Posts tagged ‘dipendenza dal petrolio’

luglio 4, 2013

Secondo l’IEA nel 2016 le energie rinnovabili supereranno il gas nel mix elettrico globale

Secondo l’International Energy Agency, le rinnovabili cresceranno del 40% nell’arco dei prossimi cinque anni arrivando a coprire il 25% del fabbisogno. Come si vede dal grafico (1), le aree più dinamiche saranno la Cina e le Americhe.

Nel 2016 la generazione elettrica da innovabili raggiungerà i 6000 TWh, un valore maggiore del gas e oltre il doppio del nucleare (stabile intorno ai 2500 TWh).

 

Detto altrimenti, le rinnovabili stanno diventando adulte ed iniziano a guadagnarsi il rispetto di un’istituzione piuttosto tradizionale qual è l’IEA.

 

«A mano a mano che i costi scendono, le fonti rinnovabili si reggono sempre di più sui propri meriti rispetto alle fonti fossili» arriva a dichiarare la direttrice esecutiva dell’EIA Maria van der Hoeven, aggiungendo un monito che sembra particolarmente rivolto al governo italiano: «L’incertezza politica è il nemico pubblico numero uno per gli investitori. Molte rinnovabili non necessitano più di incentivi economici, ma hanno sempre bisogno di politiche di lungo termine che forniscano un mercato prevedibile ed affidabile e un quadro di regolamenti compatibile con gli obiettivi pubblici».

settembre 9, 2011

Energia dal mare. In Corea la più grande centrale del mondo

E’ stato inaugurato a Shihwa (Corea del Sud) il più grande impianto del mondo per la produzione di energia dalle maree: sfrutta una diga preesistente lunga 12,7 km e una potenza di 254 MW, superando così la centrale francese di Rance (240 MW), realizzata nel 1966 e che finora era l’unico impianto commerciale di questo tipo. Dopo 7 anni di lavori, ad agosto sono entrati in funzione 6 dei 10 generatori della nuova centrale; per dicembre è previsto l’inizio delle attività a piena potenza. E non è che l’inizio: le coste occidentali e meridionali della Corea sono famose per l’ampiezza dello loro maree, e sono già stati condotti gli studi preliminari per altri due impianti ancora più grandi: uno da 480 MW a Garolim e uno addirittura da 1.000 MW nella baia di Incheon.

La centrale di Shihwa  permetterà ogni anno di risparmiare 66 milioni di euro sulle importazioni di petrolio, e di ridurre le emissioni di 320.000 tonnellate di anidride carbonica. L’obiettivo del governo è espandere il mercato delle energie pulite fino ad arrivare a 2,6 miliardi di euro nel 2012 e 34 miliardi di euro nel 2022.