Posts tagged ‘Franco Battiato’

marzo 27, 2013

Sicilia: Crocetta revoca l’incarico a Battiato.

Il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, ha deciso di revocare l’incarico di assessore regionale al Turismo al maestro Franco Battiato.

Come definireste la Santanchè? Come definireste Alfano? Come definireste Maurizio Lupi?Come definireste mario Monti?

L’Italia per bene e moderata non può sopportare di essere offesa da un mascalzone come Franco Battiato. Può però sopportare un signore che ha detto che Eluana Englaro poteva partorire e che mangano,  suo stalliere, noto mafioso, era un eroe.

da vomito!!!!!

febbraio 24, 2013

Tristi presagi.

Presagi funebri, in provincia di Varese.

febbraio 24, 2013

Nando Mericoni ovvero Berlusconi parla con la stampa estera.

Parla con la stampa estera masticando un linguaggio incomprensibile. per grazia di Dio domani è finita.

febbraio 7, 2013

Sono scappati con la cassa.

”Non c’e’ un euro, non si puo’ lavorare chiaro. Il presidente Crocetta deve trovare fondi europei. Nelle casse dell’assessorato al Turismo non c’e’ un euro, hanno rubato tutto”. Lo dice l’assessore regionale al Turismo Franco Battiato in conferenza stampa a Palermo.

“Io pentito di fare l’assessore? No, sono qui per la mia terra: per dare e non per depredare”, ha detto Battiato.

“Io assessore assente? Di che cosa parliamo? Io faccio un altro lavoro, è chiaro? Quando il presidente mi contattò gli dissi che avevo già dei contratti firmati per il mio tour. E poi porto la mia terra a Parigi, ad Amburgo, a Bruxelles. Non sono un burocrate, devo fare un programma culturale per la Sicilia. Quindi lo posso fare anche dal letto: chiaro?”.

novembre 24, 2012

Assessore alle meccaniche celesti.

novembre 24, 2012

Antonino Zichichi neo-assessore della giunta Crocetta.


Rosario Crocetta neo presidente della Regione Sicilia (nella foto in alto) ha nominato quattro nuovi assessori: Antonino Zichichi assessore ai beni culturali, Nelli Scilabra studentessa universitaria assessore alla Formazione con Francesca Basilico D’Amelio, funzionaria del ministro dell’Economia assessore al Bilancio e Mariella Lo Bello, ex segretario della Cgil di Agrigento assessore al Territorio e Ambiente. Su LiveSicilia il live delle nomine. Gli assessori precedentemente nominati sono Franco Battiato assessore al Turismo (ma lui già pensa di cambiare nome all’assessorato in Meccaniche Celesti), la figlia di Paolo Borsellino, Lucia e il pm antimafia Nicolò Marino con Linda Vancheri, funzionaria di Confindustria. E entro domani la Giunta dovrebbe essere poi completata.

Crocetta ha motivato così la nomina di Zichichi:

L’incarico a Zichichi ha l’obiettivo di valorizzare il patrimonio culturale della Sicilia, grazie all’apporto di uno studioso di fama internazionale. Una scelta che conferma la mia intenzione di varare una giunta di alto profilo svincolato dalle logiche e dai veti dei partiti.

Ecoblog segue da tempi non sospetti sia Rosario Crocetta sia Antonino Zichichi e ecco le nostre valutazioni.

Continua a leggere: Antonino Zichichi (scettico dei cambiamenti climatici) nominato in Sicilia assessore da Rosario Crocetta

novembre 6, 2012

Franco Battiato, il cantautore-assessore della Regione Sicilia

 
Franco Battiato, il cantautore-assessore della Regione Sicilia.

Per i più è conosciuto come uno dei cantautori più originali ed eclettici del panorama nostrano (dagli esordio sperimentale alle prime incisioni di musica leggera, dall’elettronica all’avanguardia fino alla musica operistica e sacra). Ma Franco Battiato non è solo un musicista. Studioso di esoterismo, regista, pittore, sicuramente poeta, e da oggi assessore alla Cultura della neonata giunta regionale siciliana di Rosario Crocetta. La notizia era nell’aria già dalla scorsa settimana ed oggi è arrivata l’ufficialità in una conferenza stampa a Catania, alla quale ha preso parte anche il Maestro, che abita a Milo, paesino alle pendici dell’Etna.

Franco Battiato, però, nel corso di questa sua nuova esperienza non vorrà essere chiamato assessore, come ribatte ironicamente ad un cronista che lo interpella con l’epiteto che da oggi in poi lo distinguerà a Palazzo dei Normanni. «La parola assessore mi offende, preferisco essere chiamato Franco», ha detto Battiato.

L’unico progetto utile che posso fare è quello di trovare uno spazio, ma ne devo ancora parlare con Crocetta perché non ne abbiamo discusso fino in fondo, una classe speciale. Non faccio politica, non voglio assolutamente avere a che fare con politici.

«Scendo in campo volentieri -ha aggiunto- seppur parzialmente, perché non posso e non voglio cambiare mestiere. Non faccio politica e non voglio avere a che fare con politici». E poi anticipa un punto chiave della sua attività per la Regione: «Quello che io e Rosario vogliamo fare è mettere la Sicilia in correlazione con il resto del mondo attraverso eventi specifici. Con l’America come con la Cina. E non servono molti soldi per farlo». E a tal proposito, Battiato ha sottolineato che rinuncerà allo stipendio di assessore. Questo, oltre alla garanzia di «un impegno limitato, mirato a progetti», era uno dei presupposti avanzati da Battiato per accettare l’incarico offertogli da Crocetta.

continua su: http://www.fanpage.it/franco-battiato-il-cantautore-assessore-della-regione-sicilia/#ixzz2BTBJ21jn
http://www.fanpage.it

agosto 29, 2011

Franco Battiato-Voglio Vederti Danzare

febbraio 17, 2011

Franco Battiato – La cura.

A volte non sono solo canzonette.

giugno 30, 2010

Povera patria.

Povera patria! 
Schiacciata dagli abusi del potere
di gente infame, che non sa cos’è il pudore,
si credono potenti e gli va bene 
quello che fanno e tutto gli appartiene.
Tra i governanti, 
quanti perfetti e inutili buffoni!
Questo paese è devastato dal dolore…
ma non vi danno un po’ di dispiacere
quei corpi in terra senza più calore?
Non cambierà, non cambierà
no cambierà, forse cambierà.
Ma come scusare
 le iene negli stadi e quelle dei giornali?
Nel fango affonda lo stivale dei maiali.
Me ne vergogno un poco, e mi fa male
vedere un uomo come un animale.
Non cambierà, non cambierà
si che cambierà, vedrai che cambierà.
Si può sperare
 che il mondo torni a quote più normali
che possa contemplare il cielo e i fiori,
che non si parli più di dittature
se avremo ancora un po’ da vivere…
La primavera intanto tarda ad arrivare