Posts tagged ‘gheddafy’

novembre 17, 2012

L’unico che ha capito come stavano le cose.

Perché Sarkozy ce l’aveva con il Cavaliere? Perché rideva di lui? Perché lo relegava ai margini dei vertici internazionali? Ma soprattutto, perché l’allora Presidente francese decise di bombardare la Libia (non è stata una decisione solo sua, ma vabbé)? La risposta è già arrivata in Francia, e giunge direttamente da Silvio Berlusconi, in visita al centro sportivo del Milan. Non è una barzelletta, ma una delle più clamorose riscritture storiografiche del nostro ex Premier. Tutta colpa di quei manifesti giganti.
“Sarkozy ha provato invidia quando ha visto i miei manifesti giganti a Tripoli, c’ero io assieme a Gheddafi, manifesti messi in mio onore dopo la trionfale visita del colonnello  in Italia. Lì ha capito che la Francia avrebbe avuto meno influenza. Per questo Sarkozy ha bombardato la Libia”.
aprile 28, 2012

Il vizietto di sarkozy.

Mouammar Kadhafi et Nicolas Sarkozy, le 10 décembre 2007 à l’Elysée. REUTERS/Jacky Naegelen.
Cliquez ici !

Le site Internet Mediapart a publié samedi 28 avril une note des services secrets libyens signée par son chef de l’époque, Moussa Koussa, qui explique que le gouvernement libyen aurait décidé «d’appuyer la campagne électorale» de Nicolas Sarkozy pour la présidentielle de 2007 dès 2006 pour un  «montant de 50 millions d’euros». La note ne «précise pas si un tel financement a effectivement eu lieu» souligne Le Monde.

Moussa Koussa y ajoute que l’accord est consécutif au «procès-verbal de la réunion tenue le 6/10/2006, à laquelle ont participé de notre côté le directeur des services de renseignements libyens (Abdallah Senoussi) et le président du Fonds Libyen des investissements africains (Bachir Saleh), et du côté français M. Brice Hortefeux et M. Ziad Takieddine».

febbraio 12, 2012

Non gliene scappa uno.

Dunque. Per lui il dittatore libico Gheddafi era “un modello per tutto il mondo arabo”, uno che “ci apre le porte di tutta l’Africa”. Di Mubarak diceva “speriamo che il presidente egiziano continui, come ha sempre fatto, a governare il suo paese con saggezza e lungimiranza”. Con Ben Alì i rapporti erano “eccellenti”, e lo sono stati fino all’ultimo, con il nostro eroe che continuava a “sostenere convintamente” il regime tunisino, definito “importante e coraggioso”. Sappiamo com’è andata a finire.

Ora l’ex Ministro degli Esteri e deputato Pdl Franco Frattini ha deciso di dire la sua pure sul leader russo Vladimir Putin. E figuriamoci …

ottobre 30, 2011

In Libia trovate armi nucleari

In Libia sono state trovate armi nucleari. A dare l’annuncio questa sera il premier dimissionario del Consiglio di transizione libico (Cnt), Mahmud Jibril, alla tv Al Arabiya.

IL CNT – Una dichiarazione che arriva a 24 ore dallo scadere della missione Nato in Libia. Intanto si sta lavorando per organizzare una coalizione di volenterosi una volta che l’Alleanza sarà partita, ma nel Paese, secondo la denuncia di Human Rights Watch (Hrw), e’ allarme vendette tra fazioni finora contrapposte con rappresaglie e inevitabili spargimenti di sangue. Il primo ministro dimissionario del Cnt in un annuncio shock questa sera afferma che sono state trovate delle armi nucleari.

L’ANNUNCIO – Alla televisione satellitare Al Arabiya, Jibril aggiunge che l’Aiea, l’Agenzia dell’Onu per l’energia atomica, dara’ l’annuncio del ritrovamento nei prossimi giorni.

giugno 27, 2011

Mandato di arresti internazionale contro Gheddafy.

La Corte penale internazionale (Cpi) ha spiccato oggi un mandato di cattura contro Muammar Gheddafi per i crimini contro l’umanità commessi dal leader libico a partire dal 15 febbraio. L’ordinanza è stata pronunciata oggi durante un’udienza pubblica all’Aja.

I giudici hanno accolto la richiesta del procuratore della Corte penale internazionale dell’Aja, Luis Moreno Ocampo, di spiccare un mandato di cattura contro il colonnello Muammar Gheddafi per crimini contro l’umanità. La stessa richiesta è stata accolta per il suo secondogenito Saif al-Islam e per il capo dei servizi segreti libici, Abdullah al-Senussi: anche loro sono accusati di crimini contro l’umanità. La Corte ha dato mandato di spiccare subito l’ordine di arresto.

Le accuse sono quelle di crimini contro l’umanità per le repressioni condotte nei primi giorni di protesta contro il regime. In particolare, i giudici dell’Aia hanno annunciato che Gheddafi è ora ricercato per aver programmato l’uccisione, il ferimento, l’arresto e la detenzione di centinaia di civili durante i primi 12 giorni di sommosse volte a destituirlo, e per aver cercato di coprire i presunti crimini.

febbraio 22, 2011

Gheddafi: «Non mi dimetto. Schiacciate i ribelli»

GHEDDAFI PROMETTE NUOVA COSTITUZIONE
Il colonnello Gheddafi si è rivolto ai giovani promettendo da domani una nuova Jamahirya (stato delle masse), con libera stampa, diritti dei blogger, una nuova costituzione e un nuovo sistema giuridico.

ACCUSE A ITALIA E USA: RAZZI A MANIFESTANTI
Il Colonnello Muammar Gheddafi ha accusato, nel suo intervento televisivo, Usa e Italia di avere «distribuito ai ragazzi a Bengasi» razzi rpg.

«VOGLIONO TRASFORMARE LIBIA IN EMIRATO»
 
I rivoltosi «vogliono trasformare il paese in un emirato». Gli scontri di questi giorni, ha aggiunto Gheddafi, «hanno l’obiettivo di consegnare il paese all’America o a Bin Laden». «Abbiamo dato incarico di arrestare tutti questi malfattori – ha proseguito il leader libico -. saranno puniti secondo la legge».