Posts tagged ‘Istituzioni’

marzo 22, 2013

Cgia, imprese: nel 2012 12.463 chiuse per fallimento. Per una su tre ritardo nei pagamenti.


Per le imprese italiane un fallimento su tre arriva dai ritardi nei pagamenti.
A stimarlo è la Cgia di Mestre che rivela 12.463 imprese italiane chiuse per fallimento nel 2012. Di queste di 3.800, vale a dire il 31% del totale, la causa principale è imputabile all’impossibilita’ di incassare – sia come committenti pubblici, sia come committenti privati – le spettanze proprie in tempi ragionevoli.

Quest’incidenza, spiega la Cgia, è stata definita dopo aver saputo da Intrum Justitia che è parial 25%, la percentuale di aziende che nell’Ue hanno fallito a causa dei pagamenti in ritardo.

Tenendo conto che in Italia la situazione e’ ben piu’ grave che nel resto d’Europa, e’ molto probabile che la quota di chiusure dovute all’impossibilita’ di incassare in tempi ragionevoli le fatture emesse si attesti attorno al 30% del totale.

maggio 31, 2012

Politica del rigore.

MARCIANISE(Ce)–(di Nunzio De Pinto)  La situazione occupazionale in Terra di Lavoro peggio ogni giorno di più. L’emorragia di posti di lavoro che si dissolvono nell’aria, sembra non arrestarsi mai. Ora tocca ai lavoratori della BLG. “Siamo molto preoccupati per lo stato di incertezza che imperversa sui destini lavorativi dei 41 dipendenti di BLG Logistics (azienda nata nel 2005 dalla cessione di ramo di azienda della Jabil ex Siemens)”. Ad affermarlo è Pasquale Massimiliano Panico, Segretario provinciale del Prc-Fds Caserta che fa il punto della drammatica situazione. Il dramma occupazionale della provincia di Caserta è simile a quello del resto d’Italia. Siamo giunti al punto di non ritorno, siamo “zombi” che camminano. “La mancata chiarezza sulle prospettive della BLG” – ha aggiunto Panico – “e con essa la Sogea (altri 18 dipendenti) ci lasciano indignati. La Federazione di Caserta del Prc e della Federazione della Sinistra scende al fianco dei lavoratori in presidio davanti all’azienda Jabil di Marcianise. Ricordiamo che più di 60 famiglie alla data del 30 giugno 2012 resteranno senza stipendio” – è la drammatica denunzia dell’esponente di sinistra. “Faremo il possibile per scongiurare tutto ciò”, ha, invece, dichiarato Antonio Stefanelli della RSU- BLG, “con presidi anche notturni se sarà necessario”. “Di fronte alla crisi che ha colpito l’azienda, e il rischio di perdita occupazionale per decine di lavoratori” – ha concluso Panico – “è necessario che la Regione, la Provincia di Caserta ed il comune di Marcianise facciano la loro parte e convochino quanto prima un tavolo di concertazione per fare chiarezza e per garantire la sopravvivenza e la continuità occupazionale dei lavoratori di BLG e Sogea”. (Articolo a cura del giornalista Nunzio De Pinto )