Posts tagged ‘colonna vertebrale’

luglio 23, 2012

Cellule staminali cordonali contro l’ictus.

stem

 Le cellule prelevate dal sangue del cordone ombelicale, gia’ impiegate da vent’anni per trattare una varieta’ di patologie che vanno dal cancro alle malattie metaboliche, potrebbero essere impiegate…

22 luglio 2012 / Leggi tutto »

febbraio 18, 2012

Radiologia del terzo millennio: poche radiazioni e in 3D.

E’ nata la del Terzo millennio. Immagini delle ossa tridimensionali, dell’intero scheletro, tramite radiazioni bassissime. E subito «lette» dall’intelligenza artificiale in modo che il medico non abbia solo una serie di piatte radiografie ma abbia un’elaborazione dei vari carichi dell’apparato scheletrico, delle anomalie, delle possibili correzioni anche millimetriche.

Si chiama Eos, è frutto della tecnologia spaziale francese ed è atterrato all’Istituto Humanitas di Rozzano. Primo in Italia a dotarsene. Si presenta come un’ampia cabina gialla dove si entra in piedi. Pochi secondi e lo scheletro del paziente «esce» virtualmente dal corpo per «ricomporsi» nelle fotografie hi-tech del computer. Si ricompone e parla di sé, racconta acciacchi e defaillance: difetti di postura, danni alla , all’anca, al ginocchio, alle articolazioni. Tutto registrato in posizione eretta, come accade naturalmente. Facile poi «progettare» interventi correttivi mini-invasivi, personalizzati e altamente precisi. Il massimo risultato con il minimo dei raggi: niente «bombardamenti», ma una dose di radiazioni inferiore del 90% rispetto a una comune Tac e di 8 volte rispetto a una radiografia tradizionale. I domati. Come sognava la due volte Nobel (1903 e 1911) Marie Curie, «madre» della radiografia.

novembre 23, 2010

SALUTE: SCARPE SCOMODE E BORSE PORTA PC, COSI’ LA SCHIENA MASCHILE VA IN PEZZI

Anche il maschio italiano è “fashion victim” e a farne le spese è in molti casi la schiena. I dati arrivano dal Congresso Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia (Siot): oltre due milioni di uomini italiani soffrono di mal di schiena perché sono “vittime della moda” e dell’esigenza di essere sempre “on-line”. Non sanno scegliere le scarpe giuste o cedono al richiamo delle borse da uomo all’ultima moda per riempirle con accessori elettronici di ultima generazione “Questi elementi diventano critici se associati all’assenza o all’abbandono di un’attività fisica di qualsiasi tipo e alle posture scorrette che alterano la curvatura fisiologica della colonna, sovraccaricando e usurando i dischi intervertebrali – spiega Vincenzo Denaro, Co- Presidente Congresso Siot e Ordinario di Ortopedia presso il Campus Bio-Medico di Roma –. Ipotonia muscolare da sedentarietà e posture errate, assieme agli accessori moda sbagliati e a pesi notevoli portati con sé gran parte del giorno, provocano la disidratazione e il collasso dei dischi intervertebrali che sono alla base della lombalgia. Il danno però è reversibile: tornando a posture corrette e aumentando l’attività fisica, magari attraverso una riabilitazione posturale globale, si può risolvere il mal di schiena. A patto di intervenire in maniera tempestiva, appena compare” conclude Denaro.