Posts tagged ‘dire straits’

ottobre 15, 2011

Dire Straits “Tunnel of Love” – Buonanotte compagni indignati.

Buonanotte a tutti gli indignati e a quei compagni che hanno fatto un pò più di casino.

Adesso sono loro i violenti. e Berlusconi? Non è un violento,n criminale, un bandito?

Il mondo va alla rovescia. Rubate il futuro ai giovani  e pretendete che se ne stiano buoni in un angolo accettando tutti i vostri ricatti. salvate le banche e non vi preoccupate di loro, che studiano con la speranza di un futuro migliore, il desiderio di sposarsi, di trovare lavoro di vivere una vita degna di questo nome.

Che dire degli anziani che voi pensiate siano un peso ed invece sono persone ricche di umanità che non vogliono  sentirsi inutili. Forse la mia è retorica, ma mi sono rotto le scatole di questa ipocrisia perbenista per cui non si può dire niente e bisogna accettare tutto. ma perchè?

Mag 20, 2011

I Dire Straits: storia di un mito.

La storia dipinta dalla canzone è quella di un gruppo jazz, i “Sultans of swing”, composto da impiegati londinesi che pensano solo alla loro musica senza interessi per la popolarità – si esibiscono solamente in un piccolo club di Londra. Il testo dipinge varie scene che si possono vedere nel locale: due componenti particolarmente significativi del gruppo impegnati a suonare, dei ragazzi vestiti alla moda che non sono assolutamente interessati alla musica, l’uomo che, alla fine della serata, congeda il pubblico.

L’attività dei Dire Straits ebbe inizio nel 1977, quando David Knopfler presentò al fratello Mark, già insegnante di inglese con alcune esperienze da musicista[3], l’amico John Illsley: i tre giovani decisero di dar vita ad un gruppo ed il progetto si concretizzò quando si unì a loro il batterista Pick Withers. Il quartetto cominciò ad esibirsi con il nome di Cafè Racers, che venne presto modificato in Dire Straits (letteralmente “terribili ristrettezze”) per sottolineare con ironia il contesto di grave difficoltà economica nel quale si trovano i componenti della band in quei mesi.

gennaio 31, 2011

Dire Straits – Brothers in arms – Buonanotte compagni.

luglio 5, 2010

Buonanotte compagni.

L’album di cui parliamo questa sera ha due caratteristiche; è il primo album registrato su Cd; la seconda caratteristica è che Mark Knopfler abbandona la chitarra Fender Stratocaster per adottare la Gibson les Paul. stiamo parlando di Brothers in arms dei    Dire Straits. U35.000.000  di copie vendute, un rock morbido per tutte le bocche, con vaghe reminiscenze di blues. Un grande successo commerciale cui non corrisponde altrettanta qualità.

Brothers in Arms (Compagni d’armi) è il quinto album dei Dire Straits registrato tra il novembre 1984 ed il marzo 1985 agli Air Studios di Montserrat, Indie Orientali, agli Air Studios di Londra e ai Power Station di New York.