Posts tagged ‘ciarrapico’

ottobre 3, 2010

La Polverini come la Gelmini.

La presidente della regione Lazio Renata Polverini ha deciso di chiudere 24 ospedali pubblici, tagliandone quindi i 2800 posti letto. Si dice sempre che la Sanità dev’essere riformata, eppure la Polverini nel Lazio la sta distruggendo! A vantaggio di chi opera questa mannaia? Ma ovviamente degli ospedali privati: quelli cui accedono solo i ricchi e sono gestiti prevalentemente dalla Chiesa! Un esempio di questi beneficiari privati?

Il Campus Biomedico di Trigoria, che è di proprietà dell’Opus Dei. Grazie agli aiuti della Polverini questa, che è una clinica privata già ricca perché in mano alla Chiesa, potrà aumentare i propri posti letto.

Chi si può concedere il lusso di pagarsi una clinica privata, per definizione cara come il fuoco? I ricchi, ovviamente! Mentre invece i poveracci, le persone normali, quelli per cui un politico come la Polverini dovrebbe lavorare, avranno meno possibilità di alloggiamenti e di cure… Ma in fondo che importa! La Destra sostiene Chiesa e ceto borghese medio alto, mica la gente comune! Un film già visto, no?

Un’altra clinica privata che godrà dei soldi tolti alle strutture sanitarie pubbliche è il Policlinico Casilino, che potrà aumentare anch’esso il numero dei posti letto grazie ai finaziamenti della regione Lazio. Guarda caso il proprietario di questa struttura carissima è il giornalista e senatore del PDL Giuseppe Ciarrapico.(Informazione libera)

settembre 30, 2010

Il delirio di Berlusconi. Fermiamolo finchè siamo in tempo!

Un intervento assolutamente delirante, quello tenuto oggi al Senato dal Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, come replica del suo discorso.
Per rispondere al senatore del Pd Zanda, che aveva contestato l’assoluta irrilevanza dell’Italia in Europa e nel mondo, Berlusconi ha raccontato una serie di cose che non hanno riscontro nella realtà. Ha raccontato che ha posto fine alla guerra fredda nel 2002 con l’incontro di Pratica di Mare; che è stato lui a costringere l’allora Presidente americano Bush a recedere dall’idea di piazzare in Polonia delle batterie di missili che potevano colpire il Mediooriente, ma anche il territorio russo e che per questo c’era stata una reazione rabbiosa del premier russo Valdimir Putin; che è stato lui, prima del G8 del 2009, ad intimare al Presidente Barack Obama e al Presidente russo Dmitri Medvedev di firmare un accordo sui missili nucleari; ad impedire che la Russia sferrasse un attacco contro la Georgia, condizionando via telefono le scelte di Putin e di Sarkhozy. Un insieme di fatti che sono in completo disaccordo con la realtà. ha parlato anche di Gheddafi, negando di aver qualcosa a che fare con le 200 hostess italiane radunate da Gheddafi nella sua ambasciata ma dichiarando di averlo solo invitato all’esibizione dei Carabinieri.
Poi ha attaccato l’opposizione, accusandoli di aver danneggiato la scuola e negando di avere fatto tagli sia di risorse che di personale. Così come li ha accusati di aver bloccato la costruzione di infrastrutture.
Nessuna condanna per le dichiarazioni antisemite di Ciarrapico, ma solo l’assicurazione della sua amicizia con Israele. Ed inventando, come fa di solito che ha abitato vicino ad una scuola ebraica (presidente-ebreo? ndr), quando abitava a Milano, conme se questo significasse qualcosa.
Infine ha concluso con il consueto elogio alle centrali nucleari, da lui ritenute sicurissime (basta che stanno lontane da casa sua, ovviamente) e con la richiesta di fiducia sulle mozioni presentate dalla maggioranza.