Posts tagged ‘emilia Romagna’

agosto 29, 2011

In Emilia Romagna boom del fotovoltaico.

In Emilia Romagna boom del fotovoltaico Con una crescita del 230% in soli sei mesi, l’Emilia-Romagna si conferma anche nel primo semestre 2011 come una delle locomotive del fotovoltaico italiano. La regione Emilia Romagna risulta terza in Italia per potenza installata con 738,3 megawatt: guadagna una posizione rispetto a dicembre 2010 scavalcando il Veneto (688,7 MW), e preceduta solo da Puglia (1.154,4 MW) e Lombardia (805,2 MW).

Al 30 giugno 2011 l’Emilia-Romagna è terza anche per numero di impianti: con 21.530 installazioni conferma la posizione di fine 2010, dietro Lombardia (33.910 impianti) e Veneto (31.373). I dati elaborati sono quelli ufficiali del Gse, il Gestore sei servizi energetici. Il fotovoltaico installato sinora in regione (738 megawatt) ha la stessa potenza del reattore nucleare che era attivo a Caorso (Pc).
Impressionante l’accelerazione emiliano-romagnola: nel 2009 la potenza installata in regione era di 65 megawatt, passati a 223 MW a fine 2010, con un incremento in un anno del 246%. Ebbene, nel primo semestre 2011 la potenza installata è giunta a 738 MW, con un balzo, in soli sei mesi, del 230%. Se questo trend fosse confermato per tutto il 2011, significherebbe che quest’anno l’incremento del fotovoltaico in Emilia-Romagna superebbe abbondantemente il 400 per cento.

ottobre 22, 2010

Pillola abortiva, Liguria in vetta una su tre sceglie la Ru486.

Una donna ligure su tre, fra quelle che decidono di interrompere la gravidanza entro la settima settimana, sceglie la pillola abortiva. Infatti, sono state 90 quelle che tra il 15 di aprile (data in cui la commercializzazione è diventata operativa), e il 15 di luglio scorsi hanno optato per la Ru486. Tanto che nella classifica nazionale sulla base delle ordinazioni (329) la Liguria si piazza al quarto posto, dietro soltanto a Piemonte, Lombardia ed Emilia.

“Nella nostra regione si è fatto il possibile perché non fosse negato l’uso della pillola abortiva”, ripete Claudio Montaldo, assessore regionale alla Sanità. Con ogni probabilità, percentualmente, la Liguria è la prima regione italiana ad utilizzare la Ru486 rispetto al numero dei suoi abitanti. “Sia per motivi di ordine informativo ed organizzativo – spiega Enrica Orsi, funzionario regionale del coordinamento delle reti ginecologiche liguri – ma anche per ragioni socio-culturali e politiche della popolazione di riferimento”.

Bagnasco, ligure, ci sarà rimasto un pò male.

Non si può avere tutto dalla vita.

 

dicembre 24, 2009

L’Emilia Romagna approva la legge sulle coppie di fatto.

È  Stata approvato nella tarda serata del 21 dicembre l’articolo 48 della legge finanziaria regionale che prevede la parità di accesso ai servizi pubblici e privati senza discriminazione, diretta o indiretta, di razza, sesso, orientamento sessuale, lingua, religione, opinioni politiche, condizioni personali e sociali.
È  un traguardo storico per l’Emilia Romagna – ha commentato Paolo Zanca, Vicepresidente del Consiglio regionale e Segretario regionale del PSI – che di fatto è la prima Regione in Italia a riconoscere diritti e doveri ai conviventi nelle materie di competenza regionale.
È una vittoria – ha proseguito Zanca – di cui i socialisti sono stati gli artefici principali. Dopo quasi 5 anni di battaglia politica infatti  siamo riusciti ad  ottenere un risultato importante: garantire a oltre 200mila emiliano-romagnoli una cittadinanza di serie A. Questo provvedimento ha proseguito l’esponente socialista – ci dà la misura di quanto sia importante la presenza dei socialisti nelle istituzioni e si pone nel solco della migliore tradizione di quel pragmatismo riformista di cui noi, da sempre, siamo i migliori interpreti. L’augurio è che altri compagni e  compagne che operano nelle  Regioni d’Italia riescano ad intraprendere un percorso simile a quello condotto in Emilia Romagna – ha concluso Zanca al fine di garantire ad oltre un milione di italiani di non sentirsi discriminati.