Posts tagged ‘Gelmini’

aprile 23, 2013

Ditemi che non è vero!

Share1

gelmini ok 2Tra poche ore l’Italia avrà un nuovo governo. Nuovo si fa per dire, naturalmente, perché buona parte dei ministri sarà gente in politica o nelle istituzioni dalla culla. Molte le ipotesi che circolano sulla squadra di governo: alcune sono inquietanti, altre agghiaccianti, altre ancora semplicemente da incubo. In pole position per diventare ministro dell’istruzione c’è – udite, udite – Maria Stella Gelmini! Sì, colei che ha distrutto ciò che restava della scuola pubblica italiana, licenziando decine di migliaia di insegnanti e riducendo drasticamente le borse di studio. La ministra dell’osceno governo Berlusconi si è distinta più per gli insulti ai docenti e agli studenti universitari, che per le cose positive fatte. Proprio per questo potrebbe essere premiata. In alternativa alla Gelmini, secondo Il Giornale e Piazzapulita, c’è Mario Mauro, già deputato del Pdl, oggi esponente di Scelta Civica. Insomma, c’è da mettersi le mani ai capelli, c’è da rabbrividire. C’è da sperare che tali ipotesi siano smentite. Altrimenti è facile prevedere che milioni di insegnanti e studenti si riverseranno nelle piazze per dire no al simbolo del declino della nostra scuola: Maria Gelmini. La berlusconiana di ferro che ora potrebbe avere l’appoggio del Pd.

novembre 2, 2012

Stampa libera… un par di palle.

“Lei sta facendo un danno a Berlusconi con quello che dice, non gli sta facendo un favore! …. Non ho capito, ma per chi lavora lei? … E’ pagato dal Pd o da Berlusconi?”.

Agorà, Rai 3, Mariastella Gelmini si rivolge così al vicedirettore del Giornale Salvatore Tramontano. Interessante che un deputato della Repubblica, nonché ex ministro dell’Istruzione (…), abbia questa  concezione del giornalismo, della libertà di stampa e di pensiero, della democrazia. Interessante che abbia questa considerazione delle persone “politicamente” e “giornalisticamente” a lei vicine. Ma probabilmente non c’è da sorprendersi, temo sia stata abituata così.

giugno 20, 2012

peggio della Gelmini.

Slasch16 per Informare per Resistere.
Economia,politica,attualità.
Pensavamo di avere toccato il fondo della demenza con l’ex ministro dell’istruzione laureata in Calabria, con la parlata bresciana, quella che aveva detto: nessuna dietromarcia, ed invece scopriamo che una con un curriculum impressionante è più incapace di lei, poi ci chiediamo come mai l’Italia va male e l’Europa pure, Elsa Fornero è ancora più bolsa della Gelmini.
E pensare che ha un storia, un curriculum impressionante. Figuratevi gli altri.

Professore ordinario di Economia politica presso la Facoltà di Economia dell’Università di Torino, insegna Macroeconomia ed Economia del risparmio, della previdenza e dei fondi pensione (in inglese). Le sue ricerche scientifiche riguardano i sistemi previdenziali, pubblici e privati, le riforme previdenziali, l’invecchiamento della popolazione, le scelte di pensionamento, il risparmio delle famiglie e le assicurazioni sulla vita.

È Coordinatore Scientifico del CeRP (Centre for Research on Pensions and Welfare Policies, Collegio Carlo Alberto).

È Honorary Fellow del Collegio Carlo Alberto, Membro del Collegio Docenti del Dottorato in Scienze Economiche dell’Università di Torino e del dottorato in Social Protection Policy presso la Maastricht Graduate School of Governance (Università di Maastricht), di cui è anche docente, membro del Nucleo di Valutazione della Spesa Previdenziale, costituito presso il Ministero del Welfare, membro del Comitato Scientifico dell’Observatoire de l’Epargne Européenne (Parigi), membro del comitato editoriale della Rivista Italiana degli Economisti, editorialista del quotidiano economico e finanziario il Sole 24 ore.

Dal 1993 al 1998 è stata consigliere comunale al Comune di Torino, eletta con la lista “Alleanza per Torino” a sostegno del sindaco di centro-sinistra Valentino Castellani.

È stata Vice Presidente del Consiglio di Sorveglianza di Intesa Sanpaolo (2010-2011)[2][3][4], Vice Presidente della Compagnia di San Paolo (2008-2010)[5], membro del Consiglio direttivo della Società Italiana degli Economisti (2005-2007), membro del Comitato Scientifico di Confindustria (2005-2006), membro della commissione di esperti valutatori presso la World Bank (2003-2004), con l’incarico di valutare il ruolo di assistenza svolto dalla Banca nell’attuazione delle riforme previdenziali di paesi con economie di transizione, membro della commissione di esperti della Task Force su “Portability of Pension Rights and Taxation of Pension Schemes in the EU” costituita presso il CEPS (Center for European Policy Studies), Bruxelles (2001-2003), membro della Commissione Ministeriale di esperti indipendenti per la verifica previdenziale (2001), componente del Comitato Scientifico del Mefop (2000-2003).

Nel 2001 ha ricevuto (ex aequo con Ignazio Musu) il Premio Saint Vincent per l’Economia.

Nel 2003 ha ricevuto (ex aequo con Olivia Mitchell) il Premio INA-Accademia dei Lincei per gli studi in materia assicurativa.

È moglie dell’economista Mario Deaglio con cui ha una figlia di nome Silvia, Professore Associato presso la Facoltà di Medicina di Torino, e un figlio di nome Andrea, regista.
Ministro del Lavoro e delle politiche sociali
Ieri è uscita su tutti i giornali che gli esodati sono 390 mila e non 65 mila, come aveva scritto l’Unità il 16 aprile e come va dicendo la Camusso da mesi subendo gli attacchi di chi, giovane o vecchio che sia, accusa la Cgil di essere una casta in questo gioco al massacro che non risparmia più nessuno.
Tratto da: Molti di noi erano convinti che un ministro più incapace della Gelmini non esistesse, non avevamo ancora scoperto la Fornero. | Informare per Resistere http://www.informarexresistere.fr/2012/06/12/molti-di-noi-erano-convinti-che-un-ministro-piu-incapace-della-gelmini-non-esistesse-non-avevamo-ancora-scoperto-la-fornero/#ixzz1yKqhTVtg
– Nel tempo dell’inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario!

giugno 8, 2012

per chi pensava di aver visto il peggio con la Gelmini.

maggio 28, 2012

Nel PDL se la suonano e se la cantano.

Dunque, l’onorevle Pdl Nunzia De Girolamo scrive su twitter che ha la cucina allagata, e che è tutta presa ad asciugare con pezze e pezzette. La deputata è incinta, e quindi l’ex Ministro dell’Istruzione e collega di partito Mariastella Gelmini pensa bene di fare la seguente battuta (salvata grazie alla prontezza di riflessi di menteattuale):

Ma dopo pochi secondi il pentimento – ommamma!, ho scritto che il Pdl fa acqua da tutte le parti! – ed ecco che il tweet sparisce come per magia. Ricordiamo che la Gelmini, pubblicamente, aveva detto che “non c’è nessun Pdl nel caos“, e che per ripartire non servirà “nessuno stravolgimento“.

—————-

Update: la cosa finisce sul Corriere della Sera.

marzo 16, 2012

La supercazzola.


Braccobaldo show. Scusate la fiducia.

marzo 11, 2012

Se Socrate fosse nato oggi avrebbe fatto il barman.

In tempo di crisi economica si adegua anche la scelta della scuola: le famiglie preferiscono percorsi a breve e medio termine. Così ora primeggiano le scuole alberghiere e gli istituti tecnici.
O.t. oggi su Il Misfatto de Il Fatto Quotidiano le vignette: “Chi tiene” (manifestazione Fiom) e “Distrazio

febbraio 23, 2012

Aveva ragione la Gelmini.



Einstein VS Neutrini: 1-0

settembre 30, 2011

Incidente nel tunnel Ginevra-Gran Sasso.

Maria Stella hai vinto il premio di ministro più idiota della storia della Repubblica. Peggio di Calderoli.

settembre 25, 2011

Grande Gelmini

la smentita è stat più ridicola della dichiarazione.