Posts tagged ‘Giusto’

novembre 26, 2009

Il PD Irpino? In fondo a destra!

 

Il decreto Ronchi che privatizza la gestione dell’acqua è una vera è propria truffa ai danni del cittadino, che vede un bene per sua natura pubblico, trasferito ai privati. Questo trasferimento porterà una serie di conseguenze negative, allo stato imprevedibili, che ricadranno sui cittadini.

La sinistra in maniera unanime si sta battendo perché questo non avvenga e sono previste iniziative per rendere inefficace il decreto Ronchi. Il problema è tanto più grave e sentito ad Avellino  e nella provincia perché l’Irpinia è un serbatoio naturale di acqua che disseta  non solo la provincia di Napoli ma anche  buona parte della Puglia. Con il decreto Ronchi l’ Irpinia sarà derubata due volte, perché oltre al prelievo forzato dell’acqua a favore di Napoli e della Puglia, dovrà sopportare l’ingiuria di vedere il suo patrimonio più importante, l’acqua, appunto, oggetto di speculazioni da parte di società private che si impossesseranno dell’acqua in virtù di una legge dello stato. Oltre a questo vi è il pericolo reale  di infiltrazioni da parte della  Camorra e della  criminalità organizzata come è già successo a Napoli per il ciclo dei rifiuti. La sinistra Irpina ha proposto la realizzazione di una società pubblica  che ottenesse dall’ATO competente l’affidamento in house, evitando lo scippo dell’acqua. A fronte di queste nostre richieste, cui hanno fatto seguito quelle del Centrosinistra Alternativo, del consigliere regionale Giusto e di molti altri personaggi illustri, i non c’è stata alcuna reazione da parte degli interessati. Contemporaneamente l’amministrazione provinciale di Avellino guidata dal centrodestra dovendo decidere a chi affidare il servizio della gestione dei rifiuti a partire dal I° gennaio 2010, ha deciso di realizzare  una società interamente pubblica per la gestione dei rifiuti e non  si mostra contraria a una gestione pubblica dell’acqua. Personalmente non mi chiedo perché ciò sia potuto accadere e perché la destra a Roma vota il decreto Ronchi e ad Avellino prevede società pubbliche per il ciclo dei rifiuti e manifesta la stessa volontà per la gestione dell’acqua. Certo rimango sconcertato da un PD, che per non aumentare la tensione al suo interno in vista del congresso di dicembre, sull’argomento preferisce mantenere un ostinato silenzio e da una destra che invece “fa qualcosa di sinistra” facendo prevalere una linea che noi della sinistra non avremmo mai potuto sperare di imporre con la sola forza delle nostre battaglie. Sono ormai cinque mesi che il PD Irpino è sotto congresso e che una parte del partito subisce silente il ricatto di una altra parte. Non per questo l’attività amministrativa della provincia deve rimanere paralizzata e la giusta battaglia in favore della gestione pubblica dell’acqua deve essere abbandonata. Fra quattro mesi si vota per le elezioni dei deputati regionali. La gente ha dimostrato di ragionare in maniera autonoma e non può aspettare il PD, paralizzata dai suoi dubbi amletici. Prendere in giro Cosimo Sibilia, può essere simpatico ed appagante, ma non serve a nascondere la gravi responsabilità politiche che il centrosinistra si sta assumendo rifiutando le responsabilità che gli competono. Un centrosinistra più conservatore della destra non l’avevo mai visto. E’ vero il detto che al peggio non c’è mai fine.

Beppe Sarno