Posts tagged ‘giulietto chiesa’

aprile 27, 2020

QUANDO MUORE UN GRANDE AMICO….

L'immagine può contenere: 2 persone, meme e testo
Antonio Ingroia

 UN GRANDE UOMO, UN GRANDE GIORNALISTA.
Nelle prime ore del mattino di oggi è morto Giulietto Chiesa, un grande uomo e un grande giornalista, che per me è stato soprattutto un amico sincero e un compagno di lotte politiche e civili appassionato.
Quando muore improvvisamente un tuo amico vero e sincero come lui è come se una parte di te morisse con lui. E’ il caso di Giulietto, che, da grande giornalista di vecchio stampo qual era, aveva una qualità non tanto diffusa fra i suoi colleghi. Era sincero, franco e schietto, pronto a battersi per le sue idee senza ipocrisie e questo gli avevo provocato inimicizie e ostilità. D’altronde, il suo essere sempre “fuori dal coro” e dalla parte della verità, ma anche pronto a sollevare dubbi sulle verità consacrate, suscitava stima e rispetto perfino nei suoi avversari, mentre era amato e apprezzato da tanti suoi lettori e sostenitori.
A me piace anche ricordare la breve avventura politica che abbiamo creato e vissuto insieme con la Mossa del Cavallo e poi con la Lista del Popolo per la Costituzione, esperienza elettoralmente non fortunata soprattutto perché il progetto politico era troppo “avanzato” per l’Italia del 2018. L’idea era stata soprattutto sua, perché Giulietto aveva una grande qualità: aveva visione del mondo. Sapeva guardare lontano laddove la miopia corrente dei nostri tempi non arriva. E questo lo faceva percepire come un uomo “fuori dal tempo” perché troppo “avanti”, come sempre accade ai grandi uomini.
Oggi è giusto ricordarlo per la sua storia di grande giornalista, scrittore e intellettuale, mentre i superficiali ricorderanno solo il Giulietto polemista, spesso acceso, dimenticando che ciò che lo accendeva era soprattutto la passione per la verità per la quale si batteva sempre e a tutti i costi.
Oggi è il giorno del dolore per la sua perdita perché senza una figura come Giulietto siamo tutti più soli.
Da domani devono cominciare i giorni del ricordo perché si faccia tesoro della lezione, umana, professionale e politica che Giulietto ci ha lasciato.
Ciao, Giulietto, non ti dimenticheremo.
Antonio Ingroia

gennaio 22, 2011

Che fine hanno fatto le eurobanconote che iniziano con la Y?

Giulietto Chiesa che spara l’ennesima teoria di complotto. Secondo Giulietto le eurobanconote con il numero di serie che inizia per Y sarebbero misteriosamente scomparse, ritirate alla chetichella dalla Banca Centrale Europea perché sono quelle della Grecia che sta andando in bancarotta. L a  teoria è stata  sbugiardata impietosamente da Perle Complottiste grazie a una semplice ma rigorosa verifica dei fatti (quella che un buon giornalista dovrebbe fare prima di pubblicare), e allora il buon Giulietto che fa? Ammette di aver scritto una fesseria di dimensioni cosmiche oppure sposta i paletti e costruisce una nuova teoria di complotto? Indovinate. Chiunque voglia prendere sul serio quello che scrive Chiesa farebbe bene a riflettere su questa splendida dimostrazione di pensiero paranoico e catastrofista.(il disinformatico)

gennaio 10, 2011

Sei spoof (o contro-spot) contro le menzogne nucleari.

Dopo il video contro le menzogne del nucleare di Giulietto Chiesa (questa è la seconda versione; la prima è dopo il salto) presentato ieri, sono stati realizzati altri cinque spoof, o contro-spot (li trovate su Megachipdue) che danno una versione meno edulcorata delle centrali nucleari e dell’energia nucleare. C’è la parodia di NEUPAULPaulen, ossia Paolo Palmacci che riprende la partita a scacchi contro la morte dal film Settimo Sigillo di Bergman.Oppure lo scacco matto ideato da Legambiente.

gennaio 8, 2011

Giulietto Chiesa smaschera le menzogne del nucleare.

Era chiaro che lo spot commissionato dal Forum nucleare italiano avrebbe generato proteste, sopratutto tra i No Nuke.

In alto un gradevole e centrato esempio del perché il nucleare non debba essere riammesso in Italia. E’ promosso da Giulietto Chiesa fondatore di Alternativa.