Posts tagged ‘falsi invalidi’

ottobre 17, 2010

L’Inps della vergogna toglie l’accompagnamento alle persone Down

Il Coordinamento scrive all’Inps per chiedere spiegazioni e chiarimenti ufficiali sull’alto numero di persone con sindrome di Down chiamate alla visita per smascherare i falsi invalidi e ai quali viene revocata l’indennità di accompagnamento

 Sempre più persone con sindrome di Down vengono chiamate dall’Inps alle visite di controllo volute per smascherare i “falsi” invalidi e molte di queste, dopo essere state sottoposte a test di valutazione non idonei e attuati in modo sbrigativo, si vedono revocato il diritto all’indennità di accompagnamento. La denuncia è del Coordown, il corordinamento delle associazioni di persone con sindrome di Down e loro familiari, che ieri ha inviato una richiesta ufficiale di spiegazioni e chiarimenti all’Inps. L’accusa, suffragata dalle testimonianze “di sempre più numerose famiglie”, è che le visite avvengono “senza gli idonei test di valutazione, in modo sbrigativo, sommario e lesivo dei diritti delle persone con sindrome di Down”. Alla luce delle segnalazioni, il sospetto del Coordown è che le azioni dell’Inps, e in particolare le Linee Guida pubblicate ad uno interno dall’Inps con lo scopo di chiarire la natura e i metodi dei controlli, siano tese “più che a individuare i falsi invalidi, a restringere il campo delle persone a cui viene concessa l’indennità, tra le quali, in particolar modo, le persone con sindrome di Down, soprattutto adulti che da tanti anni hanno riconosciuto, legittimamente, questo diritto”

Quante ne dobbiamo vedere ancora?

giugno 5, 2010

Invalidità:cambiano le regole.

Con la moanvra edonomica approntata dal governo, dal 1° giugno 2010, passa, dall’attuale 74% all’85%, il limite per accedere al beneficio economico dell’assegno mensile di invalidità civile. Per potenziare i controlli contro i “falsi invalidi”, viene esteso, poi, l’istituto della rettifica, previsto in ambito Inail, anche alla normativa assistenziale relativa all’invalidità civile. Giro dei vite sui medici che certificano false invalidità: saranno soggetti, ferma l’applicazioni delle norme penali, anche alle disposizioni in tema di false attestazioni o certificazioniRaddoppiano, poi, le verifiche, dalle 100mila previste per il 2010, alle 200mila verifiche aggiuntive annue per gli anni 2011 e 2012. Viene riscritta anche la normativa che attesta l’invalidità di un alunno. La certificazione dovrà venire dalle Aziende sanitarie, attraverso strutture collegiali. Nel verbale, poi, che accerta la sussistenza della situazione di handicap, deve essere indicata la patologia stabilizzata o progressiva e specificato l’eventuale carattere di gravità. Ciò al fine di rendere più rigorosa la procedura per il riconoscimento dell’alunno disabile con diritto all’insegnante di sostegno.