Posts tagged ‘jimi hendrix’

luglio 7, 2013

Cream – Disraeli Gears

I Cream sono stati una band rock britannica attiva tra il 1966 e il 1968, che, rivisitando vecchi schemi del blues, riuscì ad innovare il rock in generale,[4] influenzando molti artisti, tra i quali Jimi Hendrix,[4] Queen[5], Black Sabbath[6] e Van Halen.[7] Formati dal chitarrista Eric Clapton, dal bassista Jack Bruce e dal batterista Ginger Baker, furono il primo power trio ad aver avuto notevole successo[1][3][8] e uno dei primi supergruppi della storia.[1][3][4][8]

Nei soli tre anni di attività il gruppo riuscì a pubblicare tre album[9] e a vendere 15 milioni di dischi.[4][8] Dopo lo scioglimento del gruppo, i tre componenti ebbero delle carriere molto diverse tra loro: Clapton divenne uno dei musicisti più conosciuti del mondo, grazie a canzoni come Layla e Cocaine, Bruce collaborò con artisti jazz, mentre Baker si dedicò alla world music.[4] Tuttavia, la band si riunì in due occasioni: nel 1993, per suonare alla cerimonia della loro introduzione nel Rock and Roll Hall of Fame, e nel 2005, esibendosi in quattro concerti al Royal Albert Hall di Londra e in due al Madison Square Garden di New York.[8]

In una classifica stilata nel 2003 dalla rivista Rolling Stone, sono tra i 100 migliori artisti di sempre, figurando al 67º posto.[10] L’emittente VH1 ha classificato il gruppo al sedicesimo posto tra i 100 migliori artisti hard rock di sempre.[11]

maggio 1, 2011

Purple Haze – Jimi Hendrix – Buonanotte compagni

E’ una dei più indimenticabili riff di apertura di tutta la storia del rock, ormai famoso tra i chitarristi come l’accordo di Jimi Hendrix: una feroce marcia sincopata, segnata dal fuzz della chitarra e costruita attorno a un dissonante intervallo di quarta aumentao. Purple haze ha il merito di ave rlanciato due rivoluzioni: la psichedelica dell fine degli anni sessanta  e il genio di Jimi Hendrix. E scusate se è poco.

marzo 30, 2010

Meglio dedicarsi alla musica.

A proposito di chitarra: vi ricordate Jimmy Hendrix? Era il giugno del 1967 quando a Monterey si abbatté uno tzunami sul festival dell’amore. Hendrix, al termine della sua estenuante esibizione (con una versione demoniaca di “Wild Thing”), da fuoco alla sua Fender Stratocaster e riceve l’ovazione del pubblico adorante. L’atto catartico è compiuto tra il delirio della folla! Se la chitarra elettrica è diventata la più potente icona del rock, il merito è senza dubbio di Hendrix che inventò un nuovo stile di suonare lo strumento e ruppe con la tradizione aprendo nuove frontiere alla sperimentazione sugli strumenti musicali in genere. La chitarra per Hendrix è la proiezione del suo membro, la compagna di torridi amplessi elettrici, suonata coi denti, i gomiti, gli abiti, strofinata contro l’asta del microfono o contro le casse alla ricerca del feedback più corrosivo. Il palcoscenico diviene il suo regno, ma la sua smania di libertà tracima in eccessi continui ed il rock si trasforma in utopia estrema. Il trionfo arriva nel 1969 a Woodstock con una versione dissacrante e sfregiata dell’inno americano (“Star Spangled Banner”), mimando con la chitarra i bombardamenti del Vietnam. Un anno dopo, però, la sua vita vissuta al di là di ogni limite si concluse tragicamente, stroncata da una dose eccessiva di barbiturici. Gli afro-americani, che avevano già perso per morte violenta sia l'”apostolo” Martin Luther King, sia il leader del loro orgoglio Malcom X, perdono anche colui che aveva restituito la paternità nera al rock’n’roll. Ma lui, il suo epitaffio, lo aveva già scritto: “La gente piange se qualcuno muore, ma la persona morta non sta piangendo. Quando morirò voglio che la gente suoni la mia musica, perda il controllo e faccia tutto ciò che vuole”.

marzo 19, 2010

Buonanotte compagni!

La musica questa sera la suona Jimi hendrix con l’album Axis: Bold as Love, un album del dicembre 1967. E il secondo album della The Jimi Hendrix Experience. Nel 2003 Viene incluso l’Nella album Lista dei 500 migliori album secondo Rolling Stone alla posizione numero 87. Pensate che jimi Hendrix perse il lato “A” dell’album. La leggenda narra che sia stato Jimi ad averlo lasciato, volutamente, sul sedile posteriore di un taxi. Non verrà mai ritrovato. Buona notte compagni. Pensate seriamente come rendere utile e fecondo  il prossimo week end.

marzo 7, 2010

Blues breakers with Eric Clapton. Buonanotte compagni.

Blues Breakers with Eric Clapton è un album Rock Blues di John Mayall ed i Bluesbreakers che vede la partecipazione di Eric Clapton come chitarrista principale. Slowhand veniva chiamato Eric Clapton, per il suo modo di suonare la chitarra. Alla stazione metropolitana di Islington qualcuno scrisse su un muro “Clapton is God”.L’album ebbe un grosso successo ed è rimasto nella storia del rock. Creerà quel mito della  chitarra che arriverà fino a Jimi hendrix. sembra sia stato registrato in un sol giorno. Per Clapton è un momento di passaggio, ma che segnerà l’inizio del suo trionfo e definitiva affermazione nel mondo della musica rock.

Buonanotte  a tutte le compagne domani è la giornata delle donne. Date un senso a questo giorno.