Posts tagged ‘femore’

marzo 16, 2013

Salute: 1 anziano su 3 a rischio frattura. Femore, 94mila ricoveri/anno.

Salute: 1 anziano su 3 a rischio frattura. Femore, 94mila ricoveri/anno

(ASCA) – Roma, 15 mar – Un anziano su tre rischia di cadere e fratturarsi. Considerando che nei prossimi 50 anni nel mondo si passera’ dai 600 milioni di anziani a 50 miliardi – con la conseguenza di dover fare i conti con una serie di patologie tipiche di questa eta’ fra le quali la frattura di femore sara’ sempre piu’ diffusa – si assistera’ ad un incremento esponenziale di interventi di protesi di anca dopo una caduta. Con una tipologia specifica di paziente che fara’ numeri molto significativi: il grande anziano fratturato.

Se ne e’ discusso a Roma nel corso del convegno ‘Chirurgia protesica dell’anca nel grande anziano, approccio multidisciplinare’, nell’Aula Magna dell’Ospedale Forlanini.

Le fratture di femore nel paziente anziano costituiscono un importante problema sanitario con dimensioni imponenti: ogni anno in Europa si registrano circa 500.000 nuovi casi.

In Italia, ogni anno, si contano 94.000 ricoveri solo tra gli over 65 e in quasi otto casi su dieci (78%) si tratta di donne.

luglio 15, 2010

I danni dell’alcool sulle ossa.

Troppo alcool da giovani, drink e sbornie varie mandano in tilt i geni che proteggono dall’osteoporosi.
A sostenerlo è uno studio della Loyola University Health System, negli Usa, che ha trovato conferme sui topi all’equazione tra alcol in eccesso e fragilità ossea. I ricercatori hanno scoperto che fino a 300 geni legati alla salute ossea sono inibiti dal consumo esagerato d’alcol. I forti bevitori, che arrivano a buttar giù dai 4 ai 15 drink alcolici in una sola occasione, possono autoinfliggersi danni per anni.
Persino 3 anni di assoluta astinenza non sono sufficienti per ripristinare l’attività dei geni alterati, spiegano i ricercatori guidati dal biologo John Callaci.
I geni che regolano la “forza” di femori e tibie lavorano attraverso RNA, messaggeri del Dna che funzionano come modello per costruire le proteine, alla base di ossa e altri tessuti. L’alcol influenza effettivamente queste vie molecolari, con danni quasi permanenti. Lo studio potrà offrire anche nuove prospettive per la ricerca di farmaci in grado di spegnere la dipendenza da alcol.