Posts tagged ‘Fecondazione assistita’

febbraio 12, 2013

Respinta la legge 40 sulla fecondazione assisita dalla Corte di Strasburgo: adesso va adeguata alla Carta Europea dei diritti dell’Uomo

Respinto, dalla dei diritti umani il ricorso del governo italiano contro la sentenza dello scorso agosto che aveva bocciato la sulla . fecondazione 250x300 Respinta la legge 40 dalla Corte di Strasburgo: adesso va adeguata alla Carta Europea dei diritti dellUomoA renderlo noto Filomena Gallo dell’associazione Luca Coscioni e Nicolo’ Paoletti, difensore della coppia Costa Pavan da cui era partito il ricorso, secondo i quali ora ”la dovra’ essere adeguata alla Carta europea dei diritti dell’Uomo, come previsto dalla sentenza della stessa Corte lo scorso 28 agosto, prevedendo l’accesso alle di medicalmente assistita anche per le coppie portatrici di patologie trasmissibili ai figli”. ”Il rigetto della difesa del Governo della – sottolineano – conferma l’orientamento delle Corti Internazionali che avevano gia’ condannato l’Italia con decisione all’unanimita’ e della Corte inter americana dei diritti dell’uomo che lo scorso dicembre ha stabilito che l’accesso alla rientra tra i diritti umani meritevoli di tutela.

Attualmente solo le coppie infertili hanno accesso a trattamenti di Procreazione medicalmente assistita e possono chiedere di conoscere lo stato di salute dell’embrione; oggi anche a tante coppie sara’ possibile accedere a queste e non trasmettere gravi di cui esse sono portatrici. Oggi e’ stata eliminata una dolorosa discriminazione nell’accesso alle cure. Oggi ancor piu’ il futuro Parlamento non potra’ piu’ ignorare i diritti di tante persone e cancellare la ”.

febbraio 7, 2013

Quando la natura stupisce.

Un albatros di 62 anni depone uovo e cova piccolo Un albatros di 62 anni depone uovo e cova piccolo

(di Alessandra Baldini)

NEW YORK – Wisdom ha almeno 62 anni ed è di nuovo mamma: non è l’ultimo caso di fecondazione assistita estrema ma un miracolo nel mondo degli animali. In una remota isola del Pacifico una femmina di albatros considerata uno degli uccelli di età più avanzata che si conoscano al mondo, ha sfornato un uovo e covato un uccellino.

Madre e bebé stanno bene, hanno annunciato al settimo cielo gli scienziati del Midway Atoll National Wildlife Refuge. Uccelli della specie di Wisdom, un albatros di Laysan, muoiono di solito a metà della sua età, hanno detto gli esperti che da anni la seguono. Il piccolo è il 36esimo accertato della ‘matusalemme dell’arià che dal 2006 ha covato almeno cinque uova e nel 2011 è sopravvissuta a uno tsunami che ha devastato la fauna aviaria del Pacifico.

gennaio 6, 2013

L’infecondo primato italiano.

Fino a poco più di un mese fa l’Italia era al secondo posto nella classifica dei Paesi con più restrizioni alla fecondazione medicalmente assistita e questo a causa della Legge 40/2004, nonostante i suoi divieti ad oggi abbiano già ricevuto ben 20 sentenze avverse da parte dei tribunali nostrani. Dunque eravamo secondi, perché a guidare quella famigerata graduatoria, soffiandoci il primato assoluto, era il Costa Rica: ovvero l’ultimo avamposto di integralismo cattolico del Centroamerica, il cui Congresso aveva deciso di vietare completamente la fecondazione in vitro. Divieto ovviamente benedetto dall’omonimo papa nel 2011, durante la visita in Vaticano della presidente costaricense Chinchilla.

Così fino al 28 novembre dello scorso anno, quando finalmente la Corte Interamericana per i diritti umani ha accolto e dato ragione (dopo dodici anni!) alle querele delle tante coppie danneggiate da quel divieto nonché di quei cittadini che si battono per la laicità del Costa Rica.

aprile 3, 2012

Embrioni congelati: in Italia sono oltre 7 mila.

Oltre 7 mila nel 2009, su un totale di quasi 10 mila ottenuti con le tecniche di .

 

Il dato, l’ultimo disponibile, è contenuto nell’ultima Relazione del ministero della Salute al Parlamento sulla procreazione medicalmente assistita in Italia, presentata a giugno 2011.
Prendendo in esame un periodo in parte precedente e in parte successivo alla sentenza della Corte costituzionale che nel maggio del 2009 ha modificato la legge 40, prevedendo la possibilità di crioconservare gli , la Relazione evidenzia una contrazione dell’applicazione del congelamento degli ovociti (si passa dal 12% di prelievi in cui si effettua il congelamento di una parte degli ovociti, del 2008, al 9,9% del 2009). E contemporaneamente un boom degli : si registra un aumento di dieci volte, passando dai 763 nel 2008 ai 7.337 del 2009.

giugno 26, 2010

Fecondazione assistita: arriva il super-seme.

Sono veri e propri ‘superspermatozoi’, o meglio spermatozoi ‘superselezionati’, e utilizzando solo loro nella fecondazione assistita, oltre alla sostanziale certezza del buon esito (99% di efficacia) si dimezza il rischio di malformazioni del nascituro rispetto alle nascite naturali. E’ il frutto della nuova tecnica IMSI (Intra morfologic sperm injection), che Severino Antinori, presidente della Warm, presentera’ oggi al Congresso mondiale sull’infertilita’ maschile in corso a Roma. Il segreto e’ in un ingrandimento-record al microscopio, che consente di scovare i piu’ piccoli difetti degli spermatozoi in esame e selezionare solo il meglio del meglio.

“Con questa tecnica – spiega Antinori – riusciamo a ingrandire lo spermatozoo di 10.000 volte, e scegliamo quello con le migliori condizioni morfologiche, sia nella testa che nella coda”. La tecnica, di cui Antinori e il suo team sono gli inziatori nel mondo insieme agli israeliani dell’universita’ di Tel Aviv, funziona: “In Italia ho gia’ fatto nascere 300 bambini cosi’ – spiega Antinori – e a livello internazionale, su 1.000 casi in tutto, le malformazioni sono state appena l’1% del totale, contro il 2% che esiste in natura e il 4% delle tradizionali tecniche di fecondazione assistita”. Unico problema, le accuse di “eugenetica”, che pero’ non sfiorano Antinori: “Alcuni media internazionali, ovviamente di matrice cattolica, ci accusano di fare selezione genetica. Ma noi non scegliamo gli spermatozoi per creare bambini biondi e con gli occhi azzurri, ma solo per utilizzare quelli piu’ idonei alla fecondazione assistita. Poi se il bambino e’ bello o brutto, lo decide la natura”.(liquidarea)