Posts tagged ‘democratici USA’

marzo 2, 2013

L’austerità sbarca in America, rinviando la ripresa.

– I tagli automatici alla spesa Usa entrano ufficialmente in vigore. Il presidente americano Barack Obama ha firmato il decreto che fa scattare gli 85 miliardi di dollari di tagli alla spesa solo fino a settembre.

Con la firma entrano in vigore i tagli che erano stati previsti dall’accordo per l’aumento del tetto del debito del 2011. I tagli automatici saranno 85 miliardi di dollari fino a settembre e 1.200 miliardi di dollari in dieci anni.

Ai tagli Obama si e’ piu’ volte opposto ma in mancanza di un accordo in Congresso non li ha potuti evitare. Oggi era stato tentato un accordo dell’ultima ora ma senza esito: i leader del Congresso hanno lasciato la Casa Bianca senza un nulla di fatto. ”Sono stupidi e non necessari” ha detto Obama al termine dell’incontro. E anche se non causeranno una nuova crisi finanziaria si faranno sentire sulla ripresa – ha avvertito – e sul mercato del lavoro. ”Avranno un effetto domino e ci costeranno 750.000 posti di lavoro” ha aggiunto Obama. Standard & Poor’s ha stemperato i timori di una brusca frenata: i tagli avranno un impatto limitato sull’economia a condizione che non si prolunghino nel tempo. Standard & Poor’s infatti ritiene che saranno sostituti nel secondo trimestre da un piano di lungo termine.

marzo 20, 2010

Usa, migliaia di ‘ispanici’ in piazza per chiedere una riforma dell’immigrazione

Migliaia di cittadini ispanici hanno annunciato una marcia, fissata per domenica a Washington, per chiedere al presidente Obama una riforma dell’immigrazione. Nel 2008 gli ispanici hanno sostenuto in massa Obama alle elezioni, attratti dalla promessa di interventi sul sistema dell’immigrazione, che avrebbero permesso agli immigrati irregolari di ottenere la cittadinanza Usa.

Nonostante non siano disposti a votare per i Repubblicani, gli ispanici hanno minacciato di disertare le urne nelle elezioni di medio termine a novembre, facendo venir meno il sostegno ad Obama. La manifestazione di domenica rischia tuttavia di venir oscurata dal voto previsto per l’approvazione della riforma sanitaria. (peace reporter)