Italia bisognerebbe fare una legge che dichiara fuorilegge tutti i comunisti a prescindere.

Non ne posso più!

febbraio 2, 2010

A proposito di legge sui pentiti.