Posts tagged ‘italia dei valori’

maggio 19, 2013

Antonio si è dato all’ippica.

Ce lo rivela Alfonso Signorini, con un servizio esclusivo, su Chi.

 

novembre 29, 2012

Sondaggio SCENARIPOLITICI: PD 27,6%, M5S 19%, PDL 14,6%.

  COMMENTO GENERALE Torniamo dopo  2 mesi esatti. Forte crescita di M5S e PD. Precipitano PDL e IDV. In forte calo anche l’UDC. Il CDX sta naufragando sempre più ed ancora non abbiamo qui i risultati dell’annullamento delle primarie del PDL. La LN raccoglie ma molto poco. Al centro profilerano i partiti ed i movimenti ma la torta sembra essere sempre quella, che anzi sembra soggetta a continue erosioni. CSX in lieve calo. Il PD va benone ma IDV (se vogliamo considerarla CSX) soffre molto e gli altri partiti perdono decimali.  COMMENTO AI PARTITI POPOLO…
giugno 8, 2012

e poi dicono che uno vota Beppe Grillo.

A Milano la “rivoluzionaria” Lega Nord salva Roberto Formigoni dalla sfiducia – ma non dovevano mandarlo a casa? – che una cadrega da 10 mila euro la mese, soprattutto di questi tempi, non si butta mica via.
Assente il capogruppo Pd in Regione Lombardia Luca Gaffuri, primo firmatario della mozione di sfiducia: proprio oggi si trovava in Grecia, in vacanza.
A Roma il Senato della Repubblica salva dall’arresto Sergio De Gregorio. A parole solo il Pdl si era detto contrario a tale misura cautelare. Poi però, con il voto segreto, ecco lo stop alla richiesta della magistratura.
I partiti continuano a perdere consensi ma a spartirsi poltrone, non partecipano alla farsa solo Radicali e Italia dei Valori. Per dirne una – conclusione perfetta alla giornata di oggi – la moglie di Bruno Vespa è la nuova garante della privacy.
maggio 13, 2012

Comunisti in piazza contro il governo: “Vendola e Di Pietro, uniamoci”

Almeno 40mila persone ha aderito alla manifestazione organizzata oggi a Roma dalla Federazione della Sinistra. Un corteo che sta attraverso le strade del centro contro il governo Monti e le politiche dell’Unione Europea. Rifondazione Comunista, Comunisti Italiani e altri movimenti hanno convocato una manifestazione nazionale da piazza della Repubblica al Colosseo. Presenti i segretari del Prc, Paolo Ferrero, e del Pdci, Oliviero Diliberto, ma anche rappresentanti dell’Italia dei Valori e di Sinistra Ecologia Libertà. Fra i manifestanti predominano le bandiere rosse ma significativa anche la presenza dei No Tav, di rappresentanti dei sindacati di base e dei movimenti per la difesa dei beni comuni. Per questo chiamiamo tutte le forze della sinistra all’unità, perché soltanto così si può mandare a casa questo Governo. E’ necessario anche che a battere un colpo sia il sindacato: siamo l’unico Paese d’Europa dove di fronte alle politiche antipopolari non c’è stato uno sciopero generale”. Per Ferrero il governo se ne deve andare e nella sua battaglia la sinistra non deve temere il successo di forze come quella di Beppe Grillo, “perché il centro dell’antipolitica è il governo Monti non Grillo. Il nostro compito è quello di organizzare un movimento di massa contro il governo, siamo impegnati su questo e per questo chiamiamo all’unità le forze della sinistra. Bisogna smettere di inseguire il Pd, che a sua volta insegue l’Udc… Soltanto dall’opposizione al governo può venir fuori una alternativa, non da altro”. Secondo Ferrero “il mestiere della sinistra è oggi quello di costruire l’opposizione, cosa succederà nelle prossime elezioni dipenderà da quanta opposizione sociale e di sinistra ci sarà a questo Governo. Se arriveremo alle elezioni sulla base di un movimento di massa sarà una buona cosa”.

marzo 15, 2012

“Ho il dna di Benito Mussolini”.

L’Onorevole Domenico Scilipoti – parlamentare PT, ospite della web-tv berlusconiana “Movimentando” – dopo aver argomentato di olismo, formiche amazzoniche, spogliarelli di Sara Tommasi e corretto utilizzo deorifizifizi maschili – “i rapporti anali tra uomini sono animaleschi” – ha commentato la foto che vedete qui sopra, con serietà:

Rivedendo quella foto dico che forse nel mio codice genetico c’è qualcosa che riporta a Mussolini … le scelte giuste fatte da Mussolini sono state moltissime, nell’interesse del Paese e nell’interesse dell’Italia … riforme, strutture … e ancora oggi ne vediamo i risultati …

Con chi ci dobbiamo incazzare con Di Pietro o con Berlusconi?

dicembre 27, 2011

Italia dei Valori, Sinistra Ecologia Libertà, Federazione della Sinistra e Verdi Insieme per le amministrative, un inedito da ripetere.

IdV: il PD ha snaturato le sue ragioni fondative

piazza_pretoria_560Piazza Pretoria Palermo

Italia dei Valori, Sinistra Ecologia Libertà, Federazione della Sinistra e Verdi si alleano in vista delle prossime amministrative di Palermo, per esprimere l’alternativa al centrodestra, a Lombardo e al Terzo Polo.
A Palermo il centrosinistra dunque si divide, anzi- dichiara il segretario regionale dell’Italia dei Valori, Fabio Giambrone- il PD rischia di uscire dal centrosinistra, ostinandosi a sostenere l’alleanza con l’MPA di Raffaele Lombardo e con il Terzo Polo e così snaturando le sue stesse ragioni fondative.
In vista delle amministrative di Palermo, l’accordo PD-MPA-Terzo Polo inizia a prendere corpo alla Regione, dopo la dichiarazione del Presidente Lombardo che si è detto “convinto che si debba rinsaldare la coalizione che attualmente sostiene il governo”.

marzo 26, 2011

Acqua e nucleare, oggi referendari in piazza.

acqua
In piazza a Roma, oggi, per l’acqua pubblica, per rilanciare l’appuntamento con i referendum del 12 e 13 giugno per dire no anche al nucleare e per abrogare la legge sul legittimo impedimento. Alla manifestazione, promossa dal Comitato referendario «2 Sì per l’Acqua Bene Comune», dal Forum dei Movimenti per l’Acqua e da altri comitati, hanno aderito anche Italia dei valori, il Popolo viola e la Federazione della sinistra.
Il corteo
Partirà alle 14 da piazza della Repubblica, per ribadire «le ragioni del nostro sostegno al referendum contro la privatizzazione dell`acqua e per portare avanti le nostre battaglie anche fuori dal Parlamento», ha spiegato in una nota il leader dell`IdV, Antonio Di Pietro. «Quest`occasione – ha aggiunto – servirà a sensibilizzare l`opinione pubblica sull`importanza dell`appuntamento referendario: il 12 e 13 giugno i cittadini potranno dare una bocciatura sonora alle scelte scellerate di questo governo. Saranno loro a mandare a casa l`esecutivo che ha trasformato l`acqua da bene comune a privilegio per pochi, ha riportato in Italia la pericolosissima energia nucleare, attraverso un piano che prevede la costruzione di 13 centrali su tutto il territorio nazionale, ed ha varato una norma che consente a Berlusconi di ergersi al di sopra del principio della “legge uguale per tutti2. Il grande impegno del forum dei movimenti per l’acqua, che ha raccolto le firme per due referendum, unito a quello dell`Italia dei Valori contro il nucleare e il legittimo impedimento, darà agli italiani la possibilità di voltare pagina e sfiduciare questo governo irresponsabile». «A Roma – ha affermato Oliviero Diliberto, portavoce della Federazione della sinistra – saremo in piazza a difesa dell’acqua, contro il ritorno del nucleare nel nostro Paese e contro la guerra in Libia. Tre temi di strettissima attualità, tre argomenti su cui ogni coscienza realmente democratica deve attivamente intervenire».

settembre 2, 2010

In piazza per la vita di Sakineh.

Mobilitazione davanti all’ambasciata iraniana. La gigantografie della donna condannata alla lapidazione esposte sulla facciata di Palazzo Chigi, Campidoglio e Palazzo Valentini. Verso le 100 mila firme

In piazza per la vita di Sakineh "Fermiamo quelle pietre" Un momento della manifestazione

ROMA – “Ecco la democrazia in Iran: pietre, prigioni, censura” e “Salviamo Sakineh, fermiamo le pietre”: con questi slogan un centinaio di persone si sono riunite a Roma davanti alla sede dell’ambasciata dell’Iran per protestare contro la condanna alla lapidazione della donna iraniana di 43 anni accusata di adulterio. La mobilitazione, “senza bandiere di partito”, si è tenuta davanti all’ambasciata iraniana a Roma, in via Nomentana, per chiedere che la vita di Sakineh Mohammadi Shtiani, condannata a un’esecuzione atroce, venga salvata. Davanti al palazzo è stata messa una donna-fantoccio, fittiziamente interrata a metà busto, per richiamare il modo in cui in Iran avviene la lapidazione. Intorno e sopra di lei le pietre, dipinte di rosso e mescolate a pallottole di carta, per ricordare il modo atroce in cui le “adultere” vengono uccise.

Tra i rappresentanti politici, oltre al partito dei Verdi, membri di Pd, Sinistra e libertà, Giovani Socialisti, Italia dei Valori, il segretario del Prc/Federazione della sinistra Paolo Ferrero, il sottosegretario all’Attuazione del programma di governo Daniela Santanché, brevemente contestata, e il presidente della comunità ebraica romana, Riccardo Pacifici. Presenti anche rappresentanti dell’opposizione iraniana e della Resistenza dei Mujaheddin del popolo, che hanno sottolineato come siano impegnati “ormai da vent’anni per chiedere lo stop all’orrore del regime iraniano”.(Rpubblica esteri). Se la Santanchè non fosse andata sarebbe stato meglio.

febbraio 16, 2010

Elezioni regionali 2010 Campania.Previsioni di voto.

Si comincia a definire il quadro delle regionali in Campania con la scelta quasi definitiva dell’UDC di stare dalla parte del centrodestra. L’ex ministro per l’Attuazione del Programma Stefano Caldoro continua a rimanere in testa ai sondaggi, ma il vantaggio che prima sembrava abissale ora comincia a ridursi sensibilmente. Merito del Sindaco di Salerno Enzo De Luca, che da quando è diventato lo sfidante sta lavorando con profusione di grande impegno, anche grazie alle iniezioni di fiducia di SEL e dell’Italia dei Valori, che hanno deciso di appoggiarlo. In grande spolvero Sinistra e Libertà che nelle previsione di voto raggiunge un ragguardevole 4% mentre  è in caduta libera il PSI campano, che si sta dissolvendo come neve al sole. Nessun problema per le salamandre napoletane del PSI, che  troveranno il modo per salvarsi ancora una volta. Riuscirà De Luca a colmare lo svantaggio di 9,5 punti percentuali che lo separano da Caldoro? Difficile ma non impossibile.

 Previsioni di Voto:

CENTRO DESTRA: 54,5%
– POPOLO DELLA LIBERTA’: 36,0%
– UNIONE DI CENTRO: 8,0%
– UDEUR: 4,0%

– MOVIMENTO PER LE AUTONOMIE: 2,0%
– Nuovo PSI: 2,0%
– LA DESTRA, F.TRIC, Mov. X l’Italia: 1,5%

– Altri CDX: 1,0%
CENTRO SINISTRA: 43,5%

– PARTITO DEMOCRATICO: 23,5%
– ITALIA DEI VALORI: 7,0%

– SINISTRA ECOLOGIA e LIBERTA’: 4,0%
– COMUNISTI (RC, PDCI): 2,5%
– ALLEANZA X L’ITALIA: 2,5%
– SOCIALISTI: 1,5%
– VERDI: 1,5%

RADICALI: 1,0%
ALTRI: 1,0%
Candidati Presidente:
Caldoro (CDX+UDC) 54,0%
De Luca (CSX): 44,5%
Cand. Radicale (RAD): 1,0%

Altri: 0,5%