Posts tagged ‘fagioli’

Mag 16, 2013

Avanzi gourmet e piatti a km0. Spesa salutare in tempi crisi.

. .

Alimentarsi bene si puo’ anche in tempi di recessione economica, scegliendo cibi meno costosi ma ad alto valore nutritivo e adottando piccole strategie che fanno bene anche all’ambiente. I suggerimenti per riuscire a fare una spesa ricca dal punto di vista nutrizionale spendendo meno sono elencati un decalogo stilato dagli esperti della Associazione italiana dietisti, Andid, riuniti per il 25esimo congresso nazionale in corso da oggi fino a domenica a Firenze.

”Riducendo gli acquisti, scegliendo i cibi migliori e a Km 0, riusando cio’ che si ha in frigorifero e riciclando si riducono gli sprechi, si risparmia e si guadagna salute” sottolinea Giovanna Cecchetto, Presidente Andid. Risparmiare non vuol dire rinunciare alla piramide alimentare e a tavola e’ bene dare la preferenza a frutta e verdura di stagione, legumi e cereali possibilmente prodotti localmente, acquistati anche nei mercatini dei coltivatori diretti sparsi per la citta’. Le verdure, anche quelle avanzate, possono arricchire gustosi primi e secondi piatti gourmet, saziano facendo bene alla salute ed al portafogli. Anche i legumi, secchi o freschi come ceci, fagioli, lenticchie, fave e piselli possono dar vita, combinati con i cereali, a saporiti ed invitanti piatti unici a costo minimo. Ad ogni pasto principale e’ bene inserire almeno una porzione di pane, pasta, riso,mais o patate, privilegiando i prodotti integrali e a ridotto contenuto in grassi e non dimenticare mai di aggiungere un piatto ”generoso” di verdura cotta o cruda.

gennaio 2, 2012

Prevenire l’aerofagia.

prevenzione aerofagia cibi riso La prevenzione dell’aerofagia può essere portata avanti avendo la consapevolezza che il problema spesso è causato da abitudini alimentari sbagliate, come il mangiare in fretta, il non masticare bene il cibo o il bere in modo eccessivo bevande gassate. È bene tenere presente che sono soprattutto i carboidrati che possono determinare la formazione di gas nel nostro intestino. In modo specifico i gas sono dovuti all’azione di alcuni zuccheri. Per questo è molto importante scegliere i cibi con attenzione per evitare di incorrere nei fastidi tipici dell’aerofagia. Da evitare fagioli.Tra gli altri zuccheri da evitare c’è anche il fruttosio, che è presente nelle pere, nei carciofi, nelle cipolle e nel frumento.

Per quanto riguarda invece il sorbitolo bisogna ricordarsi che si trova nella frutta e in particolare nelle mele, nelle pere, nelle pesche, nelle prugne secche.Tra gli alimenti il riso è l’unico cibo che, anche contenendo dell’amido, non provoca alcun problema di aerofagia.

dicembre 4, 2010

Perdere peso con dieta ricca di proteine. Quali.

Alcuni ricercatori finanziati dall’UE hanno fatto una scoperta interessante su quel che serve per perdere peso. Bisognerebbe mantenere una dieta ad alto contenuto di proteine con molta carne magra, latticini magri e fagioli e mangiare meno calorie provenienti da amidi finemente raffinati, come pane bianco e riso bianco; è quanto affermano i ricercatori dell’Università di Copenaghen, in Danimarca. Lo studio, il più ampio al mondo condotto sulla dieta, è stato in parte finanziato dall’UE con 15 Mio EUR. I risultati sono pubblicati nel New England Journal of Medicine.

I ricercatori dello studio randomizzato su larga scala, chiamato Diogenes, hanno studiato la dieta ottimale per prevenire e curare l’obesità. Gli scienziati, coordinati dalla Facoltà di Scienze della vita (LIFE) dell’Università di Copenaghen, hanno confrontato le raccomandazioni dietetiche ufficiali in Europa con una dieta basata sulle più recenti conoscenze riguardo l’importanza delle proteine e dei carboidrati per la regolazione dell’appetito.

Quasi 800 famiglie europee hanno partecipato allo studio, tra cui 938 adulti e 827 bambini. Gli adulti sovrappeso hanno inizialmente seguito una dieta di 800 kilocalorie (kcal) al giorno per 8 settimane e hanno perso in media 11 chilogrammi (kg). I ricercatori hanno quindi assegnato casualmente i partecipanti a uno dei cinque tipi di diete diverse a basso contenuto di grassi per sei mesi per testare il tipo di dieta più efficace per evitare di riprendere i chili persi.