Posts tagged ‘farmaci pericolosi’

novembre 11, 2013

Farmaci pericolosi, ordinato il ritiro urgente. Ecco quali sono

farmaci 630

A cura di Maria Romano

E’ di qualche giorno il comunicato dell’AIFA,  Agenzia Italiana del Farmaco, che ha emanato un provvedimento cautelativo con il quale vieta l’utilizzo di nove farmaci prodotti dalla ditta Geymonat per difetti di qualità. Nello specifico, è possibile che in questi farmaci ci sia un quantitativo di principio attivo inferiore a quello approvato e indicato in etichetta.

Si tratta dei seguenti medicinali:

Alvenex 450 mg (indicazioni: sintomi attribuibili ad insufficienza venosa; stati di fragilità capillare)

Gastrogel 2g/10ml (indicazioni: ulcera gastrica, ulcera duodenale; gastrite acuta, gastriti croniche sintomatiche; gastropatie da FANS, esofagite da reflusso).

Sucrate 2g gel orale (indicazioni: ulcera gastrica, ulcera duodenale; gastrite acuta, gastriti croniche sintomatiche, gastropatie da FANS, esofagite da reflusso)

Intrafer 50 mg/ml e Intrafer 100mg/5ml (indicazioni: terapia degli stati latenti o manifesti da carenza di ferro)

Testo Enant 100 mg e Testo Enant 250 mg/2 ml (indicazioni: castrazione, eunucoidismo, ipogenitalismo, criptorchidismo, turbe della potenza sessuale e oligospermia; metropatie, fibromiomatosi uterina e talune forme di carcinoma mammario della donna, come coadiuvante)

Nabuser 30 (indicazioni: artrite reumatoide, osteoartrosi, spondilite anchilosante, artropatia gottosa, reumatismo extraarticolare; affezioni periarticolari come: borsiti, tendiniti, sinoviti e tenosinoviti, periartrite scapolomerale; processi infiammatori acuti inclusi quelli muscolo-scheletrici, lesioni da sport)

Citogel 2g/10ml (indicazioni: ulcera gastrica, ulcera duodenale; gastrite acuta, gastriti croniche sintomatiche; gastropatie da FANS; esofagite da reflusso)

Ecomì 1%, Ecomì 150 mg e Ecomì 100 mg (indicazioni: infezioni dermatologiche di origine micotica e batterica; infezioni vulvovaginali di origine micotica e batterica)

Venosmine 4% e Venosmine 450 mg (indicazioni: coadiuvante nel trattamento delle varici e delle complicazioni flebitiche, delle emorroidi interne ed esterne e, in genere, negli stati di fragilità capillare e nelle loro manifestazioni).

L’AIFA invita tutti coloro che dovessero avere in casa confezioni di questi farmaci a non utilizzarle, in attesa del completamento delle indagini e dell’acquisizione dell’esito degli approfondimenti tecnici eseguiti dall’Istituto Superiore di Sanità, che potrebbero portare alla revoca del provvedimento AIFA qualora dovesse essere accertata la totale assenza di difetti di qualità.

Nelle farmacie e presso i grossisti i medicinali sono al momento bloccati.

La Geymonat è la stessa ditta produttrice delle supposte per neonati Ozopulminsequestrate nel giugno scorso. fonte http://www.vitadamamma.com

ottobre 2, 2013

Farmaci, allarme diabetologi su fenformina: “E’ pericolosa, Aifa la ritiri dal prontuario”

Nuovo appello dagli specialisti italiani riuniti al congresso europeo di Barcellona: “Ci sono cinque-seimila malati che si curano ancora con questa medicina già bandita dagli usa e in gran parte dei paesi occidentali. Vanno avvisati”. La campagna per le incretine
dal nostro inviato ELVIRA NASELLI
Visualizza altro

agosto 4, 2010

Farmaci pericolosi contro il diabete.

Una commissione consultiva di 33 fra scienziati, clinici e statistici, dopo un voto a maggioranza, ha consigliato lo scorso 14 luglio alla Food and Drug Administration (FD&A), l’agenzia federale che regola l’uso dei farmaci negli Stati Uniti, si togliere dal mercato o almeno sottoporre a restrizione la vendita di un farmaco – l’Avandia, principio attivo il rosiglitazone – utilizzato nella cura del diabete di tipo 2 (quello di origine alimentare), a causa dei suoi effetti collaterali: aumenta la probabilità di cardiopatie. Il farmaco era, per così dire, già stato ammonito dalla F&DA nel 2007. Ora si attende una decisione da parte della F&DA.
L’Avandia, prodotto dalla GlaxoSmithKline, una delle Big Pharma, delle più grande aziende farmaceutiche del mondo, non è un farmaco qualsiasi: è un blockbuster, uno di quei farmaci che fanno fatturati superiori a un miliardo di dollari. E infatti nei soli Stati Uniti nel 2009 ha fatturato 3 miliardi di dollari, avendo sbaragliato farmaci concorrenti. I medici più avvertiti consigliano che la vendita sia consentita solo a nuovi farmaci che provano di avere un’efficacia terapeutica e/o minori effetti collaterali rispetto ai precedenti. Nel caso dei farmaci usati per la cura del diabete di tipo 2 questo non si è verificato.
In realtà esiste una terapia molto efficace senza farmaci per la cura del diabete di tipo 2, basata su una corretta alimentazione e sull’esercizio fisico. Questa terapia non ha effetti collaterali (o, almeno, ne ha di certo inferiori a quelli associati all’uso di farmaci). Ma ha un difetto, per chi considera quello della cura un mercato: non induce al consumo.(Unità)