Posts tagged ‘cristine lagarde’

ottobre 11, 2013

Fmi top secret: “L’austerity? Solo per salvare le banche”


A tre anni e mezzo di distanza, comincia a emergere quella verità che in molti, inascoltati, avevano denunciato all’epoca. Il salvataggio della Grecia è servito a garantire le banche francesi e tedesche, a discapito dei cittadini. La scontata verità emerge dai verbali della drammatica riunione del 9 maggio 2010 in cui il Fondo Monetario In…Visualizza altro

 — conPietro Reina

luglio 10, 2013

Grecia, aiuti e umiliazioni.

 

Carlo Musilli – Da Bruxelles arriva un’altra delusione per la Grecia. L’Eurogruppo ha deciso lunedì sera che questo mese Atene riceverà solamente 2,5 miliardi di euro, contro gli 8,1 precedentemente concordati. Non solo: i fondi saranno versati esclusivamente a patto che il Paese ”metta in opera le azioni programmate entro il 19 luglio”, ha spiegato Jereon DijsselbloVisualizza altro

luglio 7, 2013

Saccomanni viaggia da solo.

luglio 7, 2013

PIÙ GIÙ DEL BARATRO – GRECIA: SVENDITA ASSOLUTA di Agnès Rousseaux.

 

Immagine dal sito:
letteradaatene.blogspot.com

Riportiamo di seguito un articolo (tradotto) della giornalista Agnès Rousseaux sulla situazione greca.
Lo crediamo interessante a fronte della notizia che la AFP riporta oggi: la Grecia è vicino ad un accordo con l’Unione europea e il Fondo monetario internazionale per un nuovo prestito.

 

luglio 4, 2013

La deroga supponente, ovvero Letta ci piglia per culo.

Un amico, un tesoro di amico, Homo Aeserniensis, ci ha inviato una nota sulla supposta deroga al patto di stabilità. Pubblichiamo con la sua autorizzazione ma senza tagli che lui, persona educata, ci aveva chiesto con riguardo alla battuta da caserma. D’altronde è tipico degli economisti supporre questo o quello. Supponiamo, per esempio, di avere un supponente come Presidente del Consiglio…

La deroga supponente

di Homo Aeserniensis

Spero che a nessuno sia sfuggito il fatto che la supposta deroga al patto di stabilità sia una bufala. In realtà Letta non ha strappato nessuna particolare concessione all’Europa (a differenza della perfida Albione). ll margine dello 0,5% del Pil oltre il 3% di deficit esisteva già automaticamente per tutti i paesi fuori dalla procedura di infrazione. In ogni caso dovremo rispettare parecchie altre
condizioni.