Posts tagged ‘Gianroberto Casaleggio’

febbraio 3, 2014

ALLE FALDE DEL KILIMANGIARO…

santelli«I neri hanno la fortuna di non doversi truccare, e quindi sono più fortunati di noi.»
  (Jole Santelli, la Bella della politica)

luglio 7, 2013

Un uomo impegnato.

Beppe Grillo chiede al presidente della Repubblica un incontro, per “porre fine a questa agonia“. Bisogna sciogliere le Camere, Letta a casa, subito! Perché ci stiamo avviando verso “la catastrofe economica“, e “più tempo perdiamo, più l’Italia sprofonda“. Ok, fa Napolitano, vista l’urgenza, facciamo tra un paio di giorni, “venerdì mattina alle 11“. Mmm, troppo presto, meglio la prossima settimana rispondono dal Movimento: “Beppe non riuscirebbe ad ”essere presente per ulteriori impegni“. Questi.

 

giugno 16, 2013

L’amara fine di un giullare che volle farsi re.

Movimento 5 Stelle | Chi vota per salvare Adele Gambaro sarà espulso

Viene da chiedersi che razza di processo sia mai quello in cui chi vota diversamente da quanto deciso dal capo è passibile di espulsione. Lasciando perdere il fatto che parlare di “processo” ad Adele Gambaro, senatrice della Repubblica, fa già impressione di per sé; è un po’ come se a una giuria popolare che deve decidere dell’innocenza o meno di una persona venisse detto: “Se non votate ‘colpevole’ vi sbattiamo in galera”.

Ormai dalle parti del Movimento 5 Stelle le cose vanno così: lunedì si discuterà dell’espulsione della senatrice che ha osato criticare Beppe Grillo, ma chi voterà contro si metterà fuori da solo. Dopodiché la decisione sarà ratificata dal web. Che senso ha tutto questo? L’inghippo sta nel codice del parlamentare, che dice che “i parlamentari possono proporre l’espulsione a maggioranza. L’espulsione dovrà essere ratificata da una votazione on line sul portale del M5S tra tutti gli iscritti, anch’essa a maggioranza”.

Quindi, il voto della maggioranza dei parlamentari serve per proporre l’espulsione, sulla quale l’ultima parola spetta al “popolo del web”. Facendo tutti i salti logici necessari al proprio scopo, Vito Crimi, ex capogruppo ma tutt’ora uomo forte del M5S, argomenta così: “Chi lunedì vota contro la proposta di affidare alla rete l’espulsione, viola un principo fondamentale del movimento, è più che giusto dire che ne dovrà trarre le conseguenze”.

aprile 12, 2013

Casaleggio già candidato del centrodestra.

Era il 2004, e Gianroberto Casaleggio si candidò alle elezioni comunali di un piccolo paese in provincia di Torino, Settimo Vittone. Prese solo 6 voti, ed il suo schieramento, indipendente, arrivò ultimo, terzo su tre. Come ho scritto alcune settimane fa, alla guida della lista civica di Casaleggio, chiamata “Per Settimo“, c’era Vito Groccia, politico calabrese di lungo corso, e “militante di Forza Italia“. In squadra segnaliamo altre due presenze interessanti: l’ex socialista Roberto Zaino, fan di Bettino Craxi – andò persino in pellegrinaggio ad Hammamet, “a pregare sulla sua tomba” – e Angelo Canale Clapetto, ex Dc, poi Pdl, politico con “valori di centrodestra“. Entrambi, scrive Panorama, sicuramente “vicini a Silvio Berlusconi“. Sul nuovo numero, l’unica foto-ricordo di quell’esperienza politica.

 

settembre 9, 2012

In parlamento ci andranno e ci sarà da ridere.

Dopo le parole durissime del consigliere regionale del movimento 5 Stelle Giovanni Favia (qui il video) ecco lo stringato comunicato di risposta  di Gianroberto Casaleggio che smentisce sul blog di Beppe Grillo in modo molto sommario e lapidario le accuse, senza entrare nel merito: “Né io, né Beppe Grillo abbiamo mai definito le liste per le elezioni comunali e regionali. Né io, né Beppe Grillo, abbiamo mai scritto un programma comunale o regionale. Né io, né Beppe Grillo abbiamo mai dato indicazioni per le votazioni consigliari, né infiltrato persone nel MoVimento Cinque Stelle.” Gianroberto Casaleggio