Posts tagged ‘Ferrara’

gennaio 25, 2015

Un pezzo di merda se ne va. Finalmente.(ma non vi illudete)!

elefantino jpg sciarpaPer il Bastian contrario la notizia del cambio di direzione a Il Foglio potrebbe essere succulenta, dal momento che il sottoscritto non ha mai condiviso la passione di Giuliano Ferrara prima per Craxi poi per Berlusconi. Invece ora mi scappa un applauso per la sua “uscita” di scena (che provvederà subito a smentire nei fatti).

novembre 17, 2011

Bob Dylan If You See Her, Say Hello – Buonanotte compagni.

Un grande che ci canta questa dolce ballata.

Sono confuso compagni a sentire quel porco di Ferrara che sbertuccia Monti. Un governo di destra di persone serie alla fine è sempre meglio di un governo di destra di ladri, cialtroni e puttane.

L’alternativa  a mio avviso è questa: il governo può avere successo risanando i conti pubblici impoverendoci, oppure può fallire impoverendoci senza riuscire a risanare i conti pubblici.In ogni caso dopo venti anni di Berlusconi almeno si respira. e adesso a vedere Santoro.

 

ottobre 31, 2011

Ferrara al posto di Santoro.

maggio 3, 2011

Ognuno ha il suo Bin Laden

aprile 12, 2011

L’Agcom punisce Report e dimentica Ferrara.

L’autorità garante delle comunicazioni impone alla Gabanelli di parlar bene di Tremonti per par condicio. Ma Qui Radio Londra invece non va punito

Lo aveva annunciato Milena Gabanelli durante l’ultima puntata di Report: l’Autorità Garante delle Comunicazione aveva “punito” la trasmissione di Rai Tre, per la puntata dedicata al ministro dell’Economia Giulio Tremonti, imponendogli di “parlare bene” di via XX Settembre. Ma soprattutto, ha perdonato Giuliano Ferrara per Qui Radio Londra. Ne parla Marco Lillo sul Fatto Quotidiano:

In attuazione del principio dello scodinzolo, la delibera dell’Ag com “dispone che la Rai è tenuta ad assicurare il diritto di replica ai fini del riequilibrio della trasmissione, in relazione al programma Report andato in onda il 24 ottobre del 2010 (una serrata critica alla manovra di luglio del ministro Giulio Tremonti, ndr) mediante la diffusione di una nuova puntata che dia spazio anche a voci e a testimonianze positive e/o internazionali, relative alla manovra economico-finanziaria del ministero dell’Economia, al fine dell’effettivo ripristino dei principi di obiettività, completezza e imparzialità dell’informazione”.

marzo 16, 2011

Ferrara non piace e fa flop.

Il Tg1 lascia in eredità al direttore de Il Foglio quasi sette milioni di utenti, ma l’Elefantino ne fa scappare un milione. Che poi tornano per vedere i pacchi

Giuliano Ferrara ha fatto peggio di tutti. La prima puntata di Qui Radio Londra, andata in onda ieri sera, ha ricevuto in eredità dal Tg1 6 milioni 881 mila telespettatori (25,70 per cento di share) riuscendo a farne scappare subito un milione e attestandosi al 20,63% di share. Nessuno, nella striscia quotidiano post telegiornale, aveva fatto peggio. Anche Riccardo Berti nel ciclo di Batti e Ribatti nel 2005 registrò il 24,61% alla prima puntata, mentre il ciclo condotto da Pierluigi Battista nel 2004 conquistò oltre otto milioni di spettatori (28,94% di share). E nel 2006, l’allora direttore del Tg1 Clemente Mimun alla puntata d’esordio del Dopo Tg ottenne il 26,71%. Senza citare i dati dello storico Il Fatto di Enzo Biagi.

marzo 4, 2011

RAI FORMATO EXTRALARGE TRE ANNI CON GIULIANO FERRARA.

Si scaldano i motori del nuovo format del giornalista smutandato che andrà in onda tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dopo il Tg1 delle 20.00. Una striscia quotidiana che il Servizio pubblico pagherà a caro prezzo: 500mila euro a stagione per due anni più un terzo opzionale. Per fare posto al rinnovato maître à penser del berlusconismo della prim’ora, il direttore generale della Rai Mauro Masi ha superato se stesso: trattativa lampo, studi pronti in un attimo e consiglio d’amministrazione all’oscuro di tutto nonostante il palinsesto fosse stato approvato solo poche settimane fa. Un altro tassello del “nuovo servizio pubblico” targato Pdl, con Ferrara, Bruno Vespa e Vittorio Sgarbi in prima serata. Per Masi è un bottino da spendere con il Cavaliere che dovrà decidere la sua prossima prestigiosa destinazione: una poltrona nei Cda di enti pubblici del calibro di Eni, Finmeccanica, Enel o Terna

ottobre 1, 2010

Le società off-shore di Berlusconi. Intervento di Travaglio ad annozero del 30/09/2010

Mentre buona parte degli italiani stenta ad arrivare a fine mese berlusconi continua ad arricchirsi a spese della povera gente.

Continuate a votarlo.

settembre 11, 2010

Nencini lecca il culo al PD

Bersani, Fassino, Pezzotta, Polverini, Bocchino… Il Partito socialista si prepara ad accogliere i tanti vip che scenderanno a Ferrara in occasione della festa nazionale dell’Avanti, che si terrà a Ravalle, frazione nord della città estense.

Per  “si tratta di un appuntamento di straordinaria importanza per la qualità degli ospiti che hanno aderito e per la particolare delicatezza del momento politico nel quale la festa si inserisce”.

C’è da rimanere mortificati vedere il comportamento servile di Nencini nei confronti del PD,che invece di recuperare l’unità dei socialisti strizza l’occhio a chi gli promette un posto in parlamento.
Gli sforzi di pochi compagni di base sono inutili e  svaniscono nel nulla.
L’occasione della festa AVANTI! gloriosa testata Socialista avrebbe dovuto essere  un momento di orgoglio di tutti i Socialisti per divulgare all’esterno il nostro pensiero di società.
Diventa invece un’ulteriore occasione di mortificazione della nostra autonomia e dignità.

agosto 23, 2010

A Ferrara la festa nazionale dell’avanti.

Dal 14 al 19 settembre si svolgerà a Ferrara- Ravalle la Festa nazionale dell’Avanti! della domenica, organizzata dalla Direzione del PSI in collaborazione con il Comitato Regionale PSI dell’Emilia Romagna e con la Federazione PSI di Ferrara.

Si tratta di un appuntamento importante per tutta la comunità socialista che riprende dopo un’interruzione protrattasi per lunghi anni.