Posts tagged ‘incidenti’

dicembre 14, 2009

Copenaghen verso il fallimento.

 La settimana decisiva del 15/o vertice Onu sul clima a Copenaghen, si apre con i forti contrasti che hanno caratterizzato la riunione informale del gruppo ristretto dei 45 Paesi leader che si è svolta oggi pomeriggio in una delle sedi del Governo danese, visto che il Bella Center, nella giornata di festa, è stato chiuso.

E’  stata un’altra giornata di incidenti in piazza quando un gruppo di 200 manifestanti ha cercato di raggiungere il porto della capitale danese ed è stato bloccati dalla polizia. La giornata ha registrato anche due eventi più green: i 350 rintocchi di campane della Cattedrale luterana di Copenaghen, Vor Frue Kirke (la cifra corrisponde alla soglia massima di Co2 nell’atmosfera per limitare l’aumento della temperatura mondiale a 1,5 gradi) e la sfilata di auto elettriche e ibride, e di 7 scooter elettrici made in Italy, che hanno composto con le luci verdi la scritta Co2.

La polizia, dispiegata nel centro della città sin dalle prime ore del mattino, è intervenuta bloccando circa duecento giovani che si stavano dirigendo verso il porto con l’obiettivo di interromperne parzialmente le attività. I giovani, alcuni di quali con il volto coperto, hanno urlato slogan contro il capitalismo, sollecitando provvedimenti contro i cambiamenti climatici. Gli agenti, hanno fatto uso di manganelli e spray irritanti fermando diversi attivisti intercettati lungo la strada verso il porto.

novembre 15, 2009

Il razzismo di Canale 5.

Guardando la televisione ad ora di pranzo mi ha colpito la trasmissione “Domenica 5” che mandava in onda un servizio sui Rom da Alba Adriatica. Come è noto un commerciante di Alba Adriatica, Emanuele Fadani, 37 anni è stato ucciso per una rissa davanti ad un bar. Sospettati dell’omicidio sono tre giovani nomadi stanziali, cittadini italiani: due sono stati fermati. Uno di loro, è lo zio di un minorenne arrestato per l’omicidio di un cameriere di 23 anni, Antonio De Meo, aggredito il 9 agosto scorso in un paese vicino a Teramo. L’episodio ha suscitato violente reazioni da parte della popolazione locale che nella serata di ieri hanno  prima circondato la caserma dei carabinieri della cittadina, poi ha cercato di raggiungere i parenti dei tre rom accusati dell’omicidio, che risiedono in una zona al confine con il paese di Martinsicuro.  Inoltre estata rovesciata e bruciata un’auto appartenente al padre di uno dei due cugini coinvolti, danneggiata anche la sua abitazione. Nei pressi della stazione danneggiate auto appartenenti a rom e a cittadini cinesi residenti nella zona. Nella trasmissione erano presenti vari personaggi dello spettacolo e della politica Tutti ad eccezione dell’ex  ministro Martelli si sono esibiti in una gara a chi era più antirom.  Trasmissioni come queste di domenica pomeriggio servono soltanto ad alimentare un clima di odio e di paura verso il diverso. La Xenofobia (dal greco ξενοφοβία, xenophobia, ossia “paura del diverso”;, ossia la paura di ciò che è distinto per natura, razza o specie. Intolleranza e discriminazione erano le note della trasmissione per nulla obbiettiva ed assolutamente squilibrata al fine di mostrare un’Italia in cerca di sicurezza a danno di un popolo di delinquenti e di ladri.