Posts tagged ‘chiesa’

febbraio 24, 2013

Dietro le dimissioni del Papa nessun segreto. Addio Benedetto XVI°.

Padre Camillo Torres prete guerrigliero ucciso il 15 febbraio 1966 in una fattoria di Santander, dalle milizie Colombiane che per offenderlo ancora di più presero a calci il suo corpo, parlando del cristianesimo e della chiesa cattolica ha scritto nel  suo “messaggio a i cristiani”  : “I difetti temporali della Chiesa non devono scandalizzarci. La Chiesa è umana. L’importante è credere che al contempo che è divina e che, se noi cristiani mettiamo in atto il nostro obbligo di amare il prossimo, con tale azione rinvigoriamo la Chiesa. Io ho abbandonato i privilegi e i doveri del clero, ma non ho smesso di essere sacerdote. Credo di essermi dedicato alla rivoluzione per amore del prossimo. Ho cessato di dir messa per rendere  realtà tale amore. Quando il mio prossimo non avrà nulla contro di me, quando sia stata realizzata la rivoluzione, tornerò a celebrare messa, se Dio me lo permetterà. Credo così di seguire il comandamento di Cristo.” Quanta similitudine con le parole di un Papa che per cultura vocazione, posizione era tanto diverso da Padre Camillo. Questo Papa era certamente un conservatore ha fatto di tutto per far dimenticare il messaggio rivoluzionario del Concilio Ecumenico Vaticano II, ma non ha avuto paura di togliere il velo alle vergogne della Chiesa   fino a giungere all’estremo sacrificio di scendere dalla croce per andarsi a nacondere. Con il suo gesto ha dimostrato come tra tanti equivoci e confusioni può riemergere con forza travolgente il messaggio cristiano autentico, che è essenzialmente un atto di amore. Amore per la verità, la giustizia, e la libertà, ma non in astratto, non a parole, non per mascherarsi dietro le nostre vigliaccherie e i nostri egoismi.Amore che è donazione piena e completa per gli altri a costo di perdersi, di smarririsi. Parlando con un sacerdote mio amico, con molta presunzione all’inizio del pontificato di Benedetto XVI° dissi che Ratzinger non era il mio Papa, perchè mi riconoscevo in Giovanni XXII e nel suo pontificato. Sono contento di ammettere la mia presunzione e di essere stato superbo e cieco, forse per sentirmi diverso dagli altri. San Paolo diceva “chi ama il prossimo ha compiuto la legge.”   Ti chiedo scusa Bendetto, mi resterai nel cuore.

dicembre 21, 2012

Chiesa ingrata.

giugno 8, 2012

La Chiesa scismatica.

Pubblichiamo un’intervista di Francesco Pacifico, uscita su «Repubblica», a Matthew Fox, autore del libro «La guerra del papa – perché la crociata segreta di Ratzinger ha compromesso la Chiesa (e come questa può essere salvata)» (Fazi).

di Francesco Pacifico

Matthew Fox, americano, teologo ed ex domenicano, si era fatto riscoprire in Italia l’anno scorso con In principio era la gioia, un libro felice tutto improntato alla riscoperta della tradizione cristiana dell’amore per la natura – da Tommaso a San Francesco a Meister Eckhart, contro l’ossessione del peccato originale. La guerra del papa – perché la crociata segreta di Ratzinger ha compromesso la Chiesa (e come questa può essere salvata) (Fazi, 2012) è invece teso e oscuro. Qui Fox smonta pezzo a pezzo la vita e l’operato di Ratzinger, l’uomo che dopo una disputa durata tutti gli anni Ottanta ha allontanato Fox dall’insegnamento e dall’ordine domenicano nel 1993.

Lei scrive che nella Chiesa è in corso uno scisma da quarant’anni.

Il rifiuto del Concilio Vaticano II mette Roma in una condizione scismatica. Sono stati rifiutati i seguenti insegnamenti del Concilio: la decentralizzazione della chiesa con l’affidamento di poteri decisionali alle conferenze nazionali; l’aumento del contributo dei laici soprattutto nella liturgia; la libertà di coscienza e di discussione per i teologi. La chiesa ha represso il “sensus fidei” su questioni come il controllo delle nascite; ha eliminato la teologia di liberazione; ha rimpiazzato la teologia del “popolo di Dio” con un’ecclesiologia centrata sulla curia; ha chiuso all’ecumenismo religioso. Tutto ciò soffoca completamente lo spirito e la lettera del Vaticano II. Perciò Roma è in stato di scisma. Leggi il resto di questo articolo »

marzo 15, 2011

Solidarietà al Giudice Luigi Tosti

Piena solidarietà al Giudice Luigi Tosti, condannato dai suoi stessi colleghi – pagati da uno stato laico – per non essersi sottomesso alla presenza del crocifisso in aula.
Una sentenza emessa in barba alla Costituzione Italiana che vorrebbe – ma solo sulla carta – la laicità delle nostre istituzioni.

 

gennaio 22, 2011

Silvio chiede perdono al Vaticano.

ottobre 15, 2010

Geocentrismo? Sì grazie.

 Ebbene sì, ci sono persone che credono seriamente che la Terra sia al centro dell’universo e che Galileo avesse torto; si riuniranno a novembre nell’Indiana. Si pagano 50 dollari d’ingresso, pasto compreso. Phil Plait esamina le loro argomentazioni e arriva a una conclusione molto pragmatica: il geocentrismo va benissimo come sistema di riferimento in molte situazioni normali, perché semplifica le cose. Va bene fino a quando occorre fare i calcoli per lanciare una sonda spaziale: allora la semplicità va a farsi benedire. Ma non è l’unico sistema di riferimento valido come sostengono i geocentristi che brandiscono la Bibbia.(il disinformatico)

ottobre 2, 2010

LE DUE FACCE DELLA MEDAGLIA.

Il Presidente di una banca, nota per essere ( stata ) al centro di enormi scandali, interrogato dai giudici.
Secondo il governo ed il vaticano un santo in mano agli aguzzini.
Quale la giusta versione ??  Io un’idea l’avrei …
agosto 23, 2010

Predika bene e ratzinger male …

ARMIAMOCI E PARTITE

Sono sempre gli altri a dover pagare, aiutare, accudire ed assistere.
Loro – i più ricchi del pianeta – si limitano ad incitare ed organizzare … magari gestire i fondi.
Jo tuona dal suo balcone.
Bisogna accogliere gli stranieri ma …  avete mai visto un extracomunitario in terra vaticana ??
Cacciano perfino i mendicanti … il decoro prima di tutto.
luglio 18, 2010

L’ Uomo che sarà Papa.

Per la festa del Redentore il cardinal Scola ha parlato di  sesso e amore, e sulla pedofilia ha chiesto aiuto fuori dalla Chiesa. Io lo ricordo cme Rettore dell’Università Lateranense, sempre attento e disponibile.

Nell’intervista ad Aldo Cazzullo sul Corriere della Sera meritano di essere rilette queste frasi piene di emozione e sildarietà umana.”  Fondamentale per la riforma della Chiesa è ritrovare testimoni credibili del bell’amore, che Cristo, con una schiera innumerevole di santi nella stragrande maggioranza anonimi, ha introdotto nella storia. Penso a tante generazioni vissute nella logica del bell’amore. Penso ai miei genitori, agli occhi con cui mio papà a novant’anni guardava mia mamma pure novantenne, moribonda, stremata da un cancro violento al rene. Penso alle coppie di anziani che quasi ogni domenica, alla fine della messa, vengono a dirmi: “Questa settimana sono cinquanta”, oppure “questa settimana sono sessant’anni di matrimonio”. Quale amore avrebbe custodito l’io meglio di questo legame indissolubile? Oggettivamente non c’è paragone tra la densità di un’esperienza così definitiva e il susseguirsi indefinito di una sequenza di relazioni precarie. Alla fine, sia la necessità di amare definitivamente, sia la fragilità sessuale sono segnate dal terrore della morte».”

Maggio 15, 2010

Pensateci prima di regalare a Bertone l’8 per mille.