Posts tagged ‘fiorentina’

giugno 27, 2013

Ciao Stefano.

   E’ morto oggi Stefano Borgonovo, ex calciatore del Milan, della Fiorentina e della nazionale che lottava da lungo tempo contro la Sla.

Borgonovo, 49 anni, attaccante – tra le tante altre squadre di Como, Milan, Fiorentina, Pescara e Brescia – nel settembre 2008 aveva annunciato di essere malato di sclerosi laterale amiotrofica, una malattia che ha colpito vari sportivi, ed essere ormai in grado di comunicare solo grazie ad un sintetizzatore vocale. Nacque allora la fondazione che porta il suo nome, una onlus che sostiene la ricerca contro la Sla. Per raccogliere fondi l’8 ottobre 2008 allo stadio Artemio Franchi di Firenze, Fiorentina e Milan erano scese in campo per una amichevole dedicata allo sfortunato giocatore. L’anno dopo allo stadio Luigi Ferraris di Genova, gli sportivi genovesi di Genoa e Sampdoria si affrontarono in una partita a scopo di beneficienza, ‘Uniti contro la Sla’, sempre per raccogliere fondi. Dopo qualche anno dall’addio al calcio giocato, aveva intrapreso la carriera di allenatore con le giovanili del Como, ma già nel 2005 i problemi di salute lo avevano costretto ad abbandonare.

maggio 3, 2012

Un bel calcio in culo ci stava meglio.

Diseducativo è stato diseducativo, certo. Da condannare, come si dice nei salotti televisivi. Ma che sfogo!
E ancora una volta il calcio diventa una potente metafora del momento sociale.

Ricostruiamo la scena: Adem Ljajic è un calciatore della Fiorentina, squadra che dopo un annata disastrosa (rispetto al valore della squadra e ai suoi contratti) rischia la retrocessione in B e sta perdendo in casa 0-2 col Novara penultimo in classifica.
Ljaijc sta giocando da schifo, senza voglia, senza corsa, senza passione e l’allenatore Delio Rossi lo sostituisce. A quel punto il ragazzino ventenne, ricco e viziato milionario della pedata, nell’andare in panchina prende in giro il proprio allenatore, lo applaude ironicamente davanti a uno stadio intero. Umilia un uomo di oltre cinquant’anni (che anche lui guadagna fior di soldini, va detto) che in quel momento è al culmine della tensione perchè sa che sta rischiando il posto e la carriera.
Come si sa la guida tecnica paga per tutti in questi casi.
E Delio Rossi che fà? Invece di abbozzare come tanti altri allenatori umiliati dai semi-dei del pallone, si gira verso la panchina e lo redarguisce duramente e quando il giocatore insiste ha un momento di black out, un raptus, si avventa su di lui e gli molla due-tre ceffoni nello sbigottimento generale!!