Posts tagged ‘giunta pisapia’

agosto 29, 2012

Milano: dopo le unioni civili arriva il testamento biologico.

Milano testamento biologico
Si è appena spenta l’eco per la travagliata approvazione a Milano del registro delle unioni civili, arrivata dopo spaccature nella maggioranza e polemiche con il mondo cattolico, ed ecco che la giunta guidata da Giuliano Pisapia mette in campo una Carta dei diritti del malato che prevede, tra le altre cose, anche l’introduzione di un registro per il fine vita, il cosiddetto testamento biologico.

Se ne discuterà nei prossimi giorni, ma la Carta dei diritti del malato è già nero su bianco e prevede 14 punti che riguardano tempi e attese, diritto ad essere informati e, al punto 13, il diritto “alla manifestazione anticipata delle direttive di fine vita”. Il Comune di Milano è intenzionato a proseguire sulla strada dei diritti civili e “indicare la direzione su questo terreno”, per dirla con le parole dell’Assessore alle politiche sociali Pierfrancesco Majorino, lo stesso che un mese fa ha proposto di allargare il diritto di voto ai referendum anche agli immigrati. Ma il testamento biologico è un tema caldissimo che tocca inevitabilmente dividerà le coscienze.

Continua a leggere: Milano: dopo le unioni civili arriva il testamento biologico

dicembre 1, 2011

Blocco del traffico a Milano: polveri fini fuori controllo.

Traffico e inquinamento a Milano

L’emergenza smog si ripresenta nuovamente a Milano, una delle capitali europee dell’inquinamento, e convince la Giunta guidata da Giuliano Pisapia a decretare il parziale blocco del traffico fino al 6 dicembre.

Dopo due settimane nelle quali i livelli delle polveri fini (PM10) hanno superato i livelli di guardia per la salute pubblica, ecco dunque le solite timide ed inadeguate misure d’emergenza (qui il dettaglio del blocco del traffico a Milano).

giugno 21, 2011

Ecopass è arrivata l’ora id decidere.

Area Ecopass MilanoLa nuova giunta milanese, capeggiata dal neo sindaco Pisapia, è chiamata in poco più di due mesi a decidere sull’Ecopass. Decisione non delle più semplici verrebbe da dire considerando che la tematica è di quelle spinose e per certi versi impopolare. Si profilano due scenari, uno molto restrittivo ed un altro intermedio. Il primo toglierebbe, almeno teoricamente, circa 120.000 veicoli dalla città, mentre il secondo avrebbe un effetto di riduzione praticamente dimezzato.

Se si calcasse la mano l’estensione dell’area del ticket arriverebbe alla cerchia della 90/91, mentre nell’ipotesi intermedia, i confini del pedaggio arriverebbero ai Bastioni. Unica cosa comune, il fatto che il pagamento sarebbe esteso a tutti, nessuna distinzione quindi, come prospettato in campagna elettorale, di penalizzare i non residenti in favore dei residenti. Le uniche premialità riguarderanno i veicoli elettrici, ibridi, metano o GPL. Entro settembre dovrà quindi essere approvata una nuova delibera che stabilirà un nuovo regolamento di accesso alla città.