Posts tagged ‘gay pride’

giugno 23, 2012

CENTOMILA IN CORTEO PER IL GAY PRIDE. SLOGAN CONTRO ISRAELE.

Un slogan contro Israele su un furgone dei centri sociali. A metà del corteo un’auto sorregge un cartello che recita: «Boicotta il turismo in Israele». Sullo stesso mezzo anche la scritta Smash The Apartheid Wall.

IL CORTEO CRESCE
Cresce a vista d’occhio la partecipazione al corteo del Gay pride oggi a Roma. Un fiume di persone, alcune migliaia, sta adesso sfilando davanti al Colosseo in direzione di piazza della Bocca della Verità, dove si concluderà il corteo e la manifestazione. Tra techno, hiphop, house, Queen e gli inevitabili Village People il serpentone al completo dei suoi 15 tir continua a snodarsi in allegria, finalmente sotto una temperatura ben più sopportabile della partenza. Gli organizzatori dal RomaPride pochi minuti fa hanno urlato dal carro ufficiale della sfilata, alla testa del corteo, la cifra di centomila partecipanti alla manifestazione per diritti degli omosessuali.

LO SLOGAN “VOGLIAMO TUTTO”
È partito con lo slogan «vogliamo tutto» e la colonna sonora ‘I want it all’ dei Queen il Gay Pride 2012. La parata dell’orgoglio gay sta procedendo da piazza della Repubblica e dopo aver attraversato le vie centrali della capitale arriverà in piazza Bocca della verità. La manifestazione, come di consueto, è ricca di maschere, travestimenti, colori e slogan. »Vogliamo tutto – spiega Andrea Berardicurti del circolo Mario Mieli – gli stessi diritti delle coppie etero.

giugno 11, 2011

A Roma sfila allegramente l’europride

 L’Europride ha invaso le strade della città per rivendicare ‘diritti e orgoglio gay’ come recita lo striscione che ha aperto il lunghissimo corteo (Guarda il video di Irene Buscemi). A partecipare ci sono proprio tutti, dal Circolo Mario Mieli, all’Arcigay, fino alle associazioni dei genitori arcobaleno che rivendicano dignità per i propri figli. Grandissima attesa per il concerto di Lady Gaga. Sarà lei, infatti, la grande attrazione della serata, che chiuderà la manifestazione con un concerto al Circo Massimo. In piazza anche l’ex deputato di Rifondazione Vladimir Luxuria che marcia contro una classe politica “trasgressiva di notte ma bigotta di giorno” (leggi l’articolo). Si affaccia alla sfilata anche la presidente della Regione Lazio Renata Polverini che viene accolta da fischi e urla. Qualche episodio di intolleranza: in Piazza San Giovanni il movimento cattolico Milithia Christi ha organizzato un sit in di protesta cercando di raggiungere la parata. Al Colosseo, invece, un gruppo di militanti di Forza nuova ha srotolato uno striscione con scritto: “Roma capoccia della tradizione” e il disegno di una croce celtica.

maggio 15, 2011

Il Gay Pride a casa di Fidel

A  Cuba i  diritti per gli omosessuali vengono discussi grazie all’impegno della figlia di Raul Castro

Dopo le riforme economiche annunciate da Raul Castro forse si apre la speranza anche per la comunità LGBT che vive nel regime comunista di Cuba. Dopo decenni di persecuzione sembra che la promessa apertura della dittatura possa portare anche diritti per chi è gay. In prima fila c’è la figlia del nuovo presidente, Mariela Castro, sessuologa e responsabile del Centro nazionale per l’educazione sessuale.

giugno 27, 2010

Gay pride a Napoli, centocinquantamila presenze.

C’erano 150mila persone a Napoli per il variopinto e coreografico corteo del Gay Pride, partito da piazza Cavour e giunto a piazza del Plebiscito.

L’orgoglio omosessuale e’ sfilato nel cuore di una città che ha accolto senza pregiudizi il messaggio lanciato dagli organizzatori: ”Basta omofobia”. Il ministro per le Pari Opportunita’ Mara Carfagna si e’ detta ”contenta per l’evento, svoltosi all’insegna del rispetto e della pacificazione”. Tra i partecipanti anche i gay cattolici.