Posts tagged ‘ex discarica Difrabi’

novembre 28, 2010

Pianura, tumori record: l’ex discarica Difrabi e i suoi veleni.

A Pianura, quartiere napoletano a sud dei Camaldoli, si muore di cancro più spesso rispetto che al resto del territorio di Napoli. Le statistiche allegate agli atti dell’inchiesta sui veleni inghiottiti dalla ex discarica Difrabi parlano chiaro. Tra i maschi sono più alti i decessi per tumore dello stomaco e per i linfomi non Hodgkin, tra le donne invece ci sono dati anomali di decessi per tumore del fegato. In entrambi i sessi sono aumentate le morti per tumore della laringe, per leucemie e per malattie epatiche. E risulta incrementata anche la mortalità per malformazioni congenite nel primo anno di vita.

Anomalie limitate a “piccoli numeri”, si legge a pagina 3 dell’ordinanza con la quale il gip di Napoli Alessandro Buccino Grimaldi ha disposto la riapertura delle indagini, accusando di disastro ambientale tre persone legate a vario titolo alla discarica chiusa nel 1996. Piccoli numeri, ma comunque spia di un pericolo concreto. Perché la bomba a orologeria di Pianura sta ancora ticchettando. La cattiva gestione e la mancata messa in sicurezza dello sversatoio, infatti, “determina la continua infiltrazione di acqua piovana che continua a produrre biogas a contatto con i rifiuti. Questo fenomeno pericoloso è destinato pertanto ad accentuarsi con il tempo: l’inquinamento ambientale causato dal biogas e dal percolato può continuare ancora per decine di anni”. E stiamo parlando di veleni pericolosissimi. La Difrabi, pregna di 30 milioni di metri di cubi di immondizia, ha assorbito, certifica un documento dei tecnici della Provincia di Napoli datato maggio 2008, 113mila chili di polveri di amianto bricchettate, 48mila tonnellate di rifiuti industriali speciali, 380mila tonnellate di rifiuti speciali generici. La gran parte provenienti dalle regioni del Nord, le stesse che oggi negano le loro discariche.