Posts tagged ‘concita de gregorio’

novembre 28, 2011

Concita De Gregorio: “Il Pd ha perso di proposito le elezioni regionali del Lazio”.

Il Partito democratico ha perso di proposito le elezioni regionali nel Lazio per far vincere la Polverini e, in tal modo, rafforzare Fini. E poi. Il Pd non ha aderito alle campagne degli studenti perché “tanto non votano”, non ha sostenuto il “No B. Day” perché “non è una manifestazione” creata dai democratici e non ha appoggiato il referendum perché “tanto non raggiunge il quorum”. Fino a qualche giorno fa erano solo delle congetture ad appannaggio dei retroscenisti politici, oggi invece sono diventate qualcosa di più. Merito di Concita De Gregorio. L’ex direttrice de L’Unità, infatti, intervenendo sabato scorso all’assemblea nazionale di Tilt a Pisa, ha rivelato alla platea particolari per certi versi imbarazzanti sulla strategia del maggior partito di opposizione che, a sentire la giornalista di la Repubblica, le avrebbe impedito di portare avanti campagne politiche sulle pagine del quotidiano fondato da Gramsci.

Che il PD facesse schifo si sapeva, ma che arrivava a livelli così bassi eè difficle da credersi.

febbraio 8, 2011

Camusso: senza dignità c’è regressione

Se non ora quando?’, le donne scendono in piazza domenica 13 febbraio in 117 città. Una mobilitazione che non vuole «giudicare altre donne o dividere le donne in buone e cattive» ma chiede un Paese «che rispetti le donne».

Tra le tante adesioni quelle di Susanna Camusso, Concita De Gregorio, Flavia Perina, Silvia Costa, Francesca Comenici, Titti di Salvo, Francesca Izzo che hanno presentato l’iniziativa nella sede di stampa estera, appellandosi a donne, ma anche uomini «amici delle donne», perché domenica si esca dalle case e si scenda in piazza. Comencini sottolinea la pluralità di donne che hanno aderito (il sito ha raggiunto in meno di una settimana oltre 51 mila firme) e precisa che «la mobilitazione non intende condannare nessuna donna: abbiamo invitato le organizzatrici di tutte le città a evitare slogan di questo tipo».

febbraio 5, 2011

Saviano: vogliamo un paese diverso.

Si è conclusa con un grande applauso collettivo, poco dopo le 18.30, dopo oltre tre ore, la manifestazione «per esigere le dimissioni del presidente del Consiglio e liberarci del potere corrotto e corruttore di Silvio Berlusconi», organizzata al Palasharp di Milano dall’associazione Libertà e giustizia . Almeno 10mila, oltre novemila all’interno e circa un migliaio rimasti fuori dai cancelli, le persone che hanno seguito la kermesse alla quale sono intervenuti diversi e noti intellettuali, personaggi dello spettacolo, politici e sindacalisti. La platea e le tribune sono state occupate fin da un’ora prima delle 15, ora stabilita per l’inizio della manifestazione, da migliaia di cittadini, principalmente milanesi, di ogni età ed estrazione sociale, che hanno seguito con grande attenzione e partecipazione la dozzina di interventi che si sono susseguiti dal palco. Malgrado l’adesione delle principali sigle politiche dell’opposizione di sinistra, tra il pubblico si è vista sventolare solo qualche bandiera italiana, ma nessun simbolo di partito. Soddisfatti della «grande partecipazione» gli organizzatori dell’iniziativa.