Posts tagged ‘guerra in vietnam’

maggio 11, 2012

Addio a Horst Faas, il fotografo della guerra in Vietnam

E’ morto all’età di 79 anni Horst Faas, fotografo dell’Associated Press, due volte premio Pulitzer. Tedesco di nascita, i suoi scatti iconici sulla guerra del Vietnam gli hanno fatto vincere il premio giornalistico più prestigioso nel 1964. Ferito gravemente proprio in Vietnam nel ’67, seguì anche la guerra in Bangladesh, per cui vinse il secondo Pulitzer. Foto intense, crude, che raccontano bene l’orrore di quella guerra. “La mia missione – disse nel ’65 – è registrare le sofferenze, le emozioni e i sacrifici sia degli americani che dei vietnamiti”.
Riproponiamo qui alcuni dei suoi scatti più celebri, sul Vietnam e sul Banglades.

aprile 30, 2012

30 Aprile, la Liberazione del Vietnam.

oggi ricorre il 33esimo anniversario della liberazione del Vietnam! La fine di una delle guerre più immotivate e sanguinose della storia.

Da una parte il Vietnam del Nord, comunista, che vuole riunire in un’unica nazione i “due Vietnam” (Nord e Sud). Dalla sua parte Cina, Russia e Corea del Nord molto interessati ad allargare la presenza comunista nell’area strategica indocinese.

Dall’altra il Vietnam del Sud, con un governo-fantoccio filo occidentale, filo statunitense. Appoggiato dagli USA (e in parte molto minore da Australia, Nuova Zelanda, Thailandia, Corea del Sud e Filippine), spaventati dall’idea di una vittoria comunista, si avvarrà della forza di fuoco statunitense (che sgancerà un volume di ordigni e bombe, superiore persino a quello di tutta la seconda guerra mondiale). Gli USA manderanno al macello intere generazioni di giovani e giovanissimi che dalle aule scolastiche si troveranno catapultati nella folta giungla vietnamita. Molti di loro (circa 58.000) non torneranno mai più; il resto sarà orribilmente mutilato nel fisico e nella mente.

Molti di loro perderanno la testa e diverranno autori di atroci stragi nei confronti della popolazione civile. Uno di questi, il Massacro di My Lai (16/03/1968), passerà alla storia come il più orribile di tutti i tempi: un intero villaggio sterminato (donne e bambini soprattutto) da un plotone che aveva perso la testa.

febbraio 17, 2010

Buonanotte compagni.

Nel Giugno del 1970 4 studenti vengono uccisi da parte di reparti della Guardia Nazionale all’università di Kent.
Colpito dall’avvenimento, Neil Young scrive di getto una canzone, dal titolo di Ohio, dedicata al fatto. La canzone viene registrata la mattina seguente dai CSNY, il leggendario supergruppo di cui fa parte anche il cantante canadese, e nel giro di poco tempo scala le classifiche divenendo una delle canzoni più importanti e significative degli anni della contestazione alla guerra in Vietnam e all’amministrazione di Nixon.
Buonanotte a Vincenzo De Luca, che è andato fra gli operai dimenticati della FMA.

Buonanotte ai NO Tav.

Buonanotte al Dalay Lama e a Bark OBama che domani si incontrano.

Cina vaffanculo.