Posts tagged ‘ddl intercettazioni’

giugno 30, 2010

Intercettazioni: si parte.

Il testo del ddl sulle intercettazioni telefoniche arriverà in aula alla Camera il prossimo 29 luglio, dopo l’esame della manovra economica. Lo ha deciso la conferenza dei capogruppo di Montecitorio.

Con Buona pacedi Fini, che fa l’opposizione a corrente alternata.

giugno 14, 2010

Legge bavaglio: crisi di coscienza dei finiani.

La minoranza del Pdl che fa riferimento al presidente della Camera Gianfranco Fini vuole modificare alcune norme della legge sulle intercettazioni approvata la scorsa settimana con la fiducia al Senato, come la proroga di 72 ore o il divieto di non pubblicare notizie non coperte dal segreto investigativo, ma annuncia anche emendamenti sulla manovra economica.

Lo ha detto in un’intervista pubblicata oggi dal quotidiano “La Stampa” l’ex capogruppo a Montecitorio del Pdl Italo Bocchino.

Nell’intervista Bocchino dice che gli esponenti della minoranza sono “pronti a votare alla Camera, ma abbiamo il dovere di dire: attenzione perché a causa di due o tre cose pasticciate, rischiano di minare la legge”.

giugno 11, 2010

Via libera al ddl intercettazioni.

Senato, via libera al ddl intercettazioni: da parte del Governo, una feroce pugnalata alla legalità e alla libertà di informazione. Il provvedimento adesso tornerà alla Camera, ma state pure tranquilli: avrete tutto un mondiale per distrarvi

giugno 10, 2010

pprovato il ddl sulle intercettazioni:comincia il massacro della libertà.

Via libera del Senato al ddl intercettazioni con 164 sì e 25 no. A favore hanno votato Pdl e Lega, contrari Idv, Udc, Api e radicali. Non hanno partecipato alla votazione i senatori del Pd, dell’Mpa e delle autonomie. Ora, pur in un quadro politico di tensioni, sospetti e rancori (si veda la videoanalisi di Stefano Folli) il testo torna alla Camera per l’approvazione definitiva. L’aula nella nottata e nella mattinata è stata occupata dai senatori dell’Italia dei Valori, in segno di protesta contro la fiducia posta dal governo sul ddl intercettazioni. Hanno occupato i banchi dell’emiciclo destinati al governo, fino all’espulsione disposta dal presidente del Senato, Renato Schifani. «Da qui – ha dichiarato in aula la presidente dei senatori Pd Finocchiaro – comincia il massacro della libertà». E il PD? Non nemmeno votato contro. Si è astenuto per protesta.