Posts tagged ‘creedence clearwater revival’

giugno 27, 2011

Fortunate Son – Creedence Clearwater Revival – Buonanotte compagni.

Fortunate Son è uno schiaffo in pieno volto a quelle persone che pianificano le guerre e fanno in modo che siano i poveri a combatterle per conto loro. Fogerty scrisse la canzone disgustato dai preparativi per il fastoso matrimonio della figlia di Richard Nixon, mentre tantissimi ragazzi americani continuavano a morire in guerra. L’ispiratore del pezzo fu più precisamente il futuro marito della Nixon, David Eisenhower, nipote di “quel” Dwight David Eisen-hower, ex presidente degli Stati Uniti. «È terribile», dichiarò Fogerty a Rolling Stone, «quando ti rendi conto che quelle persone che hanno in mano il potere di decidere una guerra, proprio loro non ne saranno mai direttamente coinvolte. Vedevo queste immagini di Julie Nixon e David Eisenhower che se la spassavano coi loro amici, e avevo proprio l’impressione che nessuno di loro avesse la minima idea di cosa fosse il Vietnam. Nel 1969 l’80% del Paese era ancora favorevole alla guerra. Ma per molti di noi, che la vedevamo da vicino, era chiaro che invece eravamo a un passo da un mare di guai».<

gennaio 22, 2011

Cosmos factory – Creedence clearwater revival – Buonanotte compagni

Cosmos Factory è stato il quindo disco dei Creedence Clearwater Revival e fu quello che ha avuto maggior successo essendo rimasto per nove settimane in cim alle classifiche USA. Su un cartello nella copertina si legge “essenziale, pulito e blues“Una ricettaq semplice che porta una fame universale e duratura nel tempo.

ottobre 27, 2010

Vietnam Rock.- Joe Mcdonald – buonanotte compagni.

Il problema è molto semplice. Continuare una lineare storia del rock o parlare di tutte le novità che ci arrivano giorno per giorno? Il rock è vita: quindi è storia ma  anche attualità. Allora continuerò alla rinfusa un pò storia , un pò novità così alla fine, ma quand0?,saranno presenti momenti di novità e momenti di storia.

Joe Mcdonald ha raccolto in un cofanetto di 14 cd tutte le canzoni, note e meno note ispirate al conflitto in Vietnam, da Run Through The Jungle dei Creedence a Orange Crush dei R.E.M.Il titolo del cofanetto è Next stop Vietnam e comprende anche un bell’album di 400 pagine con fotografie. Sono canti di speranza, orgoglio disperazione, ma sono soprattutto la testimonianza di come il rock sia una musica viva, che entra nell’animo e nelle coscienze della gente interpretando i  sentimenti le sue emozioni di una generazione e testimoniando un pezzo della nostra storia ed è parte integrante della nostra vita.

 Buon ascolto!