Posts tagged ‘esercito usa’

aprile 7, 2013

L’Onu contro gli Usa: “chiudete Guantanamo”.

Clamoroso appello delle Nazioni Unite contro il paese cui tutto è stato fin qui permesso, in violazione di tutte le convenzioni internazionali.

Dal nostro punto di vista, è sempre troppo tardi. Ma ci sembra anche evidente che all’interno del “palazzo di vetro” gli equilibri siano andati cambiando negli ultimi anni. Con i paesi “emergenti” che ora hanno un peso oggettivo molto più alto di prima; il che restringe di molto la possibilità degli Usa di comportarsi come prima. Potere di veto o no.

*****

Imbarazzo a Washington dopo l’ultima bacchettata dell’Onu: l’alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani Navi Pillay ha chiesto di nuovo oggi al governo americano di chiudere la base prigione di Guantanamo affermando che il carcere per sospetti terroristi nell’isola di Cuba è «in chiara violazione della legge internazionale».

aprile 7, 2013

Attacco aereo della Nato in Afghanistan: morti 12 civili tra cui 10 bambini.

Operazione congiunta delle forze afgane e della Nato nella notte nella provincia di Shigal, distretto di Kunar, al confine con il Pakistan. Durante l’attacco aereo sono state uccise 22 persone tra cui 10 bambini, come riferito dal portavoce provinciale Wasifullah Wasifi e confermato da un giornalista di Reuters che ha visto i corpi. I funzionari locali hanno stilato una relazione in cui si parla del crollo di una casa durante l’operazione, in cui sono rimaste ferite anche sei donne e ucciso un capo talebano. Le truppe americane erano state costrette a ritirarsi dalla regione nel febbraio scorso dopo la denuncia di torture e molestie sui civili.
giugno 4, 2012

Truppe speciali Usa in Corea del Nord? Ammissioni e smentite.

·

Truppe speciali degli USA e di Seul sono state paracadutate in Corea del Nord con l’obiettivo di raccogliere informazioni sulla rete di basi sotterranee, bunker e posizioni segrete dell’artiglieria che Pyongyang ha creato a ridosso della zona smilitarizzata che la separa dai vicini sotto tutela di Washington.

L’incauta ammissione era venuta pochi giorni fa dal generale statunitense Neil Tolley. Mica un militare qualunque: Tolley infatti è nientemeno che il capo delle truppe speciali degli Stati Uniti in Corea del Sud, e la rivelazione è stata spifferata durante un suo discorso alla base del comando della Operazioni Speciali di Tampa, in Florida. Una riunione che avrebbe dovuto essere a porte chiuse ma i cui contenuti sono stati pubblicati da una rivista di politica estera stampata in Giappone – “The Diplomat” – e il cui scoop è stato naturalmente ripreso con grande evidenza da tutti i mezzi di comunicazione in patria. La notizia invece non ha avuto, chi sa perché, grande eco in Italia.

 

Tolley – secondo quanto ha raccontato il giornalista David Axe, un giornalista presente alla conferenza stampa – non ha solo rivelato una violazione gravissima della sovranità nazionale e territoriale della Corea del Nord che potrebbe aumentare la già perenne tensione con Pyongyang, ma si è anche vantato dei presunti risultati della missione spionistica in terra nordcoreana. «Finora sapevamo solo dell’esistenza di quattro tunnel nordcoreani sotto la zona smilitarizzata» mentre grazie all’invio di commandos sarebbero stati identificati «centinaia di depositi di munizioni assieme a migliaia di postazioni sotterranee dell’artiglieria collegate da un complesso network di tunnel che arriva fino alla zona smilitarizzata» ha detto il generale.

marzo 12, 2012

Full metal jacket.

che ci volete fare erano un pò brilletti, mica è colpa loro, bisogna capirli quei bravi ragazzi, con tutta la tensione che accumulano.

gennaio 13, 2012

A proposito di barbarie.

gennaio 16, 2010

La guerra che ci piace.

Il popolo americano che sa essere così stupidamente crudele, è capace anche di questi immensi slanci di generosità e solidarietà.

Questa è la guerra che vorremmo  l’America vincesse.