Posts tagged ‘giunta regionale campania’

Maggio 16, 2010

Regione Campania: nasce la Giunta Caldoro.

 La Regione Campania ha il suo nuovo esecutivo. Il presidente Caldoro ha firmato ieri sera i decreti con i quali ha assegnato le deleghe. Accordo raggiunto. Sono due i consiglieri che entrano a far parte della nuova squadra che dovrà guidare la Regione seguendo la “politica del fare” alla quale auspica lo stesso neopresidente. E’ stata annunciata attraverso una nota stampa, alle 23:40 di un sabato sera, tre giorni dopo il primo Consiglio. Una settimana prima della scadenza naturale per poterla costituire. Un governo che sembra essere targato Cosentino-Alemanno. Due i nomi per l’UDC, innanzitutto il vicepresidente,
l’avv. Giuseppe De Mita, nipote del ex presidente Ciriaco, vicepresidente anche della Provincia di Avellino. A lui vanno Turismo e Beni Culturali. E’ nato a Nusco il 26/10/1959, Laureato in Giurisprudenza all’Università Cattolica di Milano Gli Assessori, si legge nel comunicato, sono:
on. Pasquale Sommese, con delega al Personale, nato a Cimitile (NA) il 4/7/1956, Consigliere Regionale;
dott. Ernesto Sica, Avvocatura, nato a Salerno il 27/8/1971, Laureato in Scienze Politiche, Assessore ai Trasporti della Provincia di Salerno, Sindaco di Pontecagnano Faiano (SA);
on. Ermanno Russo, Assistenza Sociale – Demanio e Patrimonio,nato a Marigliano (NA) il 4/10/1956, Consigliere Regionale;
on. Marcello Tagliatela, Urbanistica e Territorio, nato a Napoli il 29/11/1955, Laureato in giurisprudenza, Parlamentare;
prof. Ing. Edoardo Cosenza, Lavori Pubblici – Protezione Civile, nato a Napoli il 3/5/1958, Preside della Facoltà di Ingegneria dell’Università Federico II di Napoli;
sen. prof. ing.Sergio Vetrella, Trasporti e Attività produttive, nato a Napoli il 6/9/1947, Professore ordinario di Impianti Aerospaziali presso l’Università Federico II di Napoli;
prof.ssa Anna Caterina Miraglia, Istruzione, nata a Sapri (SA) il 26/7/1957, docente di diritto privato ed economico presso l’Università di Salerno;
prof. Severino Nappi, Lavoro, nato a Napoli il 15/4/1965, Professore ordinario di diritto del lavoro presso l’Università della Calabria, Assessore Risorse Umane alla Provincia di Napoli;
prof. Guido Trombetti , Università e Ricerca, nato a Napoli il 4/4/1949, Rettore dell’Università Federico II di Napoli;
dott. Giovanni Romano, Ambiente, nato a Mercato San Severino (SA) il 25/8/1962, Laureato in scienze politiche, docente di scienze della formazione presso l’Università di Salerno, Assessore Provincia di Salerno, Sindaco di Mercato San Severino (SA);
dott. Gaetano Giancane, Bilancio, nato il 10/10/1947 a Melendugno (LE), Generale della Guardia di Finanza, Comandante regionale Calabria. Quest’ultimo entra in Giunta su indicazione diretta del ministro all’economia Giulio Tremonti.
Il Presidente Caldoro mantiene ad interim la delega sull’agricoltura e, ricordiamo, è Commissario ad acta della sanità campana. E’ passata dunque la linea politico-tecnica. Questi dunque i nuovi inquilini di Palazzo Santa Lucia. In sintesi e andando per “qualifiche” si tratta di due consiglieri regionali, un parlamentare, cinque docenti universitari, il rettore della Federico II, due sindaci.

Maggio 14, 2010

Caldoro farà rimpiangere Bassolino.

Mentre Il nuovo premier britannico Cameron(conservatore) taglia e congela per 5 anni il suo stipendio e quello dei parlamentari, in Campania il nuovo governatore Caldoro insieme ad altri 12 consiglieri non si è dimesso da parlamentare, continuerà a percepire il doppio stipendio. Poi a dimostrazione di voler fare le cose seriamente, aumenterà le tasse e ha cambiato lo statuto regionale per consentire ai consiglieri di avere anche l’incarico di assessore e così percepire doppio emolumento. ………E poi dicono  che uno si butta a sinistra.

Maggio 12, 2010

Giunta regionale Campania: Caldoro al rush finale.

Due o tre assessorati: questo è il dilemma. Oggi infatti è fissato a Roma un delicato confronto tra i vertici nazionali del Pdl e dell’Unione di Centro per discutere del caso Campania. Al tavolo ci saranno gli azzurri Nicola Cosentino e Mario Landolfi e i centristi Lorenzo Cesa e Ciriaco De Mita. Da questo appuntamento si decideranno le sorti della nuova Giunta. L’Udc chiede tre assessorati, il Pdl è pronto a cederne solo due. Senza accordo l’Udc potrebbe decidere di appoggiare dall’esterno l’esecutivo. Alla fine il punto di incontro potrebbe essere trovato sulla base di due assessorati di peso e la vicepresidenza del Consiglio regionale. Per quanto riguarda i nomi circolano sempre quelli di Giuseppe De Mita, Sergio Barile e Pasquale Sommese. Sommese fra i citati è colui che ha i maggiori problemi dovendo risolvere l’incompatibilità “imposta” da Caldoro tra la carica di consigliere e di assessore regionale. Questa rimane un limite invalicabile. A nulla è servito neanche l’incontro di ieri tra Cosentino, Landolfi e il governatore.
Sicuro appare invece il rettore dell’Università di Napoli Federico II Guido Trombetti (Università e ricerca) insieme all’assessore provinciale salernitano Giovanni Romano (ambiente) e al presidente della Facoltà di Ingegneria della Federico II Edoardo Cosenza (Lavori pubblici).
Nel Pdl anche i consiglieri Ermanno Russo e Antonia Ruggiero dovranno consegnare le proprie dimissioni, se decideranno di entrare nella giunta regionale. Gli altri papabili a un posto nell’esecutivo sono orientati verso altri incarichi: Paolo Romano alla presidenza del Consiglio regionale, Fulvio Martusciello alla guida del gruppo.
Intanto mentre con il Ministero dell’Economia si lavora per l’individuazione dell’assessore al Bilancio (si parla di un giovane docente universitario), per la Sanità si fanno i nomi di alcuni parlamentari come Raffaele Calabrò e Marcello Taglialatela. Vicini a Palazzo Santa Lucia sono anche Maurizio Iapicca e Sergio Vetrella.
Per quanto riguarda gli altri nomi rimangono accreditati quelli di Carmen Verderosa, dell’assessore provinciale salernitano, Ernesto Sica e dell’ex consigliere regionale Antonio Lubritto.
I Popolari-Udeur se dovessero avere un assessorato sono orientati a puntare sull’esponente provinciale di Napoli Severino Nappi. La lista Per Caldoro presidente propone invece Salvatore Ronghi o in alternativa il sindaco di Camposano Gavino Nuzzo.

Maggio 6, 2010

Giunta regionale campania: Caldoro promette dopo il 12 maggio.

 La Giunta regionale della Campania sara’ varata “immediatamente dopo l’insediamento del Consiglio che ci sara’ il 12 maggio. Purtroppo abbiamo uno statuto che ci impedisce di farla prima”. A dirlo e’ il presidente della Regione, Stefano Caldoro, a margine di un congresso all’Accademia Aeronautica di Pozzuoli. Tra i temi al centro dell’attenzione del nuovo presidente c’e’ “la preoccupazione sull’indebitamento delle societa’ di trasporto e la vicenda dei conti pubblici regionali, con lo sforamento del patto di stabilita’ per piu’ del 25% dell’intero tetto del bilancio, e che ci crea un problema di avvio”. (AGI) La verità e che nessuno vuole lasciare il posto di consigliere per fare l’assessore e forse modificheranno lo statuto per consentire il doppio incarico. Cominciamo bene.

aprile 30, 2010

Giunta regionale Campania: tensione tra De Mita e Caldoro.

 
 
E’ braccio di ferro tra Pdl e Udc per la costruzione della nuova giunta regionale. L’Udc chiede tre assessorati e un incarico istituzionale, ossia la vicepresidenza della Giunta o la presidenza del Consiglio regionale, ma il Pdl non intende trattare a queste condizioni. Caldoro sarebbe intenzionato ad assegnare infatti allo scudocrociato non più di due assessorati o in alternativa un assessorato più la vicepresidenza della Regione.
Nervi tesi dunque a via Santa Brigida dove il partito guidato da De Mita potrebbe alla fine decidere anche di non entrare nella nuova Giunta di Palazzo Santa Lucia. Alla base del dissidio ci sarebbe sia il peso che l’Udc rivendica in virtù del proprio risultato elettorale sia l’orientamento del neo governatore di formare una squadra di tecnici ed esterni osteggiato dai consiglieri dell’Udc. In quest’ultimo caso, a dir la verità i mal di pancia sarebbero più generalizzati. Riguarderebbero infatti tanto il centrista Pasquale Sommese ma anche gli azzurri Fulvio Martusciello ed Ermanno Russo.
Per quanto riguarda in nomi, negli ultimi giorni avanza quello del rettore della Federico II di Napoli Guido Trombetti, che non lascerà la guida dell’Ateneo e sarebbe gradito a Ciriaco De Mita. Sicuri appaiono l’assessore provinciale di Salerno, Giovanni Romano, cui dovrebbe andare la delega all’Ambiente, e il preside della Facoltà di Ingegneria dell’Università Federico II di Napoli, Edoardo Cosenza. In pole, come detto, ci sarebbe anche i consigliere regionale Martusciello e Ermanno Russo.
Da risolvere ancora la questione della rappresentanza femminile. Tra i nomi in lizza c’è anche quello dell’ex leader dei giovani industriali campani, Carmen Verderosa