Posts tagged ‘Gimme Shelter’

maggio 14, 2011

Gimme Shelter – The rolling stone – Buonanotte compagni e forza Pisapia!

Da un certo punto di vista, Gimme Shelter è la perfetta sintesi di tutto il disastro emotivo che per gli Stones furono i tardi anni ’60… Una sintesi che in realtà Keith Richards ci mise appena 20 minuti a mettere nero su bianco. Due i punti nevralgici della canzone: l’intro, con l’arpeggio di chitarra modellato su un classico riff alla Chuck Berry, che nelle intenzioni doveva evocare un senso quasi di terrore e smarrimento. E poi quella specie di fine del mondo tirata giù dalla vocalist Merry Clayton quando la sua voce soul attacca il famoso verso: “Rape, murder, it’s just a shot away” (“Stupro, omicidio, è tutto appena un colpo di pistola più il là”). L’uso di una voce femminile è stata – per ammissione degli stessi Stones – un’idea del produttore Jimmy Miller, ma la band ne fu entusiasta. Uscita pochi giorni dopo l’omicidio di uno spettatore al festival di Altmont, Gimme Shelter ne raccoglieva l’atmosfera paranoica e apocalittica. Atmosfera confermata anche da un episodio raccontato da Richards: durante l’ultima session di registrazione, la sua chitarra è andata in pezzi. «Neanche l’avessimo fatto apposta!».

aprile 14, 2010

Let it bleed:Gimme Shelter.

E’ un album dei rolling Stones pubblicato nel ’69. Il primo album pubblicato dopo la morte di Brian Jones, espulso dal gruppo nel giugno 69 e trovato morto nella piscina di casa sua. Midnight Rambler fu scritta a Positano dove Jagger e Richards erano in vacanza.

L’album raggiunse la prima posizione delle classifiche inglesi (spodestando Abbey Road dei Beatles) e la terza posizione nelle classifiche americane. Nel 2002 l’album venne ristampato in versione rimasterizzata dalla ABKCO.

Nonostante la canzone non sia mai stata pubblicata come disco singolo, Gimme Shelter è da sempre considerata una delle canzoni più rappresentative della carriera del gruppo, ed in genereale della musica rock, al punto che la rivista Rolling Stone, ha classificato il brano alla posizione 38 della Lista delle 500 migliori canzoni della storia.