Posts tagged ‘condanna di berlusconi’

dicembre 12, 2013

Si fa presto a dire rivoluzione.

ottobre 10, 2013

Povero Brunetta.

agosto 20, 2013

Antonio Esposito: sei un grande.

di Stefano Corradino – Quando è apparsa la famigerata intervista a Il Mattino del giudice Antonio Esposito, Presidente del collegio feriale della Corte di Cassazione che il 1° agosto ha confermato la condanna per frode fiscale inflitta a Silvio Berlusconi dai giudici di Milano, si è levato un coro di disapprovazione. In tutti gli ambienti, anche inteVisualizza altro

agosto 20, 2013

Basta che cada.

luglio 11, 2013

Una donna imbarazzante.

Anna Finocchiaro.

Una do

Nel giorno in cui si è svolta in Giunta per le immunità del Senato l’istruttoria sull’ineleggibilità di Silvio Berlusconi, Anna Finocchiaro ha risposto  in questo modo alla domanda se esista o meno, a tal proposito, una linea del Partito democratico: «Con la legge che c’è non ci si può pronunciare a favore dell’ineleggibilità di Berlusconi. Ma questo è un mio pensiero. La legge va cambiata».
«CONDANNA? PRENDIAMO ATTO». A chi le chiedeva come dovrebbe comportarsi il Senato nel caso in cui la Cassazione confermasse la sentenza di condanna nei confronti di Berlusconi, Finocchiaro ha, poi, ammesso: «Se arrivasse una sentenza definitiva di condanna, con l’interdizione dai pubblici uffici, il parlamento non potrebbe che prenderne atto».
L’istruttoria è durata poco meno di un’ora, durante la quale il senatore del Popolo della libertà Andrea Augello ha letto la sua relazione e la discussione generale si è limitata a pochi interventi.
CASSON ACCENDE GLI ANIMI. Quello dell’onorevole Pd Felice Casson, tuttavia, è bastato a dar fuoco alle polveri. Il senatore ha chiesto, infatti, che vengano acquisiti agli atti della Giunta non solo la sentenza di Appello del processo Mediaset (quella che condanna il Cav all’interdizione dai pubblici uffici per cinque anni), ma anche l’atto di autorizzazione statale grazie al quale Mediaset può trasmettere.
Lo stesso Casson ha replicato con stupore alle parole di Finocchiaro sull’ineleggibilità del Cav: «Io non so perchè dicano così visto che non mi risulta ci sia una presa di posizione del partito su questo punto. Comunque la Giunta è un organismo paragiurisdizionale i cui componenti sono liberi di votare secondo coscienza».

novembre 4, 2012

Vi mancherà.

Tangentopoli 2. Berlusconi si vendica maledicendo tutti intorno a lui“. Dal nuovo numero di The Economist.

 

novembre 2, 2012

La notte dei morti viventi.

Me ne vado, torno.
Lascio, non lascio.
Il re del ridicolo non finisce mai di dare spettacolo.
Un penoso spettacolo.
ottobre 28, 2012

Notizie in primo piano.

La condanna di B. ed il tizio che “suona il banjo agli uccelli“, prima irresistibile.

 

[clicca per ingrandire, fonte: Messaggero Veneto]
ottobre 28, 2012

L’alternativa.

 

L’onorevole Pdl Michaela Biancofiore (detta anche “l’Amazzone“) ha così commentato la conferenza stampa (da tso) di Silvio Berlusconi, appena conclusasi a Villa Gernetto. Da SkyTg24:

“Sì, ho ascoltato l’intervento di Berlusconi … una lucidità senza eguali, ha dimostrato ancora una volta di essere uno statista unico, ha dimostrato una capacità che lascia francamente senza fiato, senza parole: in questo momento non esistono altri leader alla sua altezza, e questo vorrei sottolinearlo al popolo italiano.

E’ del tutto evidente che contro di lui ci sia stato un complotto internazionale, grazie agli spread, che abbiamo visto come si sono succeduti. Che ci sia stato un complotto, basta vedere, come ha ricordato il Cavaliere, i sorrisini che ci sono stati tra Sarkozy e la Merkel. Poi abbiamo visto che fine hanno fatto quei due, non porta bene guardare alle sventure degli altri.

Monti? Qualcuno afferma che c’è un transfer tra me ed il Presidente Berlusconi, perché pensiamo uguale. Silvio ed io abbiano detto la stessa cosa, poco fa: forse è l’ora di togliere la fiducia a Monti. La gente è esasperata e qualche mese in meno non cambia le cose. Oggi c’è pure stato il “No Monti Day“. Insomma, agli italiani voglio dire solo una cosa: al Paese servirebbe ancora un Presidente come Silvio Berlusconi“.

Mag 4, 2011

Il guinnes dei record.

Si rade dopo 3.454 giorni: aveva giurato di non tagliarsi la barba sino a che non fosse stato catturato Bin Laden. Nulla da fare ancora per il tizio che ha giurato di non trombare sino a quando Berlusconi non sarà condannato.