Posts tagged ‘fondo salvastati’

ottobre 11, 2012

Markus Kerber, l’uomo che fermò il MES

 Markus Kerber

Markus Kerber è il professore della Technical University di Berlino che ha il fermato il MES, il fondo salva-stati che istituisce un’organizzazione finanziaria con tali e tanti poteri da creare di fatto un’entità sovranazionale incontrollabile, un buco nero nella sovranità dei popoli europei. Markus è stato l’ispiratore della sequenza di 37mila ricorsi alla Corte Costituzionale di Karlsruhe che avrebbe poi obbligato l’organo supremo tedesco a imporre significative limitazioni al delirio di onnipotenza pensato dai creatori del MES. L’istituto finanziario, che è stato inaugurato lunedì 8 ottobre in Lussemburgo, non potrà infatti chiedere all’infinito soldi alla Germania, come era scritto chiaramente nel trattato che noi abbiamo firmato senza colpo ferire. Non senza l’autorizzazione esplicita del Parlamento, e dunque non senza il viatico del popolo sovrano. Inoltre, cade l’inviolabilità assoluta e suprema dei documenti e dei verbali collegiali dell’organismo, che non potrà così derogare a quel principio di trasparenza che è alla base di qualunque democrazia che si possa fregiare di questo nome. E se la Germania sarà costretta al passaggio parlamentare prima di conferire nuovi capitali nel MES, abbiamo significative speranze di poter cambiare il trattato in un senso coerente anche noi, visto che l’art.11 della nostra Costituzione consente limitazioni della sovranità, ma solo in condizioni di assoluta parità con gli altri Stati.

LEGGI TUTTO…

luglio 3, 2012

Monti disegna la nuova Europa.

Reality Check

Reality Check

giugno 28, 2012

E se mettessimo una bella patrimoniale?

monti sulla copertina di timeROMA – E se a Bruxelles dovesse andar male? Se il supervertice, come quasi sempre è accaduto, si risolvesse nell’ennesimo nulla di fatto? Nel caso il Consiglio Europeo si riveli un insuccesso la più grande preoccupazione del Governo è che i mercati, alla riapertura di lunedì 2 luglio, possano punire duramente l’Italia con un rialzo insostenibile dello spread. D’altra parte Mario Monti si gioca tutto proprio sulle misure abbassa-spread. Un lunedì nero è da mettere in conto. Per questo il presidente del Consiglio ha ordinato ai suoi ministri di non allontanarsi da Roma, di essere sempre raggiungibili. L’esito dell’incontro non è affatto scontato, si tratterà a oltranza, si sbatteranno i pugni sul tavolo: “Non ci sono soluzioni pronte su cui i leader devono solo mettere una firma” ha detto Monti alla Camera. Quindi maratona diplomatica fino all’ultimo minuto utile. Poi potrebbe scattare il piano B, quello più infausto.

giugno 3, 2012


Un destino annunciato fin dal suo inizio, quello dell’euro, non una crisi improvvisa e imprevedibile come le vicende che stanno attraversando attualmente il Vecchio Continente avrebbero la pretesa di far credere. Questo è quanto ci vuole ricordare Jean Pisani-Ferry, Direttore dell’Istituto Breugel (fino a pochi mesi fa presieduto da Mario Monti e oggi da Jean-Claude Trichet) e Professore di economia all’Università di Parigi – Dauphine nel suo intervento su Project Syndicate.

Continua a leggere »

maggio 31, 2012

Rinegoziare il memorandum, per la Grecia e non solo!

Se all’uscita della Grecia dall’euro si attribuiscono sempre maggiori probabilità, non è ancora del tutto chiaro quali sarebbero le reali conseguenze di tale evento sull’economia europea e su quella mondiale più in generale. E in verità sono ormai molte e spesso contraddittorie le opinioni che si confrontano, in una sequenza che va dalla possibilità che la stessa economia ellenica ritrovi un suo miglior equilibrio attraverso il deprezzamento del cambio dopo un primo periodo di aggiustamento, a dinamiche di contagio finanziario a livello globale.

Continua a leggere »

aprile 8, 2012

Fermiamo l’ESM. L’Italia non deve aderire. Ecco la mozione.

PalermoReport e l’economista Lidia Undiemi tornano alla carica. I margini di tempo si restringono e gli italiani devono assolutamente impedire che il Governo ed il Presidente della Repubblica ratifichino l’ingresso del Paese nel Meccanismo Economico di Stabilità. Le motivazioni sono già state esaurientemente spiegate ed illustrate, ed inoltre vengono rimarcate dalla MOZIONE in allegato. La mozione può essere scaricata, firmata ed inviata a tutti i politici, al Governo ed al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.Vi chiediamo di compilare il form presente su palermoreport.it, al fine di fornirci un’idea delle vostre adesioni. E’ in ballo la sovranità nazionale.
Si chiede:
ai parlamentari nazionali di esprimere voto contrario alla ratifica della modifica dell’art. 136 del Trattato sul Funzionamento dell’UE;
al Presidente del Consiglio Mario Monti di spiegare ai cittadini italiani “luci ed ombre” del trattato ESM mediante dibattiti pubblici e di valutare proposte alternative di soluzione alla crisi;
al Presidente della Repubblica di non autorizzare la ratifica e di riferire pubblicamente le motivazioni del grande silenzio sui reali termini dell’entrata in vigore dell’ESM.

 

nocensura.com

fonte