Posts tagged ‘coppie omosessuali’

Mag 5, 2013

Delirio omofobo del “Il Giornale”.

Dopo un’imbarazzante serie di deliri in materia di omosessualità – gli ultimi, proprio ieri – al sottosegretario Biancofiore è stata tolta la delega alle Pari Opportunità, e data quella alla Pubblica Amministrazione. Ed Il Giornale di oggi, titola così.

 

 

– grazie Simone Spetia
aprile 21, 2012

Parola d’ordine: odiare i gay.

The American Catholic nuns got a slap across the knuckle from the Pope’s ruler this week, when the Vatican told them that they are doing too much to help the poor and not enough to support the wars on women and on the LGBT community.

In an assessment issued Wednesday, the Vatican complained of “serious doctrinal problems” and assigned a babysitter Bishop to oversee the nuns.

The nuns, in daring to serve the people instead of hating the gays are being accused of “radical feminist themes incompatible with the Catholic faith.” From the New York Times:

The sisters were also reprimanded for making public statements that “disagree with or challenge the bishops, who are the church’s authentic teachers of faith and morals.” During the debate over the health care overhaul in 2010, American bishops came out in opposition to the health plan, but dozens of sisters, many of whom belong to the Leadership Conference, signed a statement supporting it — support that provided crucial cover for the Obama administration in the battle over health care.

marzo 13, 2012

Qualcosa di sinistra.

Ignazio Marino, senatore del Pd, ha dichiarato: «Mi auguro che il Pd non si divida ma sia netto e determinato sui diritti delle coppie omosessuali. Cio’ che conta veramente e’ che i diritti di tutte le coppie legate da un rapporto affettivo e d’amore siano gli stessi, a prescindere dal genere di chi ne fa parte. Qualsiasi altra visione e’ datata, mentre resta il fatto che il nostro paese non si e’ ancora dotato di una legge che riconosca questa parita’ e la renda concreta. Ben diverso e’ quanto accade nel resto d’Europa, dove ben 20 paesi, dal Portogallo, alla Finlandia, dalla Francia alla Germania, alla cattolicissima Irlanda e alla Slovenia, hanno adottato normative che garantiscono e tutelano i diritti di tutte le coppie, comprese quelle omosessuali».
giugno 25, 2011

Povero Giovannardi.

Lo Stato di New York e’ da oggi il sesto Stato americano in cui una coppia omosessuale ha il diritto di sposarsi. Il Senato statale ha infatti approvato nella notte con maggioranza bipartisan il Marriage Equality Act,un provvedimento proposto dal governatore, Andrew Cuomo, che riconosce alle coppie omosessuali il diritto di contrarre matrimonio come ogni altra coppia nello Stato di New York. Il provvedimento e’ passato con 33 voti a favore (tra cui quelli di quattro repubblicani), e 29 voti contrari (tra cui quelli di un democratico). Il provvedimento, già approvato dalla Camera, è stato subito promulgato dal governatore Cuomo, che ha gia’ firmato la legge. Da oggi devono passare 30 giorni prima che la nuova legge entri in vigore. Cio’ significa che a New York le coppie gay potranno sposarsi a partire dalla fine di luglio.

gennaio 30, 2010

Candelora day, parte il trans bus

 

Alle 18 di questo pomeriggio, da Pizza D’Armi ad Avellino, partirà il trans bus all’interno del quale si terrà la conferenza stampa di presentazione del programma del Candelora Day 2010. La Rete per la Candelora di Montevergine racconterà le iniziative messe in campo per accendere i riflettori sul mondo Lgbtq. Il programma prevede momenti ludici e momenti di riflessione e dibattito. Proprio il giro in transbus avvierà il programma candelora day 2010. Il trans bus girerà per le vie principali della città per poi fermarsi davanti alla Villa Comunale di Avellino. “Qualcuno ha definito il nostro transbus come una pagliacciata- informa la Rete per la Candelora- ma il suo significato è ben più profondo del semplice momento goliardico. Vogliamo solo mostrare come sia semplice e naturale accettare le differenze e vivere rispettandosi l’un l’altro. Vogliamo ribadire con forza il concetto che ha mosso anche la manifestazione nazionale che si è tenuta ad ottobre a Roma il cui slogan era: uguali. Questo siamo, uguali. Uguali nella fede per Mamma Schiavona, uguali nei diritti civili, al lavoro, all’affettività”.