Posts tagged ‘efsa’

maggio 30, 2013

Fipronil il quarto insetticida letale per le api nel parere dell’EFSA.

Mentre l’Europa senza il voto dell’Italia pone il bando su tre insetticidi valutati come letali per le api, ecco che un nuovo parere dell’EFSA mette in guardia su una quarta molecola, il fipronil.

Fipronil il quarto insetticida letale per le api nel parere dell'EFSA

L’EFSA ha reso pubblico lunedì 27 maggio l’opinione sui rischi per le api del fipronil, pesticida della BASF in commercio come Régent.

Il giudizio è duro:

L’insetticida Fipronil, utilizzato per trattare le sementi di mais, rappresenta un elevato rischio acuto per le api mellifere.

I precedenti pareri resi da EFSA dall’inizio del 2013 sul thiamethoxam, clothianidin e imidacloprid hanno portato la Commissione europea a proporre agli Stati membri il ritiro per due anni delle tre molecole in questione. Dopo il voto degli Stati membri (l’Italia si è epsressa contraria), Bruxelles ha confermato il 24 maggio l’entrata in vigore della moratoria dal 1 ° dicembre.

In ogni caso ecco le conclusioni di EFSA che riguardano i punti di esposizione:

  • rischio da deriva di polveri: è stato individuato un elevato rischio acuto derivante dal mais.
  • nettare e polline: gli studi disponibili (di campo e semi-campo) presentavano punti deboli ed erano perciò insufficienti per stabilire il livello del rischio per le api mellifere associato all’utilizzo del Fipronil come trattamento dei semi di girasole e di mais.
  • sono state individuate diverse lacune nei dati disponibili in relazione ad altre potenziali vie di esposizione.
marzo 15, 2013

Salute: Efsa, ortofrutta piu’ sicura in Europa. Primato Italia

Salute: Efsa, ortofrutta piu' sicura in Europa. Primato Italia

(ASCA) – Roma, 13 mar – Sono i produttori agricoli europei, insieme a norvegesi e islandesi, ad offrire gli alimenti piu’ sani ai loro consumatori. Lo rivela il Report Annuale sugli Agrofarmaci dell’Efsa, l’Autorita’ europea per la sicurezza alimentare.

Dal Rapporto, stilato a partire dai programmi nazionali di monitoraggio sugli agrofarmaci realizzati in tutti gli Stati membri, emerge, infatti, che su oltre 77 mila campioni prelevati su 500 diversi tipi di alimenti nel 97,2% dei casi sono stati rispettati i limiti fissati dalla normativa europea. L’Italia, inoltre, conquista il primato in Europa della sicurezza alimentare con il minor numero di prodotti agroalimentari con residui superiori ai limiti consentiti (0,3%).

Soddisfazione di Agrofarma – Associazione nazionale imprese agrofarmaci che fa parte di Federchimica – che ricorda come ”l’ortofrutta italiana sia sottoposta a rigorose e continuative verifiche che permettono di garantire massimi standard di sicurezza alimentare; i risultati del report EFSA, infatti, confermano gli ultimi dati pubblicati dal Rapporto ufficiale Fitofarmaci del Ministero della Salute sulla presenza di residui nella frutta e verdura coltivati in Italia, dati che rilevavano come addirittura il 64,2%, due casi su tre, di frutta e verdura italiane siano del tutto privi di residui”.