Posts tagged ‘diete ipocaloriche’

aprile 10, 2013

I 10 alimenti che fanno più dimagrire

Tra i cibi protagonisti delle diete ipocaloriche, ce ne sono alcuni che hanno un elevato potere disintossicante e che, al di là di chi segue un programma dimagrante, non dovrebbero mai mancare nell’alimentazione quotidiana

alimenti per dimagrire

Tra i cibi protagonisti delle diete ipocaloriche, ce ne sono alcuni che hanno un elevato potere disintossicante e che, al di là di chi segue un programma dimagrante, non dovrebbero mai mancare nell’alimentazione quotidiana. L’ideale, come sempre, è dimagrire con una dieta leggera ed equilibrata, come quella mediterranea, ricordando che limitare o privarsi di interi gruppi alimentari, come ad esempio i carboidrati, può, a lungo andare, portare a gravi carenze nutritive.

L’organismo ha bisogno di mangiare di tutto. Quello che conta è rispettare i 5 pasti principali, bere molta acqua, fare esercizio fisico e, quando possibile, introdurre alimenti preziosi per il benessere quotidiano, che hanno poche calorie, stimolano l’intestino e aiutano a “mantenere pulito l’organismo. Tra questi:

1. La mela: aiuta la digestione , ricca di calcio, ferro, fosforo e potassio e aiuta la diuresi
2. Il kiwi: ottima fonte di vitamina C e dall’azione protettiva sul capillari, è un frutto che stimola l’intestino.
3. La carota: regolarizza le funzioni intestinali ed è diuretica
4. Il carciofo: facilita la digestione dei grassi
5. Lo yogurt: tra le innumerevoli proprietà, anche quella di riequilibrare la flora batterica intestinale
6. Il Finocchio: pochissime calorie e quanto di meglio per disintossicare l’organismo attraverso la diuresi
7. I cereali integrali: parliamo di pasta, pane, ma anche farro. Le fibre aiutano le normali funzioni intestinali e, in più, hanno un elevato potere saziante.
8. L’ananas: favorisce la digestione delle proteine
9. Il Pomodoro: aiuta a combattere la ritenzione idrica
10. L’arancia. Ricchissima di vitamine, stimola le funzioni del fegato.

Non sono alimenti che “fanno dimagrire” in senso stretto ma che, se introdotti, possono aiutare a far scendere l’ago della bilancia, rallentando l’assimilazione dei grassi o ripulendo l’organismo dalle scorie.
Và da sé, che chi soffre di intolleranze o allergie alimentari non li può sempre mangiare, così come non sono sempre indicati se, ad esempio, si soffre di intestino irritabile. Introdurli, di tanto in tanto, nell’alimentazione quotidiana.
Ma sempre senza esagerare.

agosto 24, 2010

Per dimagrire eliminate gli alcolici.

Chi vuole perdere peso è bene che rinunci il più possibile alle bevande alcoliche o almeno che le utilizzi con molta moderazione, ecco perchè:
– una bottiglia di vino contiene circa 500-600 calorie e, se bevuta in aggiunta al normale apporto calorico giornaliero, può portare a un aumento di circa mezzo chilo alla settimana;
– se l’ aumento di peso è inferiore, significa che mangiate meno, forse per fare posto al vino, comunque è difficile rimanere magri se si beve più di un bicchiere o due per sera;
– 1 bicchiere di vino bianco (150 ml) corrisponde a 106 calorie;
– 1 bicchiere di vino rosso (150 ml) corrisponde a 114 calorie;
– 1 lattina di birra (330 ml) corrisponde a 112 calorie;
– un superalcolico o un cocktail sviluppanoun numero di calorie che dipende dal grado alcolico della bevanda stessa: più questo è elevato, maggiore è la quantità di calorie fornita dal liquore o dal cocktail.

Potete calcolare da soli l’ apporto calorico delle varie bevande alcoliche. Basta sapere che 1 grammo di etanolo apporta 7 calorie. Per ottenere i grammi di alcol bisogna moltiplicare il grado alcolico per il fattore 0,79; ne deriva che i1 grado alcolico corrisponde a 5,6 Kcal.

marzo 15, 2010

Dimagrire senza patire la fame, si può.

Come dimagrire senza patire la fame, come saziarsi con 1500 calorie al giorno, il menù, le ricette, le calorie Dimagrire senza patire la fame si può, la strategia giusta per evitare il vuoto allo stomaco in assenza di pane e pasta condita è arricchire l’ alimentazione quotidiana di generose quantità di verdura di stagione (anche un chilo al giorno), e di frutta fresca (200/300 g al giorno).

Frutta e verdura, oltre a garantire sazietà con poche calorie (mediamente 20 Kcal per etto per le verdure; 40/50 Kcal per 100 g di frutta) rispetto alle 340/350 di 100 g di cereali (pasta, riso, orzo, ecc) abbassano l’ indice glicemico dei carboidrati grazie al loro contenuto di fibre e favoriscono la depurazione per l’ apporto di antiossidanti, acqua, fibra e potassio.