Posts tagged ‘disboscamento amazzonia’

gennaio 19, 2012

L’Amazzonia si sta trasformando, ormai a rischio collasso.

L'Amazzonia si sta trasformando, ormai a rischio collasso L’Amazzonia si sta trasformando, ormai a rischio collasso

Le capacita’ di resistenza del ‘polmone’ della Terra sta arrivando al limite. E’ quanto emerge da una rassegna pubblicata sul Nature e curata da esperti internazionali che analizzano le trasformazioni in atto nel bacino dell’Amazzonia: i sintomi fanno pensare che gli ‘attacchi’ umani, fino ad ora ‘ammortizzati’ naturalmente dalla foresta, stiano piegando pericolosamente le resistenze.In cinquant’anni, dal 1960 al 2010, il numero di abitanti nella regione amazzonica e’ passato da 6 a 25 milioni e la superficie di foresta si e’ ridotta di circa l’80%. Nonostante alcuni passi in avanti nel tentativo di preservarla, il disboscamento e’ passato da 28.000 chilometri quadrati nel solo 2004 (una superficie superiore della Lombardia) a meno di 7.000 chilometri quadrati nel 2011, tuttavia secondo gli esperti i progressi in questa direzione sono ancora molto limitati e fragili.

novembre 5, 2011

Amazzonia, disboscamento diminuito 43% in settembre.

Amazzonia, disboscamento diminuito 43% in settembre Amazzonia, disboscamento diminuito 43% in settembre

Il disboscamento nell’Amazzonia brasiliana nel settembre scorso è calato del 43% rispetto al settembre del 2010. Lo ha annunciato l’Istituto brasiliano di ricerche spaziali (Inpe), che monitora la regione amazzonica con due satelliti del ministero dell’Ambiente di Brasilia.

Secondo i dati raccolti dalle osservazioni spaziali, l’area devastata in settembre è stata di 258 chilometri quadrati, rispetto ai 447 del settembre 2010. Quasi la metà del disboscamento è stato rilevato nello stato del Mato Grosso, che da anni guida le classifiche della devastazione ambientale assieme al Parà.

I dati annuali della deforestazione in Amazzonia per il 2011 sono abbastanza incoraggianti, con una riduzione media del 31% rispetto al 2010 e del 39% rispetto alla media degli ultimi dieci anni. Secondo ambientalisti e scienziati, la deforestazione è comunque in realtà molto maggiore di quella annunciata dall’Inpe, perché i satelliti non riescono a evidenziare zone disboscate inferiori ai cinque ettari, e buona parte dell’aggressione è dovuta a piccoli proprietari che abbattono meno di cinque ettari di foresta alla volta.